Seguici su:

Politica

Brambilla: “felice di essere candidata nel collegio uninominale di Gela”

Pubblicato

il

“Sono felice di essere qui, in questa terra meravigliosa che amo e che conosco, per la quale c’è molto da fare su tutti i fronti che rappresentano da sempre il mio impegno di vita”. Con queste parole, oggi pomeriggio a Caltanissetta, l’on. Michela Vittoria Brambilla, candidata alla Camera nel collegio uninominale di Gela per il centrodestra, ha dato il via alla sua campagna elettorale, rivolgendosi ai dirigenti, ai militanti, ai simpatizzanti di FdI, Lega, Fi e Noi moderati.

“Mi hanno candidato – ha proseguito – i leader della coalizione nella quale tutti ci riconosciamo. Ho chiesto e ottenuto l’onore di essere candidata qui, per contribuire allo sviluppo di questa terra, soprattutto sui temi che mi impegnano da sempre. A cominciare dal turismo, che deve assolutamente esser rilanciato. L’elevata stagionalità dei flussi turistici è un problema che affligge in particolar modo il Mezzogiorno. Al turismo balneare si riferisce, nell’area, il 41,2 per cento della domanda. Il turismo della cultura muove solo il 15,7 per cento degli arrivi: assurdo, se consideriamo il patrimonio culturale, e specialmente archeologico, delle destinazioni meridionali e di quelle siciliane in particolare. Ci vuole una strategia per i singoli prodotti turistici. Aggregare informazioni, immagini e modalità d’accesso ai servizi, come ha fatto la Regione mettendo online, qualche settimana fa, la nuova piattaforma per valorizzare e comunicare in modo unitario i 14 parchi archeologici siciliani vuol dire consentire una fruizione più ordinata e organizzata: è la direzione giusta. E pensate, per fare un altro esempio, alle potenzialità del turismo enogastronomico. Ma i visitatori devono poter arrivare: bisogna creare o potenziare le infrastrutture viarie e ferroviarie a partire dagli hub aeroportuali e digitalizzare i servizi”. L’ex ministro ha affrontato anche il tema della salvaguardia dell’ambiente, che va garantita mantenendo l’equilibrio tra salute e lavoro, quello delle ricadute positive del rapporto con gli animali d’affezione e la piaga del randagismo, che ha costi sociali ed economici ormai insostenibili.

“La nostra forza – ha ripetuto l’on. Brambilla – è l’unità e uno dev’essere il nostro obiettivo: che il governo di Roma, quello della Sicilia, i parlamentari eletti qui, gli amministratori locali condividano gli stessi intenti, lo stesso progetto di governo. Solo così arriveranno i risultati che giustamente vi attendete. Mi presento come candidata veramente “di coalizione”, indipendente in quanto “candidata di tutti i partiti” dello schieramento. Sono qui per mettere al vostro servizio ciò che sono e ciò che so, perché ho un compito da svolgere. Sono qui per ascoltare, per diventare un interlocutore stabile, per realizzare i nostri obiettivi”.

All’aeroporto di Catania, l’ex ministro è stata accolta, tra gli altri, dall’ing. Salvatore Cocina, dirigente generale del Dipartimento della Protezione civile della Regione, con cui ha parlato dell’organizzazione e dell’azione del Dipartimento e dell’importante apporto fornito in questo settore dalle imprese del volontariato. Prima di incontrare gli esponenti locali di FdI, Lega, e Noi moderati, e di partecipare alla manifestazione di Fi per la presentazione della candidatura del sen. Renato Schifani alla presidenza della Regione, l’on. Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, ha visitato il canile di Montedoro di san Cataldo, che ospita 700 cani ed è convenzionato con numerosi Comuni della zona: purtroppo le rette sono bassissime e spesso non vengono pagate.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

Greco propone il patto di responsabilità all’opposizione di centrodestra

Pubblicato

il

Ultimo tentativo del sindaco Lucio Greco  per allargare il consenso attorno alla  sua amministrazione.  Ha pochi  giorni di tempo per esplorare  la volontà delle altre forze di centrodestra di  sostenere il suo governo  di qui alla fine del suo mandato evitando ulteriori traumi alla città in aggiunta a quelli che ha: il bilancio bloccato, il rischio del predissesto, i dirigenti che fuggono  dal palazzo ( per ultimo va via il  comandante dei vigili urbani Giuseppe Montana che  aveva pure l’interim agli Affari legali), il personale tecnico al lumicino con i progetti finanziati che vanno a  rilento.

 Greco dovrebbe al centrodestra che è all’ opposizione un patto di responsabilità per la città e non un appoggio politico alla sua Giunta. Non ci dovrebbe essere dunque la partecipazione diretta  di chi accetta  al governo locale ma un appoggio esterno su  atti e progetti  per la città a cominciare dal  bilancio. 

 Sono in attesa i pro Greco che non accetteranno però soluzioni che prevedano il  dover governare con chi ha firmato la mozione di sfiducia.

Continua a leggere

Politica

Centocinque milioni di euro per le imprese Siciliane

Pubblicato

il

Un pacchetto di misure, per complessivi 105 milioni di euro, destinate dalla Regione Siciliana a incentivare la competitività delle imprese dell’Isola. “Competitività Sicilia” è suddiviso in quattro assi di intervento – “Fare Impresa”, “Ripresa Sicilia”, “Connessioni – Luoghi per l’innovazione”,  “Cluster Sicilia”  –  finanziati con risorse Fsc e Poc. Gli obiettivi sono rafforzare la competitività del sistema imprenditoriale siciliano, favorire lo sviluppo di poli di specializzazione e il riposizionamento di settori produttivi tradizionali, sostenere l’innovazione e la creazione di startup e nuova imprenditorialità da parte di giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni. «Una corposa azione che guarda al futuro del nostro sistema produttivo», l’ha definita il governatore Schifani. Per l’assessore alle Attività produttive Edy Tamajo, che ha presentato il pacchetto alle associazioni di categoria, «ogni avviso sarà concertato, la nostra scommessa è accelerare e snellire le pratiche»

Il vicepresidente della Commissione Attività Produttive dell’ARS on. Giuseppe Catania esprime grande soddisfazione per il pacchetto di misure presentato oggi dal Presidente Schifani e dall’assessore al ramo Edy Tamajo.

Un pacchetto di misure, per complessivi 105 milioni di euro, destinate dalla Regione Siciliana a incentivare la competitività delle imprese dell’Isola. “Competitività Sicilia” è suddiviso in quattro assi di intervento –  

Gli obiettivi sono: rafforzare la competitività del sistema imprenditoriale siciliano, favorire lo sviluppo di poli di specializzazione e il riposizionamento di settori produttivi tradizionali, sostenere l’innovazione e la creazione di startup e nuova imprenditorialità da parte di giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni.

“La sfida dell’innovazione, a mio avviso, rappresenta la strategia più efficace per competere al passo con i tempi rispondendo ai nuovi bisogni dei consumatori”- conclude.

Continua a leggere

Flash news

Vertice di maggioranza domani: azzeramento o cos’altro?

Pubblicato

il

Una giornata cruciale quella di domani. Il sindaco Lucio Greco ha convocato un vertice di maggioranza. Si saprà così come il primo cittadino vuole andare avanti.

Greco azzererà la Giunta per dare un segnale alla nuova Dc e ad eventuali ” responsabili del centrodestra? I margini di manovra sono troppo risicati. Qualunque cosa decida, il sindaco rischia di perdere pezzi.

Una crisi la cui soluzione è un rebus.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852