Seguici su:

Sindacale

Alario reggente dei Chimici Ugl di Ragusa

Pubblicato

il

Incarico aggiuntivo per il sindacalista gelese Andrea Alario. L’Url/Ugl Sicilia im una nota esprime apprezzamento per la nomina del Segretario Territoriale di Caltanissetta e Gela, Andrea Alario, a reggente della Federazione Chimici della provincia di Ragusa”.

A renderlo noto è stato  Giuseppe Messina, Segretario Ugl Sicilia. “La scelta del Segretario nazionale Luigi Ulgiati è ricaduta su un dirigente di grande esperienza sindacale – aggiunge – proveniente dalla categoria dei Chimici, che sicuramente rilancerà il sindacato in un territorio importante e dalle grandi potenzialità.Al collega Andrea – conclude Messina – vanno le congratulazioni con l’augurio di buon lavoro”.

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash_news

Niente stipendi ai lavoratori delle pulizie negli ospedali di Gela e Caltanissetta e contratto da rivedere

Pubblicato

il

Sfuma la  possibilità di ricevere lo stipendio a fine novembre  dei lavoratori impegnati nell’appalto Asp sui servizi di pulizia e  ausiliariato nei presidi ospedalieri di Gela e Caltanissetta.Questo personale  che lavora per la ditta appaltatrice Nuova idea srl non riceve gli stipendi dallo scorsomese di agosto. Dopo vane  sollecitazioni epistolari inoltrate dalla rappresentanza sindacale dell’UGL alla  Ditta appaltatrice, la  segreteria provinciale della UGL ha chiesto all’ASP di intervenire con i poteri consentiti dalla legge nella vertenza affinché l’Ente pubblico agisca con l’azione sostitutiva del datore di lavoro nel pagamento degli stipendi arretrati.

Lo scorso 29 novembre, presso la sede dell’ASP di Caltanissetta, si sono riuniti in un incontro sindacale, debitamente convocato dal dott. Danilo D’Agliano – nella qualità di Responsabile Unico del 
Procedimento (RUP) nell’appalto ASP – e dalla dott.ssa Adriana Panepinto – nella qualità di Direttore UOC Provveditorato ASP Caltanissetta – il segretario generale della UGL provinciale, Andrea Alario e il 
segretario organizzativo UGL Filippo Crucillà al fine di rendere eseguibile la richiesta sindacale nei modi 
e nei termini dettati nella domanda.
L’importanza dell’incontro nasce anche dalla seria preoccupazione che afferisce alla sostituzione dell’Amministratore della ditta NUOVA IDEA e ciò arrecherà sicuramente una serie di ritardi  nell’attuazione delle procedure relative ai pagamenti delle spettanze ai lavoratori, poiché l’Asp potrà agire nella sua azione sostitutiva solo dopo che la ditta Appaltatrice fornirà gli elenchi nominativi degli operatori ei i rispettivi conti correnti, sicché è lapalissiana la circostanza per la quale, slitterà ormai la data presunta dei pagamenti prevista per il 30 novembre.
Durante l’ incontro sono state trattate le problematiche che riguardano la corretta 
applicazione del contratto in capo ai lavoratori e nello specifico è stata discussa la figura professionale degli ausiliari, non ricompresa nel CCNL Multiservizi, considerando il fatto che per chi svolge le attività di ausiliarato è prevista una responsabilità e un rischio superiore, meritevole della particolare attenzione 
dettate dalle norme. Si rende necessaria, inoltre, la quantificazione delle ore che riguardano il settore delle pulizie e quelle che afferiscono al servizio di ausiliarato rese dalla ditta NUOVA IDEA.Il RUP e il Direttore UOC Provveditorato ASP di Caltanissetta hanno accolto positivamente l’istanza sindacale e nella considerazione che, avverrà a breve il cambio di appalto, l’UGL ha richiesto la convocazione di una conferenza di servizi con l’azienda subentrante al fine di trattare tali delicati argomenti, domanda che è stata parimenti accolta dai Rappresentanti dell’ASP.

Continua a leggere

Flash_news

La Uil rivendica sviluppo vero e lavoro dignitoso

Pubblicato

il

Dalla manifestazione sindacale regionale di Catania e del Sud-Est, la Uil rilancia l’ allarme per i ritardi e le carenze della rete infrastrutturale che condannano la Sicilia all’arretramento. ” Rivendichiamo sviluppo vero e lavoro dignitoso. Lo facciamo partendo da Ragusa, provincia-simbolo del fenomeno migratorio e della piaga del caporalato. Ma dedichiamo anche ampio spazio e doverosa attenzione a criticità e prospettive del petrolchimico in Sicilia. Perché non è possibile guardare al lavoro presente e futuro della nostra Isola, senza tenere conto degli orizzonti di questo settore”. 

