Seguici su:

Attualità

Confcommercio : “Si riparte ma i ristori hanno coperto solo il 20% delle perdite”

Pubblicato

il

Si riparte. Da domani, martedì 1 giugno, i ristoranti potranno riprendere, a pranzo e cena, il servizio ai tavoli anche al chiuso, come previsto dagli ultimi decreti approvati dal Consiglio dei  Ministri.
Nel contesto di questo stesso decreto, il coprifuoco dal 7 giugno sarà slittato alle 24.00, per poi essere del tutto abolito dal 21 giugno, sono già tornate ad essere aperte le palestre così come i centri commerciali nel fine settimana.
Si potranno festeggiare i matrimoni e le feste, ma dal 15 giugno e solo con il green pass, mentre dal primo luglio si potranno di nuovo organizzare i convegni.

“Abbiamo riscontrato un’attenzione importante da parte dei consumatori – dicono in una nota il presidente Confcommercio Francesco Trainito, il presidente Fipe Paolo Armando Grimaldi e Federfiori Daniela Cammalleri – come se si volesse cercare di recuperare il perduto, siamo certi che questa tendenza si confermi anche nelle prossime settimane, visto e considerato che, fortunatamente, stiamo entrando nel vivo della stagione estiva”
“Ancora sono molti- continuano –  i problemi legati ai ristori inadeguati rispetto alle perdite subite.Da una nostra attenta analisi, con riferimento alle indicazioni arrivate da un campione di associati, possiamo affermare che, allo stato attuale, i ristori sono serviti a coprire in media meno del 20% delle perdite, con un grave danno che andrà a ripercuotersi sulle scelte future delle imprese del settore.Confcommercio Ascom Gela, come da quando è stata fondata, resterà sempre accanto ai propri associati, in modo tale da rappresentare le problematiche delle singole categorie nei tavoli istituzionali ed oggi, più di prima, l’azione sindacale delle Associazioni Datoriali è sempre più necessaria”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. In  cerca di soluzioni

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852