Seguici su:

Attualità

Melfa, indietro tutta e nuovo Cda alla Meic Services

Pubblicato

il

Rimane socio della Meic Services Maurizio Melfa ma la SPA riparte da un nuovo consiglio d’amministrazione che sarà guidato da Rosario Arena, già ufficiale della Guardia di Finanza e commissario straordinario al Comune di Gela, al suo fianco ci sarà Alessandro Guarnera. Due Ad ed un nuovo innesto nella compagine societaria. Si tratta dell’ing. Ezio Salvo, compagno di scuola di Melfa con omprovata esperienza in contesti internazionali. La presidenza rimane a Giampaolo Russo, presente nella compagine societaria anche Francesco Messina.

“Sono felice – dichiara Melfa – che il nuovo Cda abbia accolto il mio invito: i lavori al PalaLivatino andranno avanti perché la città ha di bisogno di questa struttura e sarebbe un peccato che la collettività pagasse per colpe non proprie. Oltre al PalaLivatino, intendo tenere fede anche agli impegni presi con i tifosi e con le società sportive del basket e del calcio. Lo sport, l’associazionismo, la cultura sono valori fondamentali per il nostro territorio ed io sono chiamato a fare la mia parte perché, come diceva Voltaire, “Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto”. Allo sconforto, preferisco la speranza e desidero avere ancora fiducia nella giustizia, nella sua radice e nella sua responsabilità più profonda”.
Dopo la condanna, che verrà appellata, Maurizio Melfa si è dimesso dal direttivo nazionale di Federmetano, ha rinunciato alla candidatura di Responsabile Nazionale del Servizio Emergenziale e, “cosa ancora più devastante sotto il profilo personale – afferma – ho rassegnato le dimissioni da amministratore delegato dell’azienda alla quale la mia famiglia ed il sottoscritto hanno dedicato 35 anni di onorata ed impeccabile carriera professionale”.
Un terremoto personale dopo la sentenza del gup, le dimissioni e la voglia di continuare a credere in tutti i progetti sportivi perché Gela ha bisogno di chi crede nel futuro e nella rinascita.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Turismo: la Regione punta alla Bit di Milano

Pubblicato

il

Grande impatto visivo ed emotivo, oltre mille metri quadrati, grandi ledwall e superfici a specchio, spazi per operatori del settore pubblici e privati. Lo stand (il render nella foto sopra) della Regione Siciliana alla prossima Borsa internazionale del turismo di Milano, dal 12 al 14 febbraio, interamente progettato dal personale interno all’assessorato regionale al Turismo, sarà il biglietto da visita dell’Isola in un settore che cresce. Secondo uno studio commissionato dall’università Cattolica di Milano, la Sicilia con il logo “See Sicily” è la prima regione italiana in termini di “ricordo” a seguito delle campagne di promozione audiovisive sui principali media. Per il governatore Schifani, che sarà presente alla tradizionale conferenza stampa in Fiera Milano, «la nostra terra è intrisa da millenni di storia, oggi fonte di ispirazione per nuove generazioni di creativi legati alla moda, al cinema, al teatro, alla letteratura, all’arte». Obiettivo consolidare offerta e flussi e promuovere la destagionalizzazione

Continua a leggere

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. In  cerca di soluzioni

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852