Seguici su:

Cronaca

Ha frodato 90 persone: scoperto consulente fiscale infedele

Pubblicato

il

Caltanissetta – I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Caltanissetta hanno eseguito un’ordinanza emessa dal G.I.P. del Tribunale di Caltanissetta che ha disposto l’applicazione della misura cautelare personale interdittiva dell’esercizio dell’attività professionale nei confronti di un noto consulente fiscale nisseno (C.G., anni 49) e la misura cautelare reale del sequestro preventivo di beni mobili, immobili, denaro contante, strumenti e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro, nei confronti dello stesso professionista e di 90 persone fisiche e società dislocate su tutto il territorio nazionale.

Detto provvedimento giunge a conclusione di articolate indagini, avviate da circa un anno e coordinate dalla Procura della Repubblica di Caltanissetta, che hanno consentito di individuare e ricostruire i dettagli di una rilevante frode fiscale, ideata e orchestrata proprio dal predetto professionista nisseno, che ha permesso a centinaia di persone fisiche e società di ottenere un indebito risparmio d’imposte per oltre 20 milioni di euro, mediante la compensazione con crediti inesistenti. In particolare, per 140 di loro, oltre all’aspetto amministrativo, sono state rilevate violazioni di carattere penale, essendosi configurato il reato di “indebite compensazioni”. Nei loro confronti erano stati già eseguiti, nel corso delle investigazioni, altri sequestri preventivi per un importo equivalente alle imposte non versate, pari a circa 8 milioni di euro.

Le indagini di polizia giudiziaria ed economico-finanziaria, inizialmente sviluppate nel capoluogo nisseno e poi estese a tutto il territorio nazionale, hanno visto il coinvolgimento di contribuenti residenti prevalentemente in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna e hanno permesso di individuare il fraudolento meccanismo architettato dal professionista mediante l’artificiosa e fittizia creazione di crediti d’imposta del tutto inesistenti, in grado di garantire ai suoi “clienti” la compensazione di imposte e contributi previdenziali/assistenziali dagli stessi dovuti, così da ottenere notevoli risparmi d’imposta e la definizione di liti pendenti presso gli Enti di Riscossione.

Gli accertamenti hanno riguardato anche l’elevato tenore di vita del consulente fiscale e hanno consentito di individuare e sottoporre a sequestro, a garanzia delle somme frodate al fisco, oltre a un immobile e a disponibilità finanziarie, un’autovettura di marca “Ferrari”, quattro altre autovetture tra cui due di lusso (BMW, AUDI), alcuni motoveicoli, numerosi orologi di pregio (Rolex, Maserati) ed anche alcuni lingotti e monete d’oro.

La lotta all’evasione e alle frodi fiscali costituisce un obiettivo prioritario della Guardia di Finanza, indirizzato al recupero del gettito e alla tutela delle aziende sane e che operano nella legalità, soprattutto in un periodo delicato come quello attuale, caratterizzato da una grave crisi indotta dalla pandemia e che mette a dura prova la sopravvivenza di molte attività economiche

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Vigili del fuoco in azione alla villa comunale

Pubblicato

il

Vigili del fuoco in azione alla Villa Comunale ‘Garibaldi’ per un focolaio d’ incendio segnalato sul nascere. La stagione degli incendi continua nonostante le temperature siano scese ma le sterpaglie sono ancora là pronte a prendete fuoco. La zona segnalata è l’ orto pascqualello, limitrofo alla Villa sede di un suggestivo anfiteatro di cui nessuna amministrazione comunale si è mai accorta se non per qualche sporadica richiesta di finanziamenti ancora in itinere.

Continua a leggere

Cronaca

Ladri gelesi in trasferta: due arresti ed altrettante denunce

Pubblicato

il

Due pregiudicati gelesi sono stati arrestati dai Carabinieri di Comiso e posti ai domiciliari per furto aggravato. I militari dell’Arma li hanno sorpresi mentre asportavano 200 chili di uva da tavola, dopo essersi introdotti in un terreno privato, mediante il danneggiamento di una recinzione, intestato ad un coltivatore agricolo originario di Vittoria. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario. Altri due gelesi di 58 e 32 anni, sono stati denunciati dai Carabinieri di Chiaramonte Gulfi, per il reato di furto in abitazione. In particolare, in Contrada Cifali, durante un servizio di perlustrazione del territorio, la pattuglia ha sorpreso i due malviventi mentre asportavano alcune derrate alimentari da una proprietà privata. La refurtiva è stata recuperata e consegnata alla legittima proprietaria.

Continua a leggere

Cronaca

Arrivano i finanziamenti dalla Regione

Pubblicato

il

Palermo – Sette milioni e 300 mila euro per il ricovero delle persone con disabilità psichica. La Regione Siciliana, tramite l’assessorato al Lavoro, alla famiglia e alle politiche sociali, ha autorizzato il pagamento delle somme ai Comuni siciliani per le rette che riguardano la permanenza nelle comunità alloggio dei 2.266 disabili psichici censiti in tutta l’Isola nel 2021.  La ripartizione delle somme tra i territori sul sito della Regione.

Spazio alle iniziative rivolte ai giovani, per le quali c’è a disposizione oltre un milione e 600mila euro. L’assessorato alla Famiglia e alle politiche giovanili ha ha approvato le graduatorie provvisorie dell’ Avviso pubblicato nel novembre scorso, con il quale sono stati selezionati 24 progetti. Il finanziamento è a carico della Regione e del dipartimento della Gioventù della presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso il Fondo politiche giovanili anno 2019-2020.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852