Seguici su:

Attualità

Gela “capitale europea dell’urologia”

Pubblicato

il

La città di Gela, per due giorni, è diventata la capitale europea dell’urologia, ospitando un corso avanzato sull’ipertrofia prostatica benigna. L’iniziativa, che ha visto la partecipazione dei massimi esperti del settore, era rivolta a medici urologi, chirurghi e professionisti sanitari interessati ad approfondire le loro conoscenze e competenze in materia di urologia.


L’evento è stato voluto e organizzato dal primario dell’Unità Operativa Complessa di Urologia dell’Ospedale Vittorio Emanuele di Gela, dottor Nuccio Condorelli. “L’obiettivo del corso – spiega Condorelli – è stato quello di creare un momento di incontro e di confronto sulle tecniche di intervento Rezum e Green laser”, divenute ormai una soluzione rapida e meno invasiva. Durante la due giorni, oltre alle sessioni pratiche, vi sono state anche quelle teoriche. Si è parlato delle ultime novità diagnostiche e terapeutiche in campo urologico e sono stati eseguiti interventi live con le due nuove tecniche soft”.


Presidente onorario dell’evento, il professore Mario Motta, decano degli urologi italiani. Tra gli intervenuti: il dottor Giovanni Ferrari, direttore del servizio di urologia e andrologia dell’Hesperia Hospital di Modena, tra i massimi esperti europei della tecnica green laser; il dottor Evan Martinelli, esperto di urodinamica e membro attivo della ICS (International Continence Society), esperto in Rezum; il dottor Bruno Giammusso, direttore scientifico della società italiana di andrologia.
Ad aprire la due giorni sono stati il direttore generale ASP di Caltanissetta, Salvatore Ficarra, assieme al direttore sanitario di presidio, Alfonso Cirrone Cipolla.

“Siamo orgogliosi di aver ospitato questo importante evento a Gela. La partecipazione di tanti esperti di fama nazionale ed europea – ha ricordato Ficarra – conferma, ancora una volta, il prestigio del reparto di Urologia di Gela, diventata ormai un punto di riferimento importante per le problematiche legate alla prostata. In questi anni abbiamo registrato la presenza di pazienti provenienti da diverse regioni italiane e alcuni anche da paesi europei. Questo ci fa capire che la buona sanità diventa attrattiva e produce risultati positivi, anche per la promozione del territorio.

Il ‘trend’ si può invertire e noi, con i risultati prodotti dal lavoro del dottor Condorelli, ne siamo un esempio. E’ per questo che siamo fiduciosi per il futuro”.
“Il corso – conclude Condorelli – ha rappresentato un’importante opportunità per i professionisti sanitari di aggiornare le loro conoscenze e competenze in materia di urologia. La partecipazione di relatori prestigiosi e le sessioni pratiche hanno reso l’evento un’esperienza formativa unica e di grande valore. Tutto questo è stato possibile grazie al supporto e alla fiducia che mi è stata data dall’amministrazione dell’Asp di Caltanissetta, il direttore generale, Salvatore Ficarra, e quello sanitario, Alfonso Cirrone Cipolla. Fondamentale e prezioso il contributo dei miei colleghi, Antonino Branchina, Maurizio Burrello, Angelo Cassaro e Alessandro Buttitta, degli anestesisti guidati da Salvatore Damante e di tutto il personale di comparto, guidati dai capo sala Diana Burgio e Giuseppe Calabrese. La buona sanità è possibile anche in Sicilia e il confronto e l’aggiornamento professionale sono importanti.

Necessario il contributo di tutti. E il lavoro del singolo va sempre apprezzato e valorizzato, a prescindere dal ruolo svolto. Le gerarchie sono soltanto una convenzione, al centro bisogna sempre mettere le persone, a cominciare dai pazienti. Il valore umano prima di tutto”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Sull’iscrizione al Runts un incontro provinciale nella sede di ProCivis

Pubblicato

il

L’assessorato regionale alla famiglia che si occupa pure di volontariato e terzo settore ha scelto Gela e la sede della Pubblica Assistenza Procivis di via Ossidiana per incontrare le associazioni della provincia nissena e parlare del Runts, il registri unico nazionale del terzo settore a cui bisogna iscriversi.

A tenere l’incontro è stato il dirigente del settore dott. Antonio Maggio. Alla riunione ha preso parte l assessore Simone Morgana delegato del sindaco.


Il dirigente ha illustrato in modo chiaro ed approfondito la documentazione da produrre al fine di non incorrere in eventuali cancellazioni dal registro

Continua a leggere

Attualità

Ordinanza sindacale sull’uso razionale dell’acqua

Pubblicato

il

Il sindaco Di Stefano ha firmato oggi un’ordinanza, attraverso il settore lavori pubblici per sensibilizzare la cittadinanza al risparmio dell’acqia ed uso più razionale dei suoi consumi.

Si fa riferimento al vademecum rilasciato dall’Autorità di bacino. Il Sindaco ha invitato i cittadini a non sprecare acqua e ad utilizzarla, almeno fino al prossimo 31 ottobre, in modo “razionale e corretto”, adottando comportamenti virtuosi. Le indicazioni saranno valide fino a quando verrà mantenuta l’emergenza dichiarata dal presidente della Regione. Nell’ordinanza si precisa che vanno evitati usi per “l’irrigazione e l’annaffiatura di orti, giardini e prati”, “il lavaggio di aree cortilizie e piazzali”, “il lavaggio di veicoli privati nelle proprie abitazioni” e “il riempimento di fontane ornamentali private e vasche da giardino private” evitando “tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico e igienico”.

Nessuna modifica per l’acqua destinata alle attività commerciali e a finalità domestiche.

In allegato il Vademecum delle azioni e buone pratiche finalizzate al risparmio idrico potabile ed alla riduzione dei consumi emanato dalla Presidenza della Regione Siciliana.

Continua a leggere

Attualità

Sopralluogo del sindaco allo stadio Presti per verificarne le condizioni

Pubblicato

il

Questa mattina l’Amministrazione comunale ha effettuato un sopralluogo allo stadio Vincenzo Presti per verificare le condizioni della struttura di via Niscemi in vista della nuova stagione agonistica.

Al sopralluogo erano presenti il Sindaco Terenziano Di Stefano, gli assessori Morgana (Patrimonio), Di Dio (Lavori pubblici), Favitta (Sport), i consiglieri Lupo e Castellana, i responsabili tecnici della Ghelas e la dirigenza al completo del Gela Calcio. Sono stati concordati i primi interventi per rendere immediatamente fruibile lo stadio Presti, iniziando dal rettangolo di gioco, le piccole manutenzioni elettriche e logistiche, la sistemazione degli spogliatoi, la liberazione della vecchia copertura della tribuna accatastata in via Pozzillo ed altre opere di sistemazione generale.

Il Sindaco ha ipotizzato l’affidamento della gestione temporanea della struttura alla società biancazzurra nelle more di predisporre un bando pubblico. Per la riqualificazione complessiva dello stadio si farà fede al Pnrr, dove è già previsto un finanziamento concesso per la rifunzionalizzazione del “Presti”. Il progetto prevedeva anche la realizzazione della copertura per la tribuna, ma i tempi non saranno brevi. Nel caso di difficoltà nel rendere esecutivo il finanziamento si intraprenderà un percorso alternativo, ovvero un avviso pubblico per fare realizzare ai privati la copertura della tribuna in cambio di una concessione temporale di produzione di energia elettrica attraverso pannelli fotovoltaici.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852