Seguici su:

Attualità

Finanziamento 100% per centri ludici, comunità, case-famiglia

Pubblicato

il

Nuove opportunità per fare impresa e dare slancio ai servizi ed all’economia siciliana.

Bando FSC Residuo 2014-2020 e Anticipazione 2021-2027: La Regione Siciliana ha pubblicato il bando a sportello rivolto ai Comuni siciliani per servizi alla famiglia e interventi per realizzare nuove infrastrutture o recuperare quelle esistenti (asili nido e servizi integrativi prima infanzia, centri ludici e centri diurni per minori, comunità socio-educative, comunità alloggio per anziani e disabili, case-famiglia, consultori familiari polifunzionali)”.

Il bando è rivolto:

  • ai Comuni siciliani in qualità di Enti Locali, i quali possono partecipare anche in forma associata con altri Comuni           (Associazioni/Consorzi/Unioni) e/o con altri enti pubblici.
  • Nel caso di partecipazione di Comuni in associazione tra essi e/o con altri enti pubblici, i proponenti dovranno essere già costituiti nelle forme previste dalla normativa vigente,
  • Ogni Ente proponente potrà presentare massimo 2 proposte progettuali finalizzate alla realizzazione di diverse tipologie di intervento tra quelle previste dal bando.

Il bando FSC Residuo 2014-2020 e Anticipazione 2021-2027 prevede il finanziamento di interventi di investimento per Comuni anche associati riguardanti i seguenti ambiti:

  1. interventi di adeguamento e rifunzionalizzazione di edifici pubblici esistenti (comprese la fornitura di attrezzature e arredi) finalizzati a servizi per la prima infanzia fascia 0 – 3 anni conformi alle normative regionali di riferimento, ovvero asili nido, micro nido e servizi integrativi prima infanzia (spazi gioco e centri per bambini e famiglie);
  2. interventi di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici pubblici esistenti (comprese la fornitura di attrezzature e arredi) da adibire a centri di aggregazione per minori, centri ludici e centri educativi diurni rivolti alla popolazione di fascia di età 4-18 anni;
  3. interventi di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici pubblici esistenti (comprese la fornitura di attrezzature ed arredi), da adibire a strutture per anziani e persone con limitazioni nell’autonomia (centri diurni, strutture per dopo di noi, laboratori protetti, ecc.), anche considerando iniziative innovative nel contesto regionale;
  4. interventi di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici pubblici esistenti (comprese la fornitura di attrezzature e arredi) da adibire a consultori familiari polifunzionali 
  5. interventi di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici pubblici esistenti (comprese la fornitura di attrezzature e arredi) da adibire a case famiglia per donne vittime di violenza e in situazioni di fragilità.
  6.  nuove realizzazioni afferenti agli ambiti sopra individuati

La dotazione finanziaria del presente Avviso è di € 29.120.000,00, pari alla quota richiesta a valere sui Fondi “FSC Residuo 2014-2020 e Anticipazione 2021-2027”(Deliberazione della Giunta Regionale n. 289 dell’1 luglio 2021)

Il contributo finanziario in conto capitale viene concesso fino al 100 % dei costi totali ammissibili dell’operazione, determinati in applicazione delle pertinenti disposizioni comunitarie, anche in materia di progetti generatori di entrata. 

In caso di cofinanziamento il soggetto proponente al momento dell’ammissione al contributo finanziario, dovrà produrre il relativo atto di assunzione dell’impegno contabile.

Ciascun Comune in forma singola e/o associata potrà presentare al massimo due progetti dell’importo massimo ammissibile per ciascuno di € 600.000,00. In caso di presentazione di un solo progetto l’importo massimo ammissibile sarà di € 1.200.000,00.

Le domande firmate digitalmente, assieme al formulario e al piano di gestione previsti vanno inviate dal 14 al 28 febbraio 2022  all’indirizzo pec dipartimento.famiglia@certmail.regione.sicilia.it (indicando nell’oggetto: “Avviso a sportello per il finanziamento a valere sulle risorse “FSC Residuo 2014-2020 e Anticipazione 2021-2027”).

