Seguici su:

Attualità

Emergenze e urgenze in gastroenterologia, a San Cataldo esperti a confronto da tutta Italia

Pubblicato

il

“La gestione integrata delle emergenze-urgenze in gastroenterologia” è questo il titolo del congresso che si svolgerà nell’auditorium “Gaetano Saporito” di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, il 24 e 25 giugno. Nel corso del congresso, presieduto dai responsabili scientifici Salvatore Camilleri e Marcello Maida, si confronteranno i gastroenterologi provenienti da tutta la Sicilia e da altre parti d’Italia.  Sarà presente anche il professore Armando Gabbrielli, del dipartimento di Medicina dell’Università di Verona, che metterà a confronto le esperienze delle regioni Sicilia e Veneto nel campo della gastroenterologia. “L’emergenza-urgenza – spiega Salvatore Camilleri, direttore dell’Unità Operativa di Gastroenterologia degli ospedali riuniti Sant’Elia-Maddalena Raimondi – rappresenta uno dei momenti più drammatici cui può imbattersi il gastroenterologo endoscopista. La competenza e l’abilità dell’endoscopista può salvare il paziente da morte. Quindi è importantissimo conoscere tutte le tecniche e le linee guida su tutte le emergenze che possono sopraggiungere. Il congresso nasce anche in corrispondenza dell’istituzione, da parte della Regione, della rete dell’emergenza dividendo i centri endoscopici in centri hub e centri spoke. I primi trattano le emergenze più gravi e i secondi hanno il compito di valutare l’emergenza e, se non si può intervenire, trasferire il paziente nei centri hub. E’ chiaro che la rete è appena nata e ha delle sue criticità e quindi il convegno si pone come obiettivo quello di metterle a fuoco e cercare di risolverle. Tra le emergenze più difficili da trattare vi sono sicuramente quelle emorragiche perché, se sono copiose, la visibilità all’interno di colon e stomaco è problematica. In questo caso l’abilità e l’esperienza dell’endoscopista fa la differenza. Emergenze riguardanti l’ingestione di corpi estranei sono meno difficoltose per noi perché, salvo qualcuno particolarmente grande o difficoltoso da rimuovere, in genere riusciamo a risolverle senza problemi grazie ai device a disposizione. Per quanto riguarda l’ingestione di caustici invece il nostro compito riguarda la valutazione della gravità e il trasferimento del paziente nel reparto dove dovrà essere trattato, perché in quel caso il danno si fa al passaggio del prodotto ingerito”. Recentemente l’Unità Operativa di Gastroenterologia di Caltanissetta ha presentato uno studio a un congresso internazionale in Giappone. “Lo studio – spiega Camilleri – è stato fatto dal dottore Marcello Maida, che è il corresponsabile scientifico del congresso, e ha riguardato la preparazione delle colonscopie. Abbiamo cioè studiato un nuovo prodotto che consente l’esecuzione delle colonscopie con un’ingestione minima di liquidi. Il paziente dovrà ingerire un solo litro invece dei 2 o 4 previsti. I risultati sono stati ottimi”. Parallelamente si svolgerà il workshop dedicato agli infermieri. “Ci saranno tre relazioni – spiega Angelo Taci, coordinatore infermieristico della Gastroenterologia degli ospedali riuniti Sant’Elia-Maddalena Raimondi – una sulle competenze infermieristiche nel trattamento delle emorragie digestive superiori, un’altra che riguarderà l’endoscopia con videocapsula endoscopica in pazienti che hanno problemi di sanguinamento e infine gli aspetti medico legali legati alla professione. Il ruolo dell’infermiere nelle emorragie digestive è fondamentale sia nella fase acuta, sia nella fase post acuta quando può sopravvenire lo shock emorragico. E’ importante anche il supporto all’operato del medico sia da un punto di vista tecnico che clinico in quanto l’infermiere deve essere a conoscenza di tutti i devices utilizzati durante un’emergenza endoscopica perché può interessare lo stomaco, l’esofago o il duodeno e, a seconda del tipo di emorragia esistono devices diversi”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Il Rotary presenta il piccolo Paul umanoide

Pubblicato

il

Domani il Rotary club Gela presentera’ il piccolo Paul umanoide, progetto del Rotary distretto 2110 Sicilia-Malta.

