Seguici su:

Cronaca

“Poltronite acuta”. La sindrome della politica gelese, per “il bene della città”…

Pubblicato

il

“Noi la poltrona l’abbiamo lasciata a chi la brama e ci interessa solo il bene della città!”, la botta. “A noi l’assessorato in più non interessa e pensiamo solo al bene della città!”, la risposta. Al di sopra di tutto, almeno a sentirli parlare, c’è solo e soltanto il fantomatico “bene della città”.

Che bello, sarebbe, se oltre alle parole questi fantastici concetti fossero tramutati in fatti. Avremmo la città più efficiente del Mondo! Avremmo il porto! Avremmo i cantieri aperti a Piana del Signore per la conclusione dei lavori dell’autostrada Gela-Siracusa! Avremmo un ospedale all’avanguardia ed in grado di dare risposte adeguate ad una popolazione che è la sesta della Sicilia per abitanti e che è stata dichiarata dallo Stato “Area di Crisi Complessa”, con tutte le gravi conseguenze (sulla salute dei cittadini di questo martoriato territorio e sulla loro economia) che questo “status” ne comporta!

Avremmo l’acqua tutti giorni ed h24, potabile ma anche bevibile a costi “urbani” e sostenibili! Avremmo la città pulita senza, peraltro, dovere pagare Tari da capogiro! Avremmo strade percorribili e non terreni dove sembra si sia appena combattuta una battaglia campale! Avremmo piste pedonabili dove i “runners” non sono costretti ad essere falciati dalle macchine in corsa o azzannati da orde di cani randagi liberi di scorrazzare in ogni dove! Avremmo piste ciclabili dove le famigliole possono tranquillamente farsi la loro passeggiata su due ruote senza, per questo, dover rischiare ad ogni istante la loro vita, e quella dei loro cari al seguito! Avremmo, insomma, una città normale!

Ed invece, no! Non ce l’abbiamo proprio una città normale.

Ma in compenso abbiamo politici (eletti dal Popolo, ci mancherebbe altro!) che vanno sbandierando ai quattro venti di pensare solo, e soltanto, al “bene della città”! Peccato che tutto questo “bene” non solo non si vede, ma purtroppo quello che si vede è esattamente il contrario.

Lor Signori, è inutile nasconderlo, dimostrano di vivere in un altra dimensione. Perchè quella della vita reale è lontana anni luce dal loro modo di vedere, pensare ed agire quotidiano. Loro hanno in mente solo un pensiero fisso: “a cutra!”. Tradotto dal vernacolo “l’interesse personale”! Altro che “il bene della città”! Meditate gente, meditate!…
Franco Gallo

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Arrivano i finanziamenti dalla Regione

Pubblicato

il

Palermo – Sette milioni e 300 mila euro per il ricovero delle persone con disabilità psichica. La Regione Siciliana, tramite l’assessorato al Lavoro, alla famiglia e alle politiche sociali, ha autorizzato il pagamento delle somme ai Comuni siciliani per le rette che riguardano la permanenza nelle comunità alloggio dei 2.266 disabili psichici censiti in tutta l’Isola nel 2021.  La ripartizione delle somme tra i territori sul sito della Regione.

Spazio alle iniziative rivolte ai giovani, per le quali c’è a disposizione oltre un milione e 600mila euro. L’assessorato alla Famiglia e alle politiche giovanili ha ha approvato le graduatorie provvisorie dell’ Avviso pubblicato nel novembre scorso, con il quale sono stati selezionati 24 progetti. Il finanziamento è a carico della Regione e del dipartimento della Gioventù della presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso il Fondo politiche giovanili anno 2019-2020.

Continua a leggere

Cronaca

Il sindaco Greco condivide la linea di Draghi e Mattarella

Pubblicato

il

Il sindaco di Gela, Lucio Greco si pronunzia sulle prossime elezioni difendendo le linee politiche di Draghi e Mattarella

Tutto può essere messo in discussione in queste elezioni politiche, tranne la collocazione europeista e atlantista del nostro paese. In uno scenario internazionale  che presenta molti focolai di incendi in varie parti del mondo, a partire dalla nostra Europa, non possiamo non assumere atteggiamenti netti e chiari in difesa della democrazia.

Draghi e Mattarella hanno saputo difendere questi principi e hanno ben interpretato l’essenza della nostra Costituzione. Per rispetto del mio ruolo di Sindaco, non mi sono pronunciato in merito alle prossime elezioni politiche del 25 settembre. Di sicuro, però, mi muoverò nel rispetto di questi valori“.

Continua a leggere

Cronaca

Ladri di rame nella postazione 118 che resta al buio

Pubblicato

il

Non bastavano i ritardi delle ambulanze che lasciano a terra le persone incidentate, adesso la postazione del servizio sanitario 118 di contrada Brucazzi, è rimasta al buio. Bloccata la centralina di smistamento delle chiamate, il cancello automatico e niente energia elettrica. I ladri di rame hanno colpito ancora e questa volta il settore sanitario già provato da tante defaillance. La sede è di proprietà del Comune che è stato allertato. “Abbiamo già contattato la Ghelas- ha detto il vicesindaco Terenziano Di Stefano- che domani provvederà a ripristinare i fili di rame rubati per rimettere in marcia la postazione 118”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852