Seguici su:

sport

Gela calcio, giorni “sospesi” tra Eccellenza, Serie D e la sentenza Bellomo

Pubblicato

il

Il dato certo al momento è soltanto uno: il Gela calcio di diritto parteciperà al prossimo campionato di Eccellenza. La conduzione sportiva sarà nuovamente affidata al riconfermato diesse Alessandro Bonaffini, la guida tecnica invece – salvo clamorose novità – sarà ancora di mister Andrea Pensabene. Fin qui nulla di nuovo. Poi ci sono le suggestioni e le incognite. I contatti con il Canicattì, per rilevare dalla società biancorossa una matricola che vale la Serie D, da più di una settimana si sono arenati, ovvero da quando è uscito allo scoperto il forte interesse di Massimo Romagnoli.

Discorso chiuso del tutto? Nì. Perché da un lato i termini per effettuare il cambio di denominazione in caso di acquisizione di titoli sportivi è stato prorogato al prossimo 15 luglio, dall’altro perché l’interesse della dirigenza del Gela per il titolo del Canicattì continua ad essere forte. E lo è anche perché sul futuro del Gela nel prossimo torneo di Eccellenza si aggira come uno spettro l’incognita dei punti di penalizzazione rispetto al caso Bellomo. Il prossimo 27 giugno è attesa infatti la sentenza della Corte federale d’appello rispetto al ricorso della Procura dopo il -9 nel campionato 2023/24, cui il Gela era stato condannato dal Tribunale federale territoriale: una pena, secondo il procuratore Paolo Mormando, non realmente afflittiva.

Il Gela, tramite i suoi legali, ha ovviamente esposto anche in questa occasione le proprie ragioni che verranno esaminate, ma il rischio di una forte penalizzazione con cui presentarsi ai nostri di partenza del torneo è tutt’altro che trascurabile. Anche da qui la volontà della dirigenza gelese di non chiudere definitivamente le porte ad un Serie D che verrebbe affrontata senza penalizzazioni di classifica ma anche, presumibilmente, con un budget minore.

Perché impostare un campionato di Eccellenza con l’obiettivo di vincere richiede un investimento molto oneroso, fino al doppio di quanto costerebbe un campionato di Serie D impostato con l’obiettivo di mantenere la categoria. Definitive prese di posizione da parte della società gelese al momento non ce ne sono e la sensazione è che questa fase di stallo possa proseguire ancora per qualche giorno. Resta grande, sullo sfondo, l’attesa delle migliaia di tifosi biancazzurri. 

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

Summer Asi Exsport, giornate di sport e divertimento per tanti appassionati

Pubblicato

il

È in corso la sesta edizione del Summer Asi Exsport: l’iniziativa, cominciata ieri, si concluderà oggi. Tra il BCool beach e Piazza delle Tre Porte si tengono tornei, seminari e incontri dedicati allo sport sotto diverse sfumature: dagli scacchi al beach volley, dal karate alle discipline olistiche fino agli sbandieratori.

Spazio anche all’aspetto inclusivo con le esibizioni di beach volley e basket unificato che coinvolgono gli atleti dell’Orizzonte. Ad organizzare e promuovere l’evento è il presidente di Asi Caltanissetta, Salvatore Spinello. 

Continua a leggere

sport

Raduno Nazionale del Sud di Risiko

Pubblicato

il

Caltanissetta – Prima giornata di gioco del 54° Raduno Nazionale del Sud organizzato dal Risiko Club Ufficiale di Caltanissetta in collaborazione con Metarisiko Risiko Club on line e Spin Master Games.

 In mattinata una parte dei partecipanti, accompagnati da Maria Pia Matraxia e Giancarlo Ciulla, hanno fatto una visita guidata nel centro storico della Città sotto la guida dell’Arch. Giuseppe Saggio. 

