Seguici su:

Politica

Cuffaro: nessuna alleanza fra DC Nuova e Udc

Pubblicato

il

“Nessuna alleanza tra la DC Nuova, che io rappresento, e l’UDC di Decio Terrana”. Lo afferma il commissario regionale della DC Nuova, Salvatore Cuffaro, smentendo quanto detto in un’intervista televisiva da Decio Terrana e Pino Pellegrino. “Mi fa specie vedere che la prima immagine dell’intervista sia una foto di un evento proprio della Democrazia Cristiana Nuova, che dicono essere una bandiera senza vento, ma che ha prodotto grandi risultati alle scorse elezioni. Smentisco con veemenza – prosegue – che ci sia “commistio” tra la DC e l’UDC. I simboli sono importanti ma non essenziali: quando l’esercizio di utilizzo degli stessi è privo di contenuti si dissolve in una dozzinale operazione di marketing, dalla quale mi dissocio categoricamente”.
“All’intento propagandistico che segue una logica commerciale, come se i valori fossero beni materiali e non patrimonio immateriale, rispondo che la Democrazia Cristiana è innanzitutto di chi l’ha fondata: di Don Sturzo, di Alessi, di De Gasperi, e di tanti altri. Ma noi vogliamo, sopra ogni cosa, che la Democrazia Cristiana Nuova torni ad essere delle persone, ed è Nuova non perché è diversa ma perché è rinnovata nella sua capacità di comunicare e nelle intuizioni, ed è con questo spirito che vogliamo che torni a vivere nel cuore di molti”, continua.
“Vogliamo riportare nella scheda elettorale un’idea dal cuore antico ma innovativa che – aggiunge – possa concretizzarsi con l’unico modo che conosco e cioè mettendo a servizio delle persone e dei cittadini, donne e uomini giovani e capaci, spinti da una forte motivazione, senza permettere a volti riciclati di inquinare questo progetto. Non siamo interessati a “liti in famiglia”, a pettegolezzi sterili o ad autoproclami, siamo concentrati a lavorare per ricostruire il partito in Sicilia con entusiasmo e lealtà. Vogliamo rendere la Democrazia Cristiana un partito plurale e popolare, capace di entusiasmare ma senza mai abbandonare il senso di responsabilità: una DC nuova, libera, aperta e democratica per far tornare i valori della dottrina sociale della chiesa, valori per noi non negoziabili”.
“Lavoriamo ad un progetto credibile che esercita la Democrazia partendo dal partito stesso, cominciando dalla campagna tesseramento per poi passare al congresso regionale in cui saranno gli iscritti a votare la classe dirigente e le cariche del partito regionale, nessuna figura calata dall’alto. Sono i giovani i veri protagonisti di questa mia impresa”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

Romina,Lucio e Marco festeggiano senza Michele.Prove tecniche di campagna elettorale?

Pubblicato

il

Romina, Lucio e Marco : un tris da attenzionare.Erano soli, soletti ieri sera all’inaugurazione di viale Mediterraneo. Nessuno di Forza Italia. I rapporti politici tra Lucio Greco e il deputato forzista Marco Falcone sono antichi. Durante la prima candidatura di Greco fu  Falcone a far pendere la scelta di Forza Italia su Greco piuttosto che sull’ex senatore azzurro Pellitteri . Ed è legato a Falcone pure il presidente del consiglio Totò Sammito che si è candidato due volte nella lista civica di Greco, ora correrà per le Regionali ma, chissà perché, non ha ancora concretizzato il pluri annunciato passaggio a Forza Italia. Anche tra Romina Morselli e Marco Falcone c’è un rapporto politico forteA lui sindaco ed assessore si sono rivolti per fare sì che la giunta regionale approvare la delibera sul progetto Una via e tre piazze. Ci sono voluti due mesi ma l’obiettivo è stato centrato. In campagna elettorale, Falcone è venuto a raccogliere i frutti  nella Gela che non gli ha perdonato le vane promesse sul dragaggio del porto.Ma su questa vicenda non è solo. Tanta esultanza da parte del sindaco, della Morselli e del suo movimento per l’arrivo di Falcone con la delibera del progetto Una via, tre piazze in tasca. Ci avevano provato i  forzisti di Mancuso a spostare l’asse verso di lui per il progetto Una via, tre piazze ma la Morselli ebbe una reazione durissima così come il sindaco. Niente meriti a Mancuso e quasi una crisi politica per le fughe in avanti del capogruppo azzurro Saro Trainito.Ora Romina, Lucio e Marco hanno fatto.festa nel mezzo cantiere realizzato e con la delibera di un altro cantiere da aprire. Milena è lontana, Michele pure. Come non leggere nel taglio del nastro di viale Mediterraneo un segnale delle mosse politiche  in fieri  del sindaco e del suo movimento? L’assenza dei forzisti mancusiani la dice lunga.

Continua a leggere

Flash news

Una maggioranza paralizzata

Pubblicato

il

Tutto fermo: maggioranza paralizzata sui grandi temi. Non c’è intesa sul regolamento delle case abusive e si torna in aula la prossima settimana senza la certezza che la maggioranza abbia i numeri per poter approvare l’atto. La riunione dei capogruppo è andata deserta: non c’è neanche l’interesse a partecipare alla stesura dell’ordine del giorno.

Sul consiglio monotematico da dedicare al termovalorizzatore ( chiamiamolo così per comodità) tutto tace.

La maggioranza ed il sindaco non si sono confrontati e sarà la consigliera pentastellata a chiedere quella seduta dato che la coalizione di governo non si muove. Una coalizione che ha esponenti capaci di trovare il tempo per scrivere lunghi comunicati di attacco agli alleati. Per litigare sono vispi e in buona salute! Per il resto la maggioranza non esiste. Troppo distante da Greco e troppo presa dalle elezioni regionali.Il resto può aspettare

Continua a leggere

Flash news

I centristi dell’Udc pronti alle elezioni di Butera, Niscemi e Sommatino

Pubblicato

il

I centristi dell’Udc concentrati nell’organizzazione delle elezioni Amministrative della parte sud della Provincia. Un’attività che,- secondo quanto riferisce il segretario provinciale Silvio Scichilone- ha messo in evidenza  la  forte capacità attrattiva che ancora ha il partito». L’Udc ha scelto le sue alleanze guardando ai candidati a sindaco e al programma di governo. A Niscemi a fianco di Massimiliano Conti, l’Udc partecipa con una sua lista che sarà capeggiata dal consigliere ed assessore Aldo Allia. A presentarla c’era, ed ha un significato forte, il capogruppo all’Ars dell’Udc Eleonora Lo Curto. A Butera lo scudo crociato sostiene il progetto civico del candidato Pd Giovanni Zuccalà perchè “unisce soggetti esperienti con giovani leve”. Nella lista al consiglio comunale la dott. Elisabetta Pasqualetto moglie di Scichilone e Filippo Chiolo.
«Sia a Butera che a Niscemi – dice il segretario provinciale – in caso di vittoria dei candidati a sindaco che appoggiamo, l’Udc avrà un assessore in Giunta».
A Sommatino la scelta dell’Udc è stata indirizzata sulla proposta civica del candidato Totò Letizia ed in lista ci sarà Liborio Cravotta.  

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie