Seguici su:

Lotta alla pandemia

Covid e scuole: per il sindaco di Gela bisogna coinvolgere i pediatri

Pubblicato

il

L’emergenza Covid e la convivenza col virus all’interno delle scuole. Si è parlato di questo, stamattina, nel corso di una riunione in videocollegamento con la Prefettura alla quale il Sindaco Lucio Greco ha preso parte insieme ai colleghi della provincia, alla direzione strategica dell’ASP e ai dirigenti scolastici. In questa fase in cui i numeri relativi ai contagi stanno concedendo una tregua, si spera duratura, è fondamentale gestire l’emergenza pandemica tra i banchi di scuola, per garantire la sicurezza degli alunni, facilitare la loro individuazione in caso di positività o di contatti con soggetti positivi, attivare subito la dad e agevolare il rientro, col tampone negativo, una volta ultimata la quarantena.

Nel prendere la parola, il Sindaco Greco ha sottolineato come anche a Gela la curva epidemiologica si sia invertita da diversi giorni, rimarcando che se da un lato questo rasserena, dall’altro non deve far abbassare la guardia. Riflettori puntati, poi, sulla campagna vaccinale degli studenti. “E’ fondamentale stabilire come organizzarla e affrontarla al meglio, – ha dichiarato il Primo Cittadino – e su questo mi piacerebbe che ASP e dirigenti scolastici ci indicassero la via migliore sulla quale le Istituzioni muoverci. Ci sono numerose famiglie che hanno forti resistenze e grande preoccupazione per i figli, soprattutto per quelli in tenera età, e mi chiedo se non sia il caso di coinvolgere da subito i pediatri. Dobbiamo fare in modo che questa campagna vaccinale decolli e possa contare su una significativa partecipazione, finendo col ridurre ulteriormente quella piccola parte della popolazione locale che ancora non si è immunizzata. Tutti, in questo momento, siamo chiamati ad essere propositivi e a mettere in campo impegno, dedizione e collaborazione per aiutare la tenuta di un sistema che si sta muovendo in una fase emergenziale molto delicata”.

Il tavolo tecnico si è aggiornato al prossimo martedì per fare il punto della situazione a distanza di una settimana e capire come e dove, eventualmente, accelerare e/o apportare modifiche.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lotta alla pandemia

Aggiornamento in Italia sul Covid

Pubblicato

il

Il ministro della Salute dell’esecutivo uscente, Roberto Speranza, raccomanda al futuro nuovo governo di proseguire la campagna vaccinale e incentivare le quarte dosi. Intanto, in Giappone, sono state scartate 13 milioni e mezzo di dosi scadute di AstraZeneca, dopo che le autorità mediche hanno deciso lo stop alla distribuzione del vaccino.

I dati in Italia

Le persone che hanno contratto il virus in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 22.529.252. Di queste 177.150 sono morte, mentre 21.884.153 sono guarite o sono state dimesse. L’ultimo bollettino registra 20 persone positive decedute e 28.509 nuovi casi accertati. I pazienti positivi al virus attualmente ricoverati in terapia intensiva sono 133 (5 in meno rispetto al giorno precedente, i nuovi ingressi sono 10). I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 147.359. La Lombardia è la Regione con il maggior incremento di positivi in 24 ore: sono 4.896.

Continua a leggere

Lotta alla pandemia

Coronavirus sotto i minimi storici

Pubblicato

il

Caltanissetta: A Gela i positivi sono 101. Nelle ultime 24 ore riscontro di 7 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 2 pazienti di Caltanissetta, 2 di Gela, 2 di San Cataldo e 1 di Niscemi. Ricoverati in degenza ordinaria: 1 paziente di Mussomeli, 1 di San Cataldo e 1 proveniente da fuori provincia. Dimesso dalla degenza ordinaria 1 paziente di Niscemi. Guariti da Covid-19: 8 pazienti di Caltanissetta, 4 di San Cataldo, 3 di Gela, 1 di Mussomeli e 1 di Serradifalco.

Continua a leggere

Lotta alla pandemia

Covid: si alza il dato regionale. Nella provincia nissena numeri modesti

Pubblicato

il

Inversione di tendenza. Dopo il costante trend di decrescita, nella settimana dal 19 al 25 settembre tornano a salire le nuove infezioni, in linea però con la tendenza nazionale. I nuovi positivi sono 6.467 (+6.8%), con un valore cumulativo di 135 casi su 100.000 abitanti. Il maggior numero di contagi è nelle province di Siracusa (207/100.000 abitanti), Messina (191/100.000) e Catania (144/100.000).  Questi i dati dell’ultimo bollwtyino settimanale diffuso dal dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale alla Salute.

Nella provincia nissena nel corso delle ultime 24 ore riscontro di 23 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 7 pazienti di San Cataldo, 6 di Gela, 5 di Caltanissetta, 2 di Niscemi, 1 di Butera, 1 di Resuttano e 1 di Riesi. Ricoverato in degenza ordinaria 1 paziente di Niscemi. Dimesso dalla degenza ordinaria 1 paziente di Gela. Guariti da Covid-19: 7 pazienti di Mussomeli, 6 di Caltanissetta, 3 di Gela, 3 di Niscemi, 3 di San Cataldo, 1 di Santa Caterina Villarmosa e 1 di Serradifalco.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852