Seguici su:

Flash news

Calcio, A. Gela: attesa per l’esito della domanda di ripescaggio

Pubblicato

il

È atteso in questi giorni il responso della Lega nazionale dilettanti sicula in merito alla domanda di ripescaggio dell’A. Gela. La squadra biancazzurra, punta al “salto” in Promozione, forte delle proprie ambizioni. Nella relazione inviata alla Lnd Sicilia la società fa riferimento a tutti quegli elementi che le consentirebbero di beneficiare del ripescaggio: l’appartenenza ad un territorio importante, un vasto bacino di abitanti, una tradizione sportiva dal grande blasone. La dirigenza biancazzurra prosegue nel frattempo sul fronte dell’azionariato popolare: idolo decine i possibili nuovi soci che si sono fatti avanti non solo da Gela ma anche da paesi esteri.

È lo stesso Maurizio Melfa, ad di Meic Services e anima del progetto sportivo che unisce Melfa’s Gela basket e A. Gela, a spiegare gli obiettivi della società: «Stiamo cercando di portare avanti una vera e propria battaglia culturale – dice Melfa -, da noi l’azionariato popolare ha sempre fatto cilecca ma stavolta notiamo qualcosa diverso, tanti gelesi ci chiamano così come mostrano interesse e vicinanza alcuni investitori dall’estero. Tutto questo ci inorgoglisce. L’obiettivo sostanziale è quello di crescere, puntando su calcio e basket come un tutt’uno». Oggi la squadra biancazzurra si ritrova allo stadio “Vincenzo Presti” agli ordini di mister Mirko Fausciana per l’inizio della preparazione atletica e dare ufficialmente inizio alla stagione calcistica 2021/22.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Belpasso: ritorna il Mechané Festival, palcoscenico di bellezza e cultura

Pubblicato

il

Ritorna a Belpasso un appuntamento imperdibile: il Mechané Festival, giunto alla sua terza edizione. Il festival si svolgerà dal 27 luglio al 6 agosto con un programma ricco di appuntamenti che trasformerà Belpasso in un palcoscenico di eventi imperdibili. Sarà un’esperienza coinvolgente ed emozionante in cui i partecipanti potranno immergersi in eventi culturali e non solo perché a caratterizzare il Mechané Festival saranno anche le spaccate dei Carri di quattro dei quartieri belpassesi.

Le incantevoli macchine sceniche barocche, infatti, ben rappresentano, contraddistinguono ed esaltano l’identità culturale e creativa di Belpasso. «Un evento che negli anni si è arricchito di appuntamenti collaterali, creando intorno a esso un festival dall’identità culturale e artistico davvero unico: il Mechanè Festival – spiega Carlo Caputo, sindaco di Belpasso -. Ho da sempre creduto nel valore artistico dei carri, sin dalla mia prima sindacatura, lavorando affinché si realizzassero i tre capannoni di Santa Lucia. Oggi credo altrettanto fortemente nel valore di questo festival che ospiterà una serie di eventi imperdibili tra musica, arte e cultura e che darà la possibilità di mostrare, soprattutto ai numerosi turisti che durante i mesi estivi arrivano a Belpasso, la bellezza del lavoro delle maestranze e dei devoti, e non solo».

Saranno dieci giorni straordinari, dove la cultura, l’arte e la musica si fondono per creare un’esperienza unica e indimenticabile. Il Mechané Festival è pronto a sorprendere con emozioni, spettacoli e incontri che rimarranno nel cuore di tutti i partecipanti. L’evento è organizzato dalla Fondazione Carri di Santa Lucia, la Proloco di Belpasso, patrocinato dall’Assessorato Regionale allo Sport, Turismo e Spettacolo, dall’Assemblea Regionale Siciliana e dal Comune di Belpasso.

Continua a leggere

Flash news

Pef e Tari: il M5s contro il populismo insipiente

Pubblicato

il

Sulla vicenda Pef e aumento tariffe il gruppo del Movimento 5 stelle guidato da Francesco Castellana prende atto che le forze politiche rimaste fuori dalla contesa elettorale e che oggi non hanno rappresentanza politica in consiglio comunale, hanno praticato un esercizio di populismo insipiente volto a provocare terrorismo e nel tentativo becero di suggestionare negativamente la cittadinanza gelese .

“Tentativo maldestro non riuscito – sottolinea Castellana – perché i cittadini sono ben documentati e ben si aspettavano tale incremento delle tariffe, come atto necessario per uscire fuori dallo stallo del dissesto. Nessuna provocazione riuscita da tali populisti in salsa destrorsa, o da parte di chi ha invocato in campagna elettorale capacità tecnocratiche per poi scivolare in tale grossolana provocazione, con il solo scopo di impressionare il popolo gelese.Ma nessuno si è impressionato e tali provocazioni non sono state raccolte dai cittadini che, ripeto, sono consapevoli del fatto che un tempo di ristrettezze serve per superare lo stallo del dissesto .

” Ma attenzione! – continua Castellana- Siamo ben consapevoli che una rigida e rigorosa procedura normativa deve essere rispettata. Ad esempio è proprio il testo unico degli enti locali a stabilire che, in caso di dissesto i tributi dovranno aumentarsi al massimo della tariffazione e ciò per non provocare altri debiti fuori bilancio. Ecco allora preferiamo il tecnicismo al populismo insipiente, qiando giocoforza la politica deve chiedere aiuto necessariamente e in modo ieratico alla tecnocrazia. Non convince nemmeno il corollario secondo cui chi paga le tasse e’ costretto a pagare di più anche per colpa degli evasori .Volevo ricordare che siamo in dissesto e la legge impone di conteggiare anche i tributi non riscossi ( nel pef )”

Continua a leggere

Attualità

I topi del Lungomare e il sindaco che invita i gelesi a lavare in casa i panni sporchi

Pubblicato

il

La presenza massiccia di colonie di grossi topi al Lungomare è dovuta anche al fatto che all’Orto Paqualello sono stati fatti i lavori di bonifica. Il sindaco Terenziano Di Stefano assicura da domani la derattizzazione della zona balneare.

L’iniziativa giunge dopo un video sui social che è diventato virale con sei topi che gironzolavano indisturbati mentre girando l’angolo c’erano tante persone- anche famiglie con bambini- che passeggiavano al Lungomare.

Il sindaco si è rivolto ai cittadini chiedendo di non fare danni all’immagine della città postando video di quel genere che non si cancellano mai.

Di Stefano chiede che vengano girati a lui e agli assessori assicurando un pronto intervento. Insomma niente social ma più comunicazione diretta con chi governa per segnalare problemi che si verificano ovunque ma che sbattuti sui social fanno danno alla città. I panni si lavano in casa: è il principio del primo cittadino. Ma per farlo deve esserci …l’acqua.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852