Seguici su:

Attualità

Giudice: “un Comune si definisce vivibile se pulito…”

Pubblicato

il

La città invasa da spazzatura e sterpaglie. È sotto gli occhi di tutti , sono gli amministratori non se ne accorgono. Quegli stessi che avrebbero dovuto cacciare l’ Azienda deputata alla pulizia. I negozi hanno gli usci cosparsi di polvere bianca per proteggersi dalle blatte. Sull’ argomento interviene la consigliera indipendente di sinistra Paola Giudice.

“Un Comune si può definire vivibile se la Pubblica Amministrazione si impegna a fare ciò che è normale fare: rendere pulite le strade. Rendere pulite le strade dai rifiuti di ogni genere e anche dall’erba che cresce selvaggia non dovrebbe neppure far parte del programma elettorale di chi sceglie di candidarsi a Sindaco di una città, si tratta di regole basilari del vivere civile. Percorrere strade pulite e marciapiedi senza erba può essere punto programmatico di dibattito? Sarebbe, come affermare, che si preferisce un appartamento sporco a uno pulito, insomma parliamo di ciò che non dovrebbe esistere invece è una triste realtà.Eppure, appena insediati, è stata anche oggetto di una mia mozione per sollecitare una pulizia straordinaria della città, approvata, assurdo ma vero, tra mille polemiche e alla quale l’amministrazione non ha dato seguito. È sotto gli occhi di tutti senza timore di smentita. Sporche e sudice le vie perifiche, stessa cosa il Corso principale, il quartiere macchitella, la zona caposoprano. Tra rifiuti ed erbacce la città si è trasformata in un esteso mercato abusivo, ovviamente la stagione estiva esalta gli odori sgradevoli e nauseabondi, fa vivere meglio insetti di ogni genere, bisce e topi e rende sempre più poco dignitosa la qualità della vita dei cittadini, compresi i tanti condannati dentro casa senza acqua.Facciamo una sintesi delle giornate di tanti, troppi, cittadini gelesi: a casa senz’acqua e fuori con i rifiuti, l’erba alta e una città sporca. Siamo oltre il degrado, tanto oltre”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

“Svizzero sempre con noi”, al PalaLivatino il ricordo di Emanuele Alabiso 

Pubblicato

il

“In ogni stadio ad onorarti, oggi qui a ricordarti”. È solo uno dei tanti striscioni esposti al PalaLivatino, che ha ospitato la sesta edizione del memorial “Nele Svizzero”. Sette anni sono passati dalla scomparsa di Emanuele Alabiso ma il suo ricordo è più vivo che mai, nei volti e nei cuori dei tanti che continuano ad amarlo.

Al palazzetto si è svolto come sempre un quadrangolare di calcio a 5 cui hanno partecipato le squadre del Vecchio stile ’87 (ideatori e organizzatori della manifestazione), della curva Angelo Boscaglia, dei Ragazzi delle Palazzine (gli amici storici di Nele) e gli Amici ultras provenienti da Latina, Giugliano, Siracusa, Serradifalco e Ispica.

Grande emozione quando Alessandro Mallo, uno dei più cari amici di Nele, ne ha tracciato il ricordo con un messaggio toccante e bellissimo. Al termine dell’evento i fuochi d’artificio, luci nel cielo in onore di un ragazzo straordinario che resta nel cuore della sua gente.  

Continua a leggere

Attualità

Il Rotary per l’ ambiente

Pubblicato

il

Nel clima di rinnovato amore per la citta’ e nella capillare azione del Rotary 2022 si innesta la nuova iniziativa che coinvolge il Rotary Junior e l’ Interact con l’ aiuto dei militari d Sigonella, che mette in campo i piu’ piccoli nella cura delle aiuole. L’ iniziativa verra’ indirizzata ai giardini della via dell’ Acropoli nella zona archelogica adiacente al Museo della Nave, domenica 10 dicembre in pieno clima natalizio di bonta’ e condivisione

Continua a leggere

Attualità

Silvana Grasso madrina della cultura

Pubblicato

il

A Giarre torna la cultura con Silvana Grasso e con essa tornano i punti di riferimento culturali. Una ventata di novita’ che rinvigorisce il territorio e gli da nuova linfa. E dopo la crisi che ha travolto il settore del commercio e dei libri per dieci anni a Giarre non ha più avuto un ‘cafe’ chantal’ . La crisi economica ha coinvolti tutti e a maggior ragione il comparto merceologico dei libri. Oggi la situazione cambia. La presenza della vulcanica Grasso ha contributo al nuovo cambio di rotta e Giarre rinasce la libreria storica e la madrina sara’ proprio Silvana Grasso. “A Giarre dove nacqui, in contrada Macchia, in una casa piano terra, senza agi, senza soldi, senza acqua corrente e senza un solo libro, ora sono Madrina d’una magnifica libreria!”

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852