Seguici su:

Politica

Mancuso al PD: “Basta sciacallaggio politico; più rispetto per un comparto che, in emergenza, dà il massimo”

Pubblicato

il

Palermo: Il deputato azzurro cambia idea sulla dirigenza dell’Asp . Qualche mese fa ha sferrato duri colpi alla dirigenza dell’Asp, adesso è cambiato qualcosa e vira assumendo un altro atteggiamento di difensore.

“Gli attacchi da parte del PD sulla gestione della sanità nel nisseno sono frutto di puro sciacallaggio politico. Ieri per esempio, insieme ai vertici dell’Asp territoriale, abbiamo fatto un sopralluogo presso l’ospedale Sant’Elia, il quale mi ha confermato che gli attacchi dell’opposizione siano assolutamente fuori luogo, oltre che irrispettosi nei confronti del personale sanitario che da ormai due anni, con sacrificio e abnegazione contrasta il Covid in perenne emergenza. Fanno anche l’impossibile per garantire la comunità. Ho visitato diversi reparti, ma ieri sono rimasto positivamente colpito dal Pronto soccorso, una struttura d’eccellenza che smentisce le illazioni di certa politica. È vero, i posti sono tutti occupati ma contemporaneamente si sta procedendo ai lavori di ristrutturazione dei reparti. I pazienti sono nei propri letti, gestiti con competenza da giovani e brillanti infermieri e Operatori socio sanitari, a loro disposizione giorno e notte”: Lo afferma il deputato regionale di Forza Italia, Michele Mancuso.

“Proprio ieri – continua il Parlamentare – con determinazione abbiamo ottenuto che si procedesse all’invio formale della richiesta di altri 50 infermieri, in arrivo nei prossimi giorni per garantire vari nosocomi della provincia. Dunque questi attacchi mi sembrano più strumentali che funzionali. Sappiamo che si opera in perenne emergenza, ma non si può non tenere conto della discontinuità rispetto al recente passato. Ci sono molto più operatori sanitari adesso – e mi attiverò affinché si continui a crescere – rispetto ai numeri che lo stesso PD ci ha impietosamente consegnato quando era al governo della Regione. Il vero problema di molti reparti è legato alla mancanza di medici, per i quali dobbiamo adoperarci introducendo nuova linfa, La nostra è una realtà che ha lo svantaggio di essere ai margini rispetto alle grandi città. Per tale motivo va ancora di più sostenuta, Piuttosto che al clima di sfida, invito le opposizioni ad approfittare del periodo natalizio per una più accettabile collaborazione. A chi giova lo scontro?

“Si possono fare degli errori – conclude Mancuso – ma il rispetto per il lavoro altrui va riconosciuto. Specie sulla salute, nel recente passato abbiamo avuto i danni più gravi ereditati dal governo Crocetta, di cui il PD era il principale referente. Sparigliare le carte per nascondere la propria inadeguatezza nei confronti di un territorio che si sconosce è ingiusto verso chi invece è sempre tra la gente. È inutile distogliere l’attenzione sul personale sanitario per stornare altrove i problemi interni a determinate compagini politiche, il cui consenso è in perenne declino. Noi guardiamo al futuro in maniera positiva. La provincia nissena in Italia è tra quelle che hanno il tasso più basso di ospedalizzazione e di mortalità. Ci onoriamo di essere tra i territori più disciplinati nella lotta al Covid. E questo non lo dico io. Sono le Istituzioni civili, politiche e militari a ribadirlo. A pochi giorni dal santo Natale, avrei preferito fare gli auguri ai miei conterranei piuttosto che replicare a delle illazioni infondate. Ma stare in silenzio dinanzi a tali pretestuose affermazioni sarebbe stato anche peggio”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Sud chiama Nord più agguerrito che mai

Pubblicato

il

Taormina – La delegazione nissena presente al palacongressi di Taormina all’assemblea nazionale di Sud Chiama Nord. Prima giornata dedicata ai tesserati che hanno riempito la sala. A fare gli onori di casa il leader del partito Cateno De Luca.

“Noi siamo l’esempio della crescita autentica del civismo. Un movimento che è riuscito ad imporsi ai partiti nazionali – è stato detto-. E dati alla mano sta continuando a farlo. I nostri obiettivi erano 10 mila iscritti. A livello nazionale Laura Castelli, il nostro presidente, aveva il compito di radicare il partito in tutte le regioni d’Italia.Siamo andati ben oltre le nostre aspettative, arrivando a oltre 15 mila tesserati in tutta Italia coprendo tutto il Paese. Abbiamo costituito quasi 300 comitati”. 

“Noi che abbiamo i titoli conquistati sul campo, siamo il primo movimento politico in Sicilia e lo abbiamo dimostrato con i numeri in una elezione regionale. E lo continuiamo a fare. In Sardegna siamo riusciti a eleggere tre candidati regionali con Orizzonte Comune di Francesco Cuccureddu, lista federata a Sud chiama Nord, dimostrando ancora una volta la nostra forza. Oggi diamo vita al progetto nazionale, saremo presenti alle prossime elezioni europee. Diremo le cose per come stanno, ci batteremo per la libertà degli italiani e contrasteremo le politiche romanocentriche dei partiti tradizionali, compresa la Lega di Salvini. Facciamo sul serio e lo vedrete”.

Continua a leggere

Flash news

Tutti Insieme candida a sindaco il dott.Gianni Incardona

Pubblicato

il

Arriva un altro potenziale candidato a sindaco. È il dott.Gianni Incardona esponente del movimento civico Tutti Insieme presieduto da Alessandro Vella.

Il direttivo del movimento ha chiesto ed ottenuto la disponibilità di Incardona al termine della riunione di ieri sera.

Salvatore Terlati riferisce che il movimento non accetta di sostenere i candidati già negativo il fin troppo prolungato silenzio del centrodestra.Così ha deciso di non farsi trovare impreparato. Di qui il la scelta di un suo candidato appunto il dottor Incardona ” che ha le doti e l’esperienza giusta per dar vitaità ed impulso al progetto di “Tutti insieme”.Se il centrodestra non si sveglia il movimento civico correrà da solo con il sul candidato.

Continua a leggere

Politica

Moto civico sceglie Franzone sindaco

Pubblicato

il

Filipppo Franzone colleziona altri consensi. Lunedì scorso l’assemblea dei gruppi che si sono ritrovati nel movimento spontaneo “Franzone Sindaco” hanno deliberato di non proseguire con il tavolo meglio noto come “agorà del campo largo” ed hanno ufficialmente proposto a Filippo Franzone di scendere in campo nella corsa alla sindacatura in occasione delle prossime elezioni comunali. Lo stesso Franzone, presente nel corso della riunione, ha comunicato di accettare il mandato dell’assemblea. Con queste due decisioni il movimento spontaneo si traduce automaticamente in comitato elettorale “Franzone Sindaco” ed esprimerà la lista a supporto del candidato a sindaco, denominata “Lista Franzone Sindaco”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852