Seguici su:

Attualità

Il concorso per ricordare la dirigente Palazzolo

Pubblicato

il

Un concorso letterario, denominato “A Scuola di Lettura”, per ricordare la prof.ssa Giovanna Palazzolo, l’ex preside dell’istituto comprensivo statale “San Francesco” a indirizzo musicale, scomparsa meno di un anno fa per un male incurabile.

Lo hanno deciso l’attuale dirigente scolastica dello stesso istituto, Rosaria De Caro, e il consiglio dei docenti, d’intesa con la famiglia Rizzo-Palazzolo che si fa carico della copertura finanziaria dei premi, consistenti in buoni acquisto di libri e materiale scolastico.

La prima edizione del concorso è stata volutamente limitata (per questioni logistico-organizzative) all’ambito scolastico della San Francesco e in particolare alle terze classi.

I concorrenti sono stati chiamati a fare una ricerca, acquisirne le conoscenze generali e pronunciarsi sulla clonazione degli esseri umani in un’ottica interdisciplinare dato che vengono coinvolte medicina,  filosofia e psicologia.

Tredici i ragazzi che hanno dato la loro adesione al “Premio Palazzolo”: Alessandra Maddiona, Bernadette  Iapichello, e Giorgia Tilaro della 3^ A; Giulia Casciana, Matteo Cauchi e Emanuele Incardona della 3^ B; Mattia Cauchi e Giulia Sincero della 3^ C; Mattia Antinoro e Emanuele Metellino della 3^ D; Sarana Bosneanu, Chiara Di Stefano e Alessandra Stimolo della 3^ E. Per tutti c’è stato un attestato di partecipazione.

La premiazione è avvenuta mercoledì scorso, nell’auditorium “Virgilio Argento” del plesso P.E. Giudici, nell’ambito di una cerimonia commemorativa della ex preside, che tutti ricordano con profonda stima, grande ammirazione, e notevole rispetto.

Presenti il marito, il dr Paolo Rizzo, medico ginecologo in pensione, e una delle figlie, Anna Chiara. L’altra, Francesca è rimasta per motivi di lavoro a Firenze, dove vive col marito e con la figlioletta, Anita. Ospiti di riguardo in sala anche gli ex presidi in pensione, Luciano Vullo, Flora Montana e Giuseppe Orlando, cari amici della scomparsa.

La manifestazione è stata aperta da un toccante video-ricordo della Palazzolo, proiettato su uno schermo, che ha suscitato commozione fino alle lacrime in parecchi spettatori (docenti, alunni e genitori che affollavano la sala). Poi un intermezzo musicale per violino e pianoforte

A ricordarne la figura di insegnante, di preside e di operatrice dell’informazione radio-televisiva sono intervenuti la presentatrice della manifestazione, la professoressa Fabiola Polara, ex autrice e conduttrice di programmi TV a “Canale 10”, la vice preside Anna Rosa Raffaele, la dirigente scolastica in pensione, Elia Aliotta, che ha avuto la Palazzolo come sua vice, e il giornalista Franco Infurna amico fraterno e collega della scomparsa a Radio Gela e a Tele Gela. La commozione nell’atmosfera dell’auditorium era palpabile. Un cordoglio infinito per la perdita di una grande figura professionale dalle doti umane ineguagliabili, che amava la vita e difendeva i fragili, gli emarginati, cimentandosi nel mestiere giornalistico pur non avendone i titoli ma non certo le capacità. Inventò il Mini TG dei suoi ragazzi. Un’edizione a settimana scritta, letta e messa in onda dagli alunni con servizi audio-video-montati, foto e interviste. “Era più giornalista lei di tanti che portano in tasca il tesserino magari senza esserne degni”.

Ma eccoci alla fase della premiazione cui si è giunti dopo una attenta e rigorosa selezione effettuata dalla commissione giudicatrice composta dall’attuale dirigente scolastica dell’istituto, prof. Rosaria De Caro (presidente), dal giornalista Franco Infurna (segretario), dalla ex preside Elia Aliotta e dalle ex professoresse Franca Giarrizzo, Maria Placenti e Maria Puma, già insegnanti di lettere della “San Francesco”, oggi in pensione.

I tre premi, corrispondenti ai primi tre posti, riguardano un terzo posto e due primi posti ex equo. Al terzo posto si è piazzato Matteo Cauchi, della 3^ B, che ha vinto un buono-acquisto da 100 euro.

Al primo posto i due concorrenti ex equo: Mattia Antinoro ed Emanuele Metellino entrambi della 3^D. Per loro un buono acquisto da 200 euro ciascuno, consegnati dal dr Rizzo e dalla figlia Anna Chiara.

Dal prossimo anno, il concorso sarà aperto a tutte le scuole medie di Gela e forse anche della provincia.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

“Svizzero sempre con noi”, al PalaLivatino il ricordo di Emanuele Alabiso 

Pubblicato

il

“In ogni stadio ad onorarti, oggi qui a ricordarti”. È solo uno dei tanti striscioni esposti al PalaLivatino, che ha ospitato la sesta edizione del memorial “Nele Svizzero”. Sette anni sono passati dalla scomparsa di Emanuele Alabiso ma il suo ricordo è più vivo che mai, nei volti e nei cuori dei tanti che continuano ad amarlo.

Al palazzetto si è svolto come sempre un quadrangolare di calcio a 5 cui hanno partecipato le squadre del Vecchio stile ’87 (ideatori e organizzatori della manifestazione), della curva Angelo Boscaglia, dei Ragazzi delle Palazzine (gli amici storici di Nele) e gli Amici ultras provenienti da Latina, Giugliano, Siracusa, Serradifalco e Ispica.

Grande emozione quando Alessandro Mallo, uno dei più cari amici di Nele, ne ha tracciato il ricordo con un messaggio toccante e bellissimo. Al termine dell’evento i fuochi d’artificio, luci nel cielo in onore di un ragazzo straordinario che resta nel cuore della sua gente.  

Continua a leggere

Attualità

Il Rotary per l’ ambiente

Pubblicato

il

Nel clima di rinnovato amore per la citta’ e nella capillare azione del Rotary 2022 si innesta la nuova iniziativa che coinvolge il Rotary Junior e l’ Interact con l’ aiuto dei militari d Sigonella, che mette in campo i piu’ piccoli nella cura delle aiuole. L’ iniziativa verra’ indirizzata ai giardini della via dell’ Acropoli nella zona archelogica adiacente al Museo della Nave, domenica 10 dicembre in pieno clima natalizio di bonta’ e condivisione

Continua a leggere

Attualità

Silvana Grasso madrina della cultura

Pubblicato

il

A Giarre torna la cultura con Silvana Grasso e con essa tornano i punti di riferimento culturali. Una ventata di novita’ che rinvigorisce il territorio e gli da nuova linfa. E dopo la crisi che ha travolto il settore del commercio e dei libri per dieci anni a Giarre non ha più avuto un ‘cafe’ chantal’ . La crisi economica ha coinvolti tutti e a maggior ragione il comparto merceologico dei libri. Oggi la situazione cambia. La presenza della vulcanica Grasso ha contributo al nuovo cambio di rotta e Giarre rinasce la libreria storica e la madrina sara’ proprio Silvana Grasso. “A Giarre dove nacqui, in contrada Macchia, in una casa piano terra, senza agi, senza soldi, senza acqua corrente e senza un solo libro, ora sono Madrina d’una magnifica libreria!”

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852