Nel pomeriggio si è iniziato a giocare: 82 i giocatori iscritti 80 i partecipanti con venti tavoli di gioco. Il regolamento nazionale  prevede che con 80 partecipanti ci siano 32 semifinalisti attraverso una classifica formata dalla somma dei punti di due turni di gioco. Dopo i due turni di gioco sono stati ammessi agli otto tavoli delle semifinali in ordine di classifica ( tra parentesi il Risiko Club di appartenenza): Lorenzo Maschietto ( Il Grifone Venezia), Davide Intravaia (Word Domination Acireale), Dario Facchinetti (Le Mura Bergamo), Alessandro Pillitteri (RCU Milano), Andrea Forno (ToRisiko! Torino), Stefano Baldazzi (il Cannone Faenza), Matteo Squillaci (Risiko dello Stretto Messina), Claudio La Monica (Eagles Palermo), Alessandra Fortunato (Il Maialino Modena), Nicolò Pillitteri (Eagles Palermo), Marco De Simone (Il Gufo Roma), Bruno Scottà (Il Grifone Venezia), Gianluigi Bovo ( I Masnadieri Castelfranco Veneto), Simone Ziz  ( Il Grifone Venezia), Federico Granata ( Word Domition Acireale), Andrea Parodi (Borgo Pila Genova), Dario Aceti (Monzamici Monza)), Aurelio Mazzè (Eclettica Caltanissetta), Michele Cammarata (Eclettica Caltanissetta), Davide Pavone (Il Grifone Venezia), Alessio Sansoni (Eclettica Caltanissetta), Giuseppe Sterlicchio (Risik’arè Barletta), Martino Brucato (Eclettica Caltanissetta), Daniele Todeschini (Word Dominition Acireale), Mariella Brucculeri (Eclettica Caltanissetta), Giancarlo Nicoletti (Il Gufo Roma), Giorgia Moscarelli (Eclettica Caltanissetta), Maria Pia Matraxia (Eclettica Caltanissetta), Valerio Mascagna (Il Maialino Modena), Giuseppe Corsello (Il Passatempo Siracusa), Giorgio Assenza ( Il Passatempo Siracusa), Antonio Condorelli (Word Dominition Acireale). 

Sempre ier il Risiko Club nisseno ha voluto ringraziare il direttore Antonio Leonardi consegnandogli una targa dedicata, per la disponibilità e gentilezza dimostrata nell’occasione.

“Il direttore Leonardi ci ha supportato e sopportato, dandoci una grande mano di aiuto in questa importante occasione che per noi è stato un banco di prova per futuri eventi. – dichiarano dal direttivo del Club nisseno – Essere riusciti a raggiungere gli 80 partecipanti ci proietta in una dimensione nazionale e grazie al supporto degli sponsors e di tutti i soci ci fa ben sperare per il futuro del nostro club e del gioco del Risiko 

.

Oggi in mattinata si giocano le semifinali per determinare gli otto finalisti che saranno i rispettivi vincitori degli otto tavoli di semifinale. Nel pomeriggio si giocheranno i due tavoli della finale che proclamerà i due vincenti che parteciperanno di diritto al Campionato Nazionale Individuale 2025

Continua a leggere

sport

Andrea D’Aleo, il fisioterapista Campione d’Italia con la Meta Catania 

Pubblicato

il

Nella Meta Catania che ha da poco conquistato il titolo di Campione d’Italia, nel torneo di Serie A di futsal, c’è anche una bella storia tutta gelese. Fisioterapista della squadra etnea è infatti il giovane professionista gelese Andrea D’Aleo. Classe 2000, appena 24enne, dopo il diploma al Liceo classico “Eschilo” ha condotto gli studi universitari a Messina, conseguendo la laurea triennale.

Nel bel mezzo del percorso di laurea specialistica, l’opportunità di mettersi in gioco anche seguendo la squadra che si è poi laureata Campione d’Italia al termine di una cavalcata trionfale. «I ragazzi sono riusciti a superare tantissimi ostacoli e difficoltà – racconta Andrea D’Aleo -, ma non si sono mai disuniti e la vittoria del campionato ne è stata la testimonianza. Sono stato parte integrante di uno staff tecnico-sanitario di alto livello avendo voce in capitolo riguardo valutazione e trattamento immediato di infortuni o piccoli problemi, occorsi durante gli allenamenti, e pianificazione e monitoraggio di programmi di prevenzione degli infortuni».

Sia nelle partite svolte al PalaCatania sia nelle partite in trasferta, il giovane fisioterapista gelese ha assistito i giocatori in campo e nella gestione del recupero post-gara.

«Un’esperienza che mi ha permesso di acquisire una solida conoscenza delle dinamiche della fisioterapia – aggiunge D’Aleo – rapportata alla gestione dell’atleta d’élite. Ho imparato l’importanza di una valutazione rapida e accurata, nonché della comunicazione efficace con allenatori e altri professionisti del settore. Congiungere la mia passione per lo sport con la mia professione di fisioterapista è stato estremamente appagante. Ho sempre avuto una grande passione per lo sport: poter lavorare quotidianamente in questi contesto – conclude – mi ha permesso di vivere questa passione in un modo nuovo e gratificante». 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852