Seguici su:

Cronaca

Pioggia dirompente: la Sicilia in ginocchio. Gela tiene e domani tutti a scuola

Pubblicato

il

Le immagini apocalittiche di Catania stanno facendo il giro d’Italia e non solo.

Si piange per i morti (uno a Catania ed una a Scordia) e le persone in difficoltà. Una frana è stata registrata sulla A 18 Messina – Catania. Difficoltà per gli atterraggi all’aeroporto di Catania e perfino per i viaggi di linea dei pullman Catania – Gela: alcuni sospesi ed altri in notevole ritardo.

“Come previsto e prevedibile, l’arrivo delle piogge autunnali coincide con fenomeni di dissesto idrogeologico che mettono a rischio l’incolumità dei cittadini e la tenuta delle infrastrutture della Regione. Una situazione climatica emergenziale che si aggiunge alla presenza di cantieri infiniti: una combinazione che costituisce un gravissimo rischio per l’utenza e una compromissione del diritto alla mobilità”. È questo l’amaro commento della deputata Valentina Zafarana (M5S) alla notizia dell’ennesima chiusura, a seguito di una nuova frana, di un tratto dell’autostrada Messina-Catania.

“Autunno nuovo, problemi vecchi – continua Zafarana – che cadranno tutti sulle spalle dei cittadini. Dopo il pericolo scampato del masso rotolato in autostrada senza che fortunatamente abbia colpito vetture in transito, da oggi i cittadini si troveranno ad affrontare ulteriori gravissimi disagi. Sia coloro che da Messina dovranno recarsi nella zona ionica della Sicilia, sia i cittadini di tutti i paesi attraversati dalla SS114, si troveranno infatti a dover fare i conti con un traffico ingestibile nell’angusta strada che attraversa i comuni della costa”.

“È prioritario quindi – aggiunge la deputata – ripristinare le condizioni di sicurezza dell’autostrada in modo da riaprirla al traffico nel più breve tempo possibile e, per questo, ho già preso contatti con il prefetto Cosima Di Stani, che è doveroso ringraziare per la sollecitudine e la risolutezza mostrata nel suo immediato intervento, chiedendole di seguire in prima persona la questione”.

“È una situazione inaccettabile – conclude Zafarana. Adesso ci troviamo in emergenza e il CAS ha il dovere di far accelerare i lavori in corso nelle carreggiate già precedentemente chiuse, consentendo così la riapertura al traffico. A Gela l’allerta meteo non ha avuto riscontro, per fortuna. Domani si torna a scuola.

“L’avviso regionale di Protezione Civile per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico – afferma il sindaco di Gela – per la giornata di domani, mercoledì 27 ottobre, ci pone in una zona al limite tra giallo (livello “attenzione”) e arancione (livello preallarme).

In base a queste indicazioni, e al fatto che la zona rossa sarà limitata alla Sicilia nord-orientale, domani le scuole saranno regolarmente aperte. La decisione di chiusura per la giornata odierna è stata dovuta non solo alla zona arancione, ma anche e soprattutto al fatto di essere al confine con delle zone rosse.

Per queste ultime, ed in particolare per il versante etneo, le previsioni si sono rivelate tristemente corrette, e si piangono anche delle vittime. Alle loro famiglie e a tutti i catanesi ci stringiamo con affetto, cordoglio e sincera vicinanza.

Le decisioni per le giornate di giovedì e venerdì, che si annunciano problematiche, saranno prese e comunicate nelle prossime ore, in base ai bollettini che saranno emessi”.

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Coronavirus: ieri 73 nuovi casi in provincia, 14 a Gela

Pubblicato

il

Caltanissetta: Nelle ultime 24 ore riscontro di 73 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 21 pazienti di Caltanissetta, 14 di Gela, 14 di Mussomeli, 9 di Vallelunga Pratameno, 7 di Marianopoli, 3 Villalba, 2 di Acquaviva Platani, 1 di Milena, 1 di San Cataldo e 1 di Sommatino. Ricoverati in degenza ordinaria 2 pazienti: 1 di Marianopoli e 1 di Gela. Trasferito fuori provincia 1 paziente di Campofranco. Dimessi dalla degenza ordinaria: 2 pazienti di Villalba guariti clinicamente e 1 di Mussomeli. Guariti da Covid-19: 10 pazienti di Gela, 6 di Mussomeli, 4 di San Cataldo, 3 di Niscemi, 2 di Caltanissetta, 2 di Riesi e 1 di Villalba.

Continua a leggere

Cronaca

Suicidio in via Oceania

Pubblicato

il

Gela – Un giovane si è lanciato dal balcone della sua abitazione di via Oceania. Si tratta di D. S. di 30 anni. L’impatto è stato tale da non dare speranza. Il giovane è morto subito dopo il volo dal balcone

Continua a leggere

Cronaca

Salus Festival: riflessioni e inno alla salute

Pubblicato

il

Caltanissetta – Con la “Camminata della Salute”, che ha coinvolto numerosi cittadini, si conclude oggi la settima edizione del Salus Festival, la manifestazione di promozione della salute organizzata dal CEFPAS che si è svolta a Caltanissetta e a Gela. Una settimana di eventi tra seminari scientifici, ambulatori aperti e screening gratuiti nel capoluogo nisseno e nella Città del Golfo, il concorso cinematografico Salus Cine Festival, i tornei sportivi e gli incontri con gli studenti delle scuole superiori e gli alunni delle scuole elementari.

Ad animare il Salus Festival è stata la partecipazione di numerosi professionisti del sistema socio-sanitario, medici, specialisti, esperti e docenti universitari che sono intervenuti nel corso delle giornate formative, insieme ai campioni dello sport e alle forze dell’ordine per parlare e promuovere il benessere della persona e i corretti stili di vita nei suoi diversi ambiti. Positiva anche la partecipazione dei cittadini agli ambulatori per i check-up specialistici, un appuntamento con la prevenzione che continua a riscuotere grande adesione.

«Grazie alla forte adesione del territorio alle iniziative del Salus Festival, il CEFPAS ancora una volta ha dimostrato di essere dalla parte della prevenzione della salute. Fondamentale è stato il supporto dei partner istituzionali e dell’associazionismo del Terzo settore, grazie ai quali abbiamo fatto rete e che ringrazio per il loro contributo di idee, suggerimenti e proposte. Tutti insieme, attraverso gli screening, i seminari scientifici e gli eventi culturali, ci siamo mobilitati per proporre stili di vita corretti alla popolazione e per far capire quanto sia importante prendersi cura di se stessi. I diversi argomenti trattati ci hanno permesso di riflettere sui temi di grande attualità per il presente e il futuro della Sanità. É davvero un messaggio positivo che da ben sette anni Caltanissetta riesce a veicolare con grande energia», dice Roberto Sanfilippo, Direttore generale del CEFPAS.

«Dopo che nell’ultimo anno siamo stati costretti ad affrontare l’emergenza pandemica, la ripresa in presenza del Salus Festival rappresenta un grande evento di promozione della salute e simboleggia la grande voglia di ritorno alla normalità. Grazie alla disponibilità dei nostri professionisti e alla collaborazione di tutta la direzione e del mondo del volontariato, abbiamo allargato le porte della prevenzione attivando gli ambulatori nelle nostre strutture per accogliere i pazienti che hanno scelto di sottoporsi alle visite specialistiche», commenta Alessandro Caltagirone, Direttore generale dell’Asp di Caltanissetta

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852