Seguici su:

Politica

Piovono critiche sulla sosta a pagamento: Alabiso presenta un’ interrogazione

Pubblicato

il

Non smette di far parlare di se’ il servizio di sosta a pagamento ripristinato il 16 gennaio a seguito dell’aggiudicazione alla ditta Ecoparking avvenuta dopo la procedura di evidenza pubblica lo scorso anno. Molti aspiranti si sono visti surclassare nonostante vantassero esperienza e requisiti maggiori e questo verrà valutato in sedi separate. Piovono numerose segnalazioni dai cittadini e una interrogazione è stata presentata dal consigliere comunale Emanuele Alabiso. ” Dalle verifiche – scrive Alabiso – è stato riscontrato che il servizio è stato avviato dal Concessionario senza aver provveduto ad installare i parcometri su strada e l’impianto a sbarra nel parcheggio e utilizzando dei gratta e sosta come sistema di pagamento della tariffa oraria della sosta. Per quanto emerso, tra l’altro, il reperimento di tali gratta e sosta risulta essere abbastanza affannoso in quanto la vendita viene effettuata direttamente dal personale in servizio del Concessionario.

Da una ulteriore verifica degli atti della gara d’appalto si è potuto appurare che:

– l’art. 7 del Capitolato di gara impone al Concessionario l’obbligo di avvio entro il termine di 20 giorni dalla aggiudicazione e consegna formale delle aree avvenuta nello scorso mese di settembre.

– l’art. 3 del Capitolato di gara prevede espressamente che il sistema di pagamento della sosta deve avvenire esclusivamente mediante parcometri elettronici per la sosta su strada e tramite impianto con barriera e cassa automatica presso il parcheggio Arena;

– l’art.  6 prevede la decadenza dell’aggiudicazione in caso di esecuzione del servizio in modo difforme a quanto previsto delle condizioni di gara”. Alabiso chiede:

– Quale motivazione abbia indotto l’Amministrazione Comunale a consentire al Concessionario di avviare il servizio in deroga alla rigorosa osservanza degli obblighi contrattuali nonostante il lungo lasso di tempo di oltre 4 mesi intercorsi dalla consegna del servizio e con i conseguenziali effetti di arrecare un notevole disagio all’utenza, un ingiusto vantaggio economico al Concessionario di gestire il servizio prima ancora di aver sostenuto i dovuti investimenti economici e, non ultimo, di consentite un sistema di pagamento arcaico non in grado di garantire la massima trasparenza nella tracciabilità degli incassi e quindi di poter determinare le competenze comunali derivanti dal versamento del canone.

– Quali accorgimenti intende adottare l’Amministrazione Comunale al fine di pervenire con assoluta certezza all’immediata rimozione di tutte le anomalie soprariportate al fine di conformare il servizio di sosta a pagamento alle previsioni contrattuali – Ed infine si chiede all’Amministrazione Comunale conferma di aver verificato l’assolvimento di tutti gli altri obblighi contrattuali in capo al Concessionario assunti in sede di offerta tecnica migliorativa oltre quelli previsti a base d’asta”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Pd: a Gela più voti per Paola De Micheli

Pubblicato

il

La mozione congressuale di Paola De Micheli risulta la più votata a Gela.

La scelgono 45 tesserati.

La De Micheli l’ha illustrata di persona in città durante un incontro al Gboil organizzato dall’ex segretario provinciale Peppe Di Cristina ma è di poche unità o stacco con i due big dati come in pole position cioè la Schlein e Bonaccini. I due vanno in parità: 37 voti ciascuno. Un solo voto per Cuperlo.

Nelle prossime settimane sarà allestito un gazebo per il voto ad uno dei due vincitori di questa prima fase e quindi per eleggere il segretario nazionale dei Dem.

Continua a leggere

Flash news

Interrogazione al ministro Valditara sulle scuole al gelo in Sicilia e a Gela

Pubblicato

il

“A Gela vi sono scuole dove gli impianti di riscaldamento non funzionano da decenni. La mancanza di fondi da parte del Comune crea una situazione di stallo non più tollerabile”. E’ quanto afferma Ketty Damante, Senatrice del Movimento 5 Stelle che ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara dopo il grave caso verificatosi alcuni giorni fa alla scuola Emanuela Loi di Palermo, dove una bambina è stata ricoverata in ospedale per ipotermia. La causa dell’evento è stata collegata ad un banale guasto all’impianto di riscaldamento nonostante le ripetute segnalazioni della preside al Comune e i diversi solleciti da parte della Prefettura.

“In realtà episodi come questi – spiega Damante – non sono isolati ma rappresentano una triste realtà consolidata nel territorio siciliano. Qualche giorno dopo si è verificato un caso analogo all’Università di Palermo. Ho interrogato il ministro, sia per sapere se è a conoscenza dei fatti recentemente accaduti sia per sapere se ha intenzione di intervenire nel merito della questione. Bisogna naturalmente tener presente che la manutenzione degli istituti scolastici spetta agli enti locali ma il diritto allo studio è costituzionalmente garantito e per questo il Governo non può girarsi dall’altro lato”.

Nel 2020 il governo Conte ha stanziato in un solo anno 10 miliardi per la scuola pubblica, e 9 miliardi per l’efficientamento energetico e per la messa in sicurezza sono previsti dal PNRR. Questo governo invece in legge di bilancio ha programmato tagli per 4 miliardi.

Continua a leggere

Politica

Aumento indennità ex RMI. Di Paola (M5S): riconoscimento a lavoratori insostituibili nei nostri Enti

Pubblicato

il

Palermo – “Sono felice dell’approvazione a Sala d’Ercole dell’adeguamento dell’indennità per i lavoratori utilizzati nei cantieri di servizio, ex reddito minimo di inserimento. Il caro vita sta colpendo tutte le famiglie siciliane, mettendo praticamente in ginocchio le fasce più deboli, quali per l’appunto questi lavoratori che operano un ruolo fondamentale negli enti locali del Nisseno e dell’Ennese. Lo stanziamento sarà di circa un milione di euro”.

“Si tratta di circa 900 persone – spiega Di Paola – che da più di vent’anni svolgono ruoli ormai insostituibili per mandare avanti le nostre amministrazioni locali che siamo felici di poter agevolare in questo modo. Devo dare atto che il governo ha mostrato sensibilità verso questo tema. Auspichiamo che per queste persone venga assicurato un percorso di lavoro stabile” – conclude il vice presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Nuccio Di Paola.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852