Lo afferma Luisella Lionti, segretaria organizzativa della Uil Sicilia con delega all’Area Vasta Palermo-Siracusa-Ragusa-Gela, che sottolinea “il peso preponderante del petrolchimico nell’export e nel prodotto interno lordo siciliano, quindi anche la necessità di una coerente previsione di investimenti regionali del Piano di ripresa e resilienza per il consolidamento del comparto e la transizione energetica”. Proprio in considerazione della “rilevanza strategica” dei poli di Priolo, Augusta, Gela e Milazzo dal podio della manifestazione in piazza Roma a Catania è intervenuto Salvo Di Giandomenico, lavoratore della Eni di Priolo e delegato Uiltec. Di Giandomenico ha detto, tra l’altro: “Il settore petrolchimico in Sicilia vive una condizione di profonda sofferenza, tra lo stato confusionale e la nebbia di prospettive. Il Polo siracusano rappresenta l’espressione lavorativa della Sicilia Orientale con circa 10 mila dipendenti, ma resta in attesa di risposte sul futuro. La soluzione per superare l’attuale stato di crisi e l’opportunità di traguardare gli obiettivi della transizione energetica non può solo e sempre passare dai sacrifici chiesti ai lavoratori. Le soluzioni per rialzarsi passano attraverso la realizzazione dei progetti di investimento proclamati delle aziende. Questo è ancora oggi il polo energetico più importante del nostro Paese. La dichiarazione di Area di crisi complessa può aiutare, ma non è la panacea di tutti i mali”. “Non dimentichiamo, poi, Gela. I livelli occupazionali attuali sono insoddisfacenti. Esistono alcuni progetti che vanno realizzati per consentire ai tanti lavoratori del territorio, oggi in giro per il mondo, di poter tornare a lavorare nel loro Paese. Infine, ma non ultimo, Milazzo. Con la propria raffineria e la centrale termoelettrica continua a dare un importante contributo, ma servono investimenti in riconversione perché resti quel polo strategico per l’economia siciliana qual è sempre stato”

Continua a leggere

Flash_news

L’Ugl- Fna difende i dirigenti comunali dagli attacchi del sindaco Greco

Pubblicato

il

L’ Ugl FNA con il segretario provinciale Filippo Cricillà interviene sulla vicenda del duro attacco che il sindaco  Lucio Greco, ha rivolto ai dirigenti del Comune per non aver dato seguito al suo “indirizzo politico” sulla vicenda che afferisce al cimitero Farello, poiché a suo dire, i taluni dipendenti non hanno organizzato interventi che 
prevenissero il pantano, che ha creato nei giorni della ricorrenza dei defunti, un deprecabile disservizio a chi si è recato nel cimitero.”Ricordiamo al Sindaco – dice –  che nell’ordinamento amministrativo non 
esistono gli indirizzi politici, bensì i normali atti amministrativi che impongono gli esecutori al 
rispetto dell’obbligo stesso. Perciò la terminologia farlocca “indirizzo politico” può solo trovare 
riscontro nelle sedi politiche, piuttosto che nei luoghi amministrativi.E’ necessario rammentare al Sindaco che, quale ufficiale del Governo, è chiamato ad adottare con atto motivato provvedimenti, anche contingibili e urgenti nel rispetto 
dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana, che sono cose ben diverse dai cosiddetti “indirizzi politici”. Si spera che, ancor prima di accusare il prossimo, tali provvedimenti esecutivi esistano nel contesto amministrativo che lo Stesso rappresenta.Contrariamente, il Sindaco farebbe cosa buona e giusta ungersi di umiltà, invece di  preannunciare provvedimenti nei confronti dei dirigenti e chiedere scusa alla cittadinanza amministrata”In conclusione luglio  ritiene il comportamento del 
Sindaco inappropriato e scorretto, verso i dipendenti comunali molto spesso disagiati e vessati
dalle varie incombenze affidate, specie in un periodo che li ha anche visti obbligati ai tanti sacrifici
voluti dalla ormai concreta realtà pandemica.L’anzidetto comportamento presuppone ancor prima di agire, un confronto con le Parti sociali, confronto a cui l’Ugl si rende disponibile a partecipare.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852