A esporre il progetto sarà l’esperto in tecnologie digitali Salvino Fidacaro, Referente Piccolo Paul Rotary.

Tra le progettualità per il quale si immagina di impiegare l’umanoide piccolo Paul vi è l’interazione nel sociale, con i bambini e con il mondo della specialità.

“In questa giornata, intensa di appuntamenti – si legge in una nota – presenteremo l’umanoide ai ragazzi dell’istituto tecnologico Ettore Majorana con la dirigente Bentivegna, ed ai ragazzi studenti dell’istituto tecnico industriale Enrico Fermi con la dirigente Ciotta presso i rispettivi laboratori di robotica, dove l’esperto tecnologico avrà modo  di far vedere anche parte di sorgente della programmazione”.

A seguire l’umanoide piccolo Paul, incontrerà i piccoli del Rotary Junior alle ore 16.30 presso il PalaLivatino dove assieme alla maestra Filippa Ciaramella racconteranno una storia ai bambini e gli stessi potranno apprezzare l’interazione del piccolo Paul. In serata, alle ore 20:00 presso Palazzo Mattina, si terrà un focus sul tema tecnologia ed interazione sulla specialità, al quale parteciperanno l’ingegnere tecnologico Simone Siciliano, l’esperto tecnologie digitali Salvino Fidacaro referente delegato Rotary al progetto piccolo Paul distretto 2110 Sicilia-Malta, l’insegnante Filippa Ciaramella, e la Dottoressa Sara D’Amaro psicoterapeuta. Ciascuno di loro relazionerà in primis sulla tecnologia e i passi in avanti che la stessa sta facendo, ed a seguire l’importanza della relazione con i bambini e con la specialità.

https://drive.google.com/file/d/1wkf209Q__pecVVXceJ0KLTLJ3GCLVgXP/view?usp=sharing

Continua a leggere

Attualità

Eccellenze d’Italia, premiata azienda di Gela

Pubblicato

il

La Roma Costruzioni srl fra le Cento Eccellenze della migliore Italia. L’azienda gelese guidata da Giuseppe Romano è stata accolta questa sera nella sala Protomoteca in Campidoglio a Roma, dopo essere stata individuata e selezionata come eccellenza per la crescita del paese.

Un importante riconoscimento che premia la Roma Costruzioni per l’impegno nel rispetto dell’ambiente e per il principio di legalità e trasparenza che da sempre caratterizza l’operato dell’azienda.

“È motivo di lode per me e per la Roma Costruzioni – ha affermato l’amministratore Giuseppe Romano – aver contribuito fino ad oggi alla crescita del Paese. Continueremo a fare del nostro meglio, mossi dalla dedizione e dalla passione che da sempre ci appartengono. Dedico questo premio alla Roma Costruzioni: un’azienda, una squadra, una famiglia prima di tutto”.

La premiazione è stata coordinata dalla giornalista Alda D’Eusanio ed è stata aperta dai saluti istituzionali e dall’inno nazionale eseguito dalla banda musicale della Guardia di Finanza.

Continua a leggere

Attualità

Pronto il programma del Natale 2022 a Ragusa

Pubblicato

il

Pronto il programma del Natale 2022 di Ragusa. Si parte con gli eventi l’8 dicembre e finisce l’8 gennaio. Un arcobaleno di iniziative, mercatini, feste e solidietà. E’ stato presentato già ieri dall’amministrazione Cassì. Eccolo nel dettaglio:

A Gela non si parla di Natale, con 4 assessori mancanti fra cui quello al Turismo dimissionario dal luglio scorso. Sarà un Natale spoglio, come spesso accade.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852