Seguici su:

Attualità

Il Questore rassicura: “a Niscemi il commissariato resta”

Pubblicato

il

Niscemi – Il Commissariato non potrà accogliere pubblico per la ricezione delle istanze concernenti armi, passaporti, licenze, immigrazione. Il Questore: “la Polizia di Stato non va via da Niscemi”.

A seguito delle criticità strutturali riscontrate nell’edificio che ospita i locali di Polizia, il Questore ha ridistribuito le competenze amministrative tra la Questura e il Commissariato di Gela.

Lo scorso 8 giugno, a seguito delle criticità strutturali riscontrate nell’edificio che ospita i locali del Commissariato di pubblica sicurezza di Niscemi, il Questore di Caltanissetta Emanuele Ricifari ha disposto l’interdizione all’uso da parte del personale della Polizia di Stato, e conseguentemente degli utenti, dell’ufficio di polizia amministrativa.

Ciò comporta che il Commissariato di Niscemi, finché non sarà trovata una soluzione al problema, non potrà ricevere pubblico per la ricezione delle istanze concernenti armi, passaporti, licenze di polizia e immigrazione e per la successiva consegna dei documenti.

In ragione di tale situazione, in via temporanea, le competenze dell’ufficio di polizia amministrativa del Commissariato, limitatamente ai rapporti con l’utenza, sono state ridistribuite tra gli omologhi Uffici del Capoluogo e del Commissariato di pubblica sicurezza di Gela.

L’acquisizione delle istanze presentate dai cittadini niscemesi sarà delocalizzata: le pratiche relative alle armi e all’immigrazionesaranno ricevute, e gli atti autorizzativi riconsegnati all’utenza, dalla Divisione polizia amministrativa della Questura di Caltanissetta (orari ricevimento pubblico URP: da lunedì a venerdì dalle 08.15 alle 13.45, martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.30); quelle relative al rilascio delle licenze e dei passaportisaranno, invece, ricevute, e gli atti autorizzativi riconsegnati all’utenza, dall’ufficio di polizia amministrativa del Commissariato di Gela (orari ricevimento pubblico URP: da lunedì a venerdì dalle 08.30 alle 13.00, martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30).

Al Commissariato di Niscemi resta ovviamente l’onere dell’istruttoria delle cennate pratiche e lo svolgimento dell’attività dei controlli amministrativi nel territorio di quel comune.

Il Questore Ricifari nel corso della conferenza ha tenuto a precisare che: “la Polizia di Stato non va via da Niscemi, l’impegno storico che quel presidio di polizia assicura da trent’anni a quel territorio, continuerà a essere assicurato dai poliziotti anche se l’edificio dovesse chiudere a gennaio. Ringrazio il Prefetto e il Sindaco – prosegue il Questore – per essersi attivati in modo fattivo in quest’ultimo periodo per cercare una soluzione e risolvere il problema”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

I topi del Lungomare e il sindaco che invita i gelesi a lavare in casa i panni sporchi

Pubblicato

il

La presenza massiccia di colonie di grossi topi al Lungomare è dovuta anche al fatto che all’Orto Paqualello sono stati fatti i lavori di bonifica. Il sindaco Terenziano Di Stefano assicura da domani la derattizzazione della zona balneare.

L’iniziativa giunge dopo un video sui social che è diventato virale con sei topi che gironzolavano indisturbati mentre girando l’angolo c’erano tante persone- anche famiglie con bambini- che passeggiavano al Lungomare.

Il sindaco si è rivolto ai cittadini chiedendo di non fare danni all’immagine della città postando video di quel genere che non si cancellano mai.

Di Stefano chiede che vengano girati a lui e agli assessori assicurando un pronto intervento. Insomma niente social ma più comunicazione diretta con chi governa per segnalare problemi che si verificano ovunque ma che sbattuti sui social fanno danno alla città. I panni si lavano in casa: è il principio del primo cittadino. Ma per farlo deve esserci …l’acqua.

Continua a leggere

Attualità

Appello dell’avv.Capici ai giovani:”divertitevi al mare ma usando sempre intelligenza e saggezza”

Pubblicato

il

Si sfidano con i tuffi dalla testata del pontile una struttura pericolosa ed interdetta al transito di persone.

Ma per i giovanissimi ( uomini e donne) è come se quei cartelli di divieto non esistessero. Pericolante e quindi pericolosa la struttura del pontile, pericolosi pure i fondali marini. Però questo non serve da freno.

Un appello ai giovani lo ha lanciato l’avv.Paolo Capici tetraplegico dopo un tuffo a mare: “Ci vogliamo divertire ma il mare può essere pericoloso e lo dice uno che trascorre da 44 anni la sua vita su una sedia per un tuffo in acque basse quindi raccomando ai giovani di essere molto prudenti e non tuffarsi mai in acque basse perché ne vale la vita o la loro condizione di vita che sarà compromessa e rovinata per sempre. Buon divertimento ma con intelligenza e saggezza”

Continua a leggere

Attualità

Interact club, nuovo direttivo: Elias d’Aleo il neo presidente

Pubblicato

il

Nuovo direttivo per l’Interact club. Al presidente uscente Stefano Romano subentra il neo presidente Elias d’Aleo, che guiderà il giovane club della famiglia rotariana a partire da questo anno sociale. L’avvicendamento al vertice è avvenuto durante la tradizionale cerimonia del passaggio della campana.

Fanno parte dell’Interact i membri del direttivo Giuseppe Sasunna (vicepresidente), Silvia Blanco (segretario), Martina Romano (prefetto), Eleonora Crapanzano (tesoriere), Claudia Mezzasalma e Celeste Impellizzeri (consiglieri).

Alla cerimonia erano inoltre presenti il presidente del Rotary Gaetano Fasciana, la presidente dell’Inner Wheel Tiziana De Maria, la presidente dell’Interact club di Niscemi Isabella Caruso e il presidente del Rotaract di Piazza Armerina Stefano Vitale. Dopo anni di servizio, concludono la loro esperienza nell’Interact gelese Gioele Gerbino, Claudio Di Bartolo e Stefano Romano. 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852