Seguici su:

Attualità

L’ VIII° commissione consiliare chiede l’intitolazione del PalaTenda di Macchitella ad Alessandro Urso

Pubblicato

il

L’ VIII° commissione permanente Turismo e spettacolo presieduta da Vincenzo Cascino, interpretando la richiesta dell’associazione sportiva Pegasus presieduta da Giovanni Blanco ha presentato al Presidente del Consiglio comunale di Gela una richiesta per l’intitolazione del PalaTenda di Macchitella in memoria di Alessandro Urso. Tecnico storico della Pallavolo maschile di Gela, Alessandro Urso era molto conosciuto in città per i suoi brillanti traguardi in campo sportivo che iniziano negli anni 90 e lo hanno accompagnato fino alle fine prematura della sua vita, avvenuta nel settembre 2017. La commissione formata dal presidente Vincenzo Cascino, dal vicepresidente Emanuele Alabiso, dai consiglieri comunali Sandra Bennici, Romina Morselli, Luigi Di Dio, Davide Sincero e Gabriele Pellegrino è stata concorde nel presentare la richiesta al fine di perpetuare la memoria di un illustre cittadino che si è speso per decenni nel mondo dello sport affinchè le giovani generazioni possano conservarne il ricordo.

“Il Professore Urso, conosciuto in città per i suoi brillanti raggiungimenti in campo sportivo nella pallavolo maschile è stato un pilastro dell’associazione nonché maestro di vita per moltissimi giovani gelesi – si legge nella richiesta dell’Ads Pegasus a firma del presidente Giovanni Blanco –
Nato sportivamente negli anni 90 con il Team Volley ha poi fondato la sua associazione con il nome di Top Volley portando la città di Gela tra i primi della classe in quello scenario giovanile tanto amato da lui. Successivamente fonda assieme ai suoi collaboratori un’altra associazione, l’attuale A.s.d. Pegasus lavorando sodo con centinaia di giovani sin dalla tenera età e negli anni a seguire, grazie ai successi regionali, viene nominato dalla FIPAV Sicilia, federazione regionale pallavolo, primo allenatore della squadra giovanile della regione Sicilia, titolo prestigioso che lo porta tra le figure più importanti di tutto il movimento pallavolistico della regione.
Alessandro Urso non era soltanto un allenatore, ma anche un docente di Educazione Fisica presso la scuola “E. Mattei”, un’intera vita dedicata allo sport e ai giovani. Padre di due splendide ragazze e marito di una grande donna che lo ha sempre seguito e supportato. Per la ASD Pegasus rappresenta il giusto riconoscimento ad una persona che si è spesa tanto e che vorremmo intimamente omaggiare, per tenere sempre vivido il ricordo, con l’intitolazione del Pala Tenda in Pala Urso, passaggio importante affinché possa essere evidenziato non solo nei calendari delle partite, cosa gradita per le squadre ospitate, ma certamente lasciare un ricordo indelebile per tutta la passione dimostrata in 30 anni di carriera”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Il letamaio nei pressi della stazione ferroviaria

Pubblicato

il

Zona della stazione ferroviaria ridotta ad un letamaio. Rifiuti di ogni genere, aree verdi abbandonate al loro destino: quello che dovrebbe essere il biglietto da visita della città per chi arriva da fuori con i treni è una zona che fa venire subito voglia di scappare 

Per fortuna i treni non passano, alla stazione di Gela non scende che un numero sparuto di cittadini. Non c’è da stare allegri ma è così. 

Restano sul tappeto gravi problemi igienici causati in parte da gelesi sporcaccioni ma , ancor di più, dicono i residenti della zona – da famiglie slave che hanno fatto della zona la loro residenza abituale. 

Continua a leggere

Attualità

I legali aderiscono allo sciopero

Pubblicato

il

C’è anche una rappresentanza degli avvocati di Gela allo manifestazione nazionale che si tiene a Roma oggi. Le ragioni dell’astensione dalle udienze indetta il 14.6.2022 per i giorni 27 e 28 giugno 2022 dall’UCPI a cui ha aderito la Camera Penale ‘Eschilo’ di Gela, sono da ricercare nel fatto che si vuole garantire alla persona imputata l’oralità del processo (garantito dall’art.111 della Costituzione) e l’immediatezza del giudizio nel senso che a decidere sia lo stesso giudice che ha assunto le prove dichiarative per come previsto dall’art. 525 cpp. “Nei tribunali ravvisiamo un uso eccessivo nella possibilità di consentire la decisione ad un giudice diverso da quello che ha assunto le prove – spiega l’ Avv Rocco Guarnaccia, Presidente della Camera Penale’Eschilo’ di Gela – soprattutto nel caso di trasferimento ad altra sede del giudice che ha svolto l’istruttoria dibattimentale, così venendo traditi i principi stabiliti dalla Costituzione e dal codice di rito. Tra l’altro è rimasta pressoché lettera morta quella direttiva del CSM che invita i giudici prossimi al trasferimento a concludere i processi loro assegnati, per cui è auspicabile che il Legislatore normi tale direttiva al precipuo fine di evitare la palese violazione del principio dell’oralità e della identicità tra persona giudice che partecipa alla formazione della prova in dibattimento e persona giudice che decide”. Il Consiglio dell’ordine degli avvocati di Gela ha indetto lo stato di agitazione che potrebbe sfociare anche allo sciopero per le ataviche carenze di personale che non coincide con la mole di lavoro.

Continua a leggere

Attualità

Vasto incendio sulla SS 626 in territorio di Butera

Pubblicato

il

Traffico rallentato per visibilità zero sullo scorrimento veloce Gela – Caltanissetta. Non si tratta di nebbia ma di un vasto incendio che ha interessato una collinetta in territorio di Butera. Suo posto, oltre ai vigili del fuoco e alle guardie forestali sono arrivati anche gli agenti della polizia municipale. L’incendio si è verificato a metà mattinata .

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852