La scadenza dei termini per la presentazione delle istanze, inizialmente prevista per il 29 gennaio, è stata prorogata dal Dipartimento Famiglia con il decreto 46/2022, pubblicato sulla Gurs n. 5 del 28 gennaio: i Comuni che avevano già trasmesso le domande dovranno provvedere a nuova presentazione dei progetti.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Si concretizza un patto di collaborazione per l’emergenza educativa

Pubblicato

il

La società civile chiama a raccolta le famiglie per promuovere attività di volontariato educativo. Con questo scopo si è svolto l’evento “Piccole Lanterne”, promosso dall’Agesci Gela 4, dalla Parrocchia di Sant’Antonio e dall’Istituto Comprensivo “Ettore Romagnoli”. L’Agesci Gela 4, da trentacinque anni è impegnata in attività educative nel quartiere di Caposoprano, e chiama a raccolta le famiglie, promuovendo loro un percorso d’impegno nel volontariato educativo per favorire una genitorialità diffusa: forme d’impegno dirette nell’aiutare la crescita di bambini ragazzi e giovani.
L’incontro nella forma di un forum, alla sua prima edizione(visto il successo, seguiranno altre iniziative) è stato aperto dalla prof.ssa Rosetta Tannorella, capo gruppo Agesci Gela 4 , a seguire gli interventi del prof. Gianfranco Mancuso, della pedagogista Francesca Ballarino e del capo gruppo Marco Picchioni.
Molto chiara la prese di posizione del prof. Gianfranco Mancuso che auspica ancora una più condivisione tra la scuola che dirige e la Parrocchia di Sant’Antonio, offrendo la possibilità di aprire ancora di più la scuola al territorio che rischia, dopo la chiusura momentanea della scuola Enrico Solito, la desertificazione di presidi educativi proprio per la fascia da sei a dieci anni.
Le istituzioni intervenute sperimenteranno concretamente attraverso delle attività in comune un patto educativo di collaborazione.
Ad aderire al percorso si sono detti pronti una quindicina di genitori. La proposta dell’impegno educativo è stata formulata da Carmen Muccio, cofondatrice dell’Agesci Gela che ha invitato i presenti ad accendere la passione educativa per amore di questo territorio. A concludere il seminario “Piccole lanterne” è stato il Parroco, padre Michele Mattina ha invitato le famiglie ad impegnarsi nel tempo liberato da donare in modo gratuito all’educazione dei più piccoli.

“Questa sinergia- affermano i promotori dell’evento -è l’inizio di un percorso che vedrà una presenza attenta a salvaguardia e promozione dei presidi educativi esistenti, che vanno rinforzati perché possano moltiplicare il loro successo educativo”

Continua a leggere

Attualità

Gli sbandieratori di Gela animano la festa patronale di Acate

Pubblicato

il

Sbandieratori di Gela in trasferta ad Acate
Finita l’emergenza pandemica la gente torna per strada con la voglia di divertirsi e passare ore di spensieratezza. Ricominciano sagre e feste di paese e tra queste quelle dedicate ai santi patroni.

Ogni anno ad Acate, in provincia di Ragusa, la terza domenica dopo Pasqua, si svolge la festa in onore di San Vincenzo martire, protettore della città, di cui le sacre spoglie sono custodite nell’omonima chiesa

Ad Acate la festa del patrono San Vincenzo ha visto protagonisti in onore del santo il gruppo sbandieratori di Gela che continuano a portare alto l’orgoglio della città Federiciana con le bandiere raffiguranti le quattro porte di Terranova di Sicilia. Le bandiere al vento lanciate al cielo hanno divertito la comunità di Acate. Il gruppo era formato da Alessandro Guarnera , Luigi Maria Nasonte, Ferdinando Baldacchino , Alessandra Moscato, Valter Miccichè, Pino Lentini, Giovanna Famà, Gioele Gerbino.

Continua a leggere

Attualità

La legge dell’on. Di Paola è operativa: contributi per la parrucca alle pazienti oncologiche

Pubblicato

il

Il contributo per acquistare la parrucca  alle donne siciliane colpite dalla perdita di capelli per patologie oncologiche e da alopecia è realtà.Una battaglia tutta gelese che ha visto come protagonisti l’associazione Farc& C presieduta da Angela Lo Bello e il deputato pentastellato Nuccio Di Paola. L’esperienza quotidiana delle volontarie al reparto di Oncologia del Vittorio Emanuele, il confronto con  realtà di altre Regione, unite ad una politica  che vuole dare risposte ai cittadini, ha fatto la differenza.  “Dopo anni di battaglie, di interlocuzioni, di incontri, dopo aver presentato un disegno di legge a mia prima firma,  ce l’abbiamo fatta- dice l’on.Di Paola- grazie ad un nostro emendamento alla legge finanziaria, la Regione Siciliana erogherà alle pazienti oncologiche (che per via delle cure perdono i capelli) e di alopecia un contributo di 300 euro per l’acquisto di parrucche. Viene istituita anche la banca dei capelli, uno strumento fondamentale per sviluppare la cultura del dono, anche grazie al coinvolgimento delle tante associazioni che da anni operano a sostegno dei malati. Una misura di civiltà, che prevede uno stanziamento complessivo di 500 mila euro””Adeguiamo la Sicilia alle altre regioni d’italia che prevodono tale strumento da anni e proviamo a migliorare la qualità di vita di chi è in difficoltà” – conclude il deputato.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie