Seguici su:

Attualità

“La terra ai giovani”, assegnati i primi 430 ettari: dodici i progetti per uso agricolo e zootecnico

Pubblicato

il

Assegnati i primi 430 ettari di terreni ai giovani imprenditori agricoli che intendono investire nell’agricoltura in Sicilia. Dodici le aziende agricole guidate da altrettanti imprenditori under 41 che hanno ricevuto i terreni in concessione della “Banca della Terra” di Sicilia, prima regione per numero di giovani sotto i 35 anni titolari di imprese agricole.

Nei prossimi mesi sarà emanato un secondo bando con cui assegnare altri 750 ettari circa di terreni liberi del Demanio e di proprietà delle Asp. Quattro le province coinvolte Agrigento, Siracusa, Enna e Caltanissetta.

«Il governo siciliano ha pensato di offrire ai giovani con la vocazione imprenditoriale in agricoltura la possibilità di utilizzare una parte dei terreni inutilizzati della Regione per farne una fonte di reddito – ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – dopo un monitoraggio attento del patrimonio da parte dei dipartimenti Agricoltura e Sviluppo rurale e delle Asp, per conoscere quanti ettari di terreni disponibili possono essere utilizzati dai giovani. Abbiamo dato così, dopo anni, piena e concreta attuazione ad una legge che istituiva la “Banca della terra”. Con questa iniziativa diamo la possibilità ai giovani di realizzare il loro sogno e insieme ridurre il tasso di terreni incolti complici del dissesto e della desertificazione del territorio».

«Si tratta di una importante occasione di connubio fra agricoltura e giovani, in linea con la politica agricola del governo Musumeci che insieme ad altre misure mette al centro i giovani e la valorizzazione delle eccellenze e dei territori. Dodici imprenditori avranno la terra per realizzare progetti per creare vera economia e posti di lavoro», dice Toni Scilla, assessore regionale dell’Agricoltura.  

«I progetti dei nuovi imprenditori, valutati da una commissione tecnica, puntano ad un’agricoltura moderna con interessi di mercato, come le colture di mandorlo e pistacchio, con ampio spazio dedicato alla zootecnica nell’ottica della valorizzazione delle razze autoctone, con alcune specificità quali il Cirneco dell’Etna, l’ape nera di Sicilia fino alle piante officinali», sottolinea Dario Cartabellotta, direttore generale del dipartimento dell’Agricoltura.

Per affrontare le spese di interventi strutturali e avviare la nuova attività, l’Irfis metterà a disposizione dei giovani imprenditori un prestito di avvio e di esercizio a basso tasso d’interesse.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Tekra resta fino a gennaio, per il servizio dei rifiuti in house servono mezzi e tempo

Pubblicato

il

La Tekra dovrà gestire il servizio di raccolta dei rifiuti fino al 31 gennaio. Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco che è stata firmata dopo la conclusione dell’assemblea urgente della Srr nel corso della quale la Impianti che deve gestire il nuovo servizio ha dichiarato che non potrà avviarlo prima di febbraio.

Mancano i mezzi ( oltre 100 quelli necessari per Gela) , bisogna fare delle gare e serve tempo. Bisognerà anche firmare il contratto con il Comune.

Il sindaco ha firmato la proroga prendendo atto che il nuovo servizio non può ancora essere avviato perché la Impianti non è pronta a scendere in campo nella più grande città della Srr Sud.

Continua a leggere

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Un’altra beffa. Segui su www.radiogelaexpress.it

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Ampliato il laboratorio di analisi per le acque

Pubblicato

il

Caltanissetta – Un presidio strategico per monitorare costantemente la qualità dell’acqua immessa in rete e, più in generale, dell’intero servizio idrico. Adesso per il Laboratorio acque potabili di Caltaqua, che da due anni ha già ottenuto l’accreditamento alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018, è arrivata l’ulteriore estensione delle prove accreditate che da cinque (Torbidità, Ph, Conducibilità, E. coli, Coliformi totali) passano a sette.L’ampliamento dell’accreditamento riguarda, infatti, anche i Microrganismi vitali a 22°C e 37°C e gli Enterococchi. L’estensione dell’accreditamento, come era già accaduto due anni fa per gli altri parametri, è stata firmata da “Accredia”, l’Ente unico nazionale di accreditamento,  designato dal Governo italiano, che opera sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico. La certificazione di ”Accredia” garantisce gli utenti sulla competenza ed imparzialità dei laboratori accreditati nell’effettuazione delle prove, attraverso verifiche tecniche periodiche, sulle singole prove e non, per il complesso delle attività analitiche del laboratorio. Per tale motivo i rapporti di prova emessi sotto accreditamento sono riconosciuti e accettati a livello internazionale.

Per Caltaqua-Acque di Caltanissetta SpA, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta, si tratta di un altro risultato assai importante maturato lungo la strada di costante crescita della qualità del servizio anche sul versante del potenziamento di tutti gli strumenti messi in campo a tutela della salute pubblica.

Il Laboratorio di Caltaqua esegue circa 1300 analisi/anno sui campioni d’acqua distribuita quotidianamente per il controllo dei parametri, i cui risultati sintetici vengono messi a disposizione dei clienti ogni trimestre, attraverso la pubblicazione sul sito web istituzionale. I campionamenti e quindi le analisi vengono effettuati su punti di prelievo disposti lungo l’intero sistema acquedottistico della provincia, alle fonti di approvvigionamento e lungo tutta la rete di distribuzione fino al punto di consegna.

Il controllo della qualità dell’acqua lungo la rete di distribuzione, secondo un programma predefinito con frequenze e modalità specifiche,  consente di attuare tempestivamente gli interventi necessari a garantire un immediato rientro delle eventuali non conformità riscontrate.

Sia le procedure di campionamento che le procedure analitiche seguono scrupolosamente i metodi di riferimento, relativi alla determinazione dei parametri microbiologici e dei parametri chimico-fisici nelle acque destinate al consumo umano ai sensi del Decreto Legislativo 31/2001

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852