Seguici su:

Politica

Tempio crematorio: niente emissioni nocive

Pubblicato

il

A distanza di un mese e mezzo dall’apertura del Tempio Crematorio di Delia l’Amministrazione Comunale ha provveduto a fare effettuare delle analisi sulle emissioni nell’aria da parte di un laboratorio accreditato e specializzato. I risultati hanno evidenziato il totale rispetto di tutti i valori previsti dall’A.U.A (Autorizzazione Unica Ambientale) dimostrando in modo incontrovertibile che la tecnologia utilizzata all’interno dell’impianto è una tecnologia all’avanguardia, rispettosa dell’ambiente e totalmente sicura. L’ Amministrazione Comunale ha fatto visionare le analisi alla commissione tecnico scientifica, all’uopo istituita, che ha ribadito in toto ciò che aveva messo nero su bianco diversi mesi addietro: “…inquina di più un camion euro quattro che mille cremazioni…”.  “Ancora una volta viene certificato il grande lavoro effettuato dall’Amministrazione Comunale. Eravamo totalmente sicuri che la tecnologia utilizzata all’interno del Tempio Crematorio sarebbe stata tra le migliori in assoluto e totalmente sicura per l’ambiente: lo affermavamo poiché eravamo e siamo in possesso di tutti i dati nonché di tutti i pareri positivi rilasciati dai vari Enti provinciali e regionali coinvolti.Alcuni hanno voluto fare demagogia e creare panico tra i Cittadini paragonando le future emissioni dell’Impianto di Cremazione di Delia a quelle dell’industrie petrolchimiche, siderurgiche o di raffineria” ha spiegato il Sindaco Gianfilippo Bancheri. “Come in tutte le cose – ha aggiunto il Sindaco di Delia – le bugie hanno le gambe corte. Per mesi ho sentito delle vere e proprie stupidaggini, ai limiti del ridicolo, da parte di chi voleva strumentalizzare la nascita del Tempio Crematorio di Delia, un vero e proprio fiore all’occhiello per il nostro territorio, palesando tesi strampalate, basate sul nulla, per mettere in cattiva luce l’Amministrazione Comunale e screditare agli occhi dei Cittadini il sottoscritto. Purtroppo il giochetto non solo non è riuscito ma si è trasformato in un vero e proprio boomerang per chi ha ingannato in modo pretestuoso i Cittadini. Quasi quasi volevano trasformare Delia nella nuova Auschwitz…” “Parlare di fumi neri, di tumori, di polveri che si sarebbero depositate sui frutti o sui balconi, di svalutazione degli immobili comunali, di paese dei morti dimostrava a chi conosceva la materia, era in possesso di informazioni veritiere o aveva espresso pareri tecnici obbligatori sull’impianto, tutta la malafede di chi giornalmente portava avanti tesi ridicole con l’unico scopo di demonizzare il Sindaco Bancheri. Oggi finalmente mettiamo una pietra tombale su tutta questa vicenda dimostrando, senza paura di essere smentiti, la nostra serietà e la nostra lungimiranza. Ovviamente continueremo a vigilare, cosi come tutti gli Enti preposti per legge, affinché la Ditta che gestisce l’impianto lavori sempre con correttezza, prestando la massima attenzione alla manutenzione dell’impianto e a tutti quegli aspetti previsti minuziosamente nel contratto stipulato con il Comune di Delia” ha concluso il primo cittadino

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Bonus fieno:Catania (FdI) chiede più punti di consegna

Pubblicato

il

Bonus fieno:interviene l’on.Giuseppe Catania. Nelle scorse ore sono stati approvati gli elenchi degli allevatori che hanno diritto al “bonus fieno” erogato dalla Regione Siciliana, un provvedimento voluto dal presidente Renato Schifani con uno stanziamento di 20 milioni di euro per fronteggiare i danni causati dalla siccità.
In tutto sono interessate dai voucher 5 mila aziende con un totale di 200 mila unità di bestiame, alle quali verranno assegnati 70 milioni di chili di fieno.
Per le zone ricadenti nelle province di Enna, Caltanissetta, Catania (Calatino) e Siracusa il Dipartimento ha previsto che la consegna del fieno avvenga nella struttura Esa – Centro meccanizzazione agricola di contrada Santa Barbara ad Agira (Enna).


“Certamente è stato fatto uno sforzo incredibile dal Dipartimento Agricoltura e dal Direttore Generale Dario Cartabellotta a cui va il mio ringraziamento.
“Tuttavia, ritengo – dice il deputato di FdI- che occorra fare un ulteriore sforzo prevedendo che la consegna del fieno possa avvenire anche in posti diversi dal solo punto di prelievo ad oggi previsto (Centro meccanizzazione agricola di contrada Santa Barbara ad Agira). Ciò al fine di non appesantire e rendere più snella ed economica la procedura a beneficio delle aziende zootecniche del nostro territorio.
In questa direzione ho presentato al Dipartimento Regionale Agricoltura apposita nota formale in cui chiedo di aprire nuovi punti di prelievo, a noi più vicini, così come previsto dall’all. B al DDG n. 4236/2024.Conoscendo la sensibilità del Direttore Generale si attiverà celermente per questo obiettivo”

Continua a leggere

Politica

Butera: salta il consiglio comunale sulle nuove tariffe Tari – video

Pubblicato

il

Butera – A Butera si rischia di vanificare il taglio della Tari. Oggi non è stato possibile celebrare il Consiglio comunale sull’approvazione delle tariffe Tari che, dopo la deliberazione del Pef del 2024 di fine giugno, avrebbe previsto una consistente riduzione sui costi. Ma in consiglio comunale erano in sei consiglieri di cui due dell’opposizione si sono allontanati facendo cadere il numero legale.

Ecco cosa racconta il sindaco Giovanni Zuccalà

Il piano economico finanziario deliberato tre settimane fa determina una riduzione complessiva della tassa sui rifiuti, senza nulla togliere all’alta qualità del servizio offerta dal gestore Impianti Srr 4 . Una somma di circa 250 mila euro che abbatte i costi che gravano sui cittadini

L’approvazione in Consiglio Comunale del Piano Economico finanziario relativo al costo Servizi Rifiuti anno 2024, prevede una riduzione del 21%. Ciò avrebbe permesso, nel Consesso Civico di oggi , l’approvazione delle nuove tariffe Tari una consistente riduzione della tassa sui rifiuti per la popolazione buterese.

Ma il sindaco assicura: “domani ci sarà tutta la maggioranza e le tariffe verranno approvate!”

Continua a leggere

Flash news

Irti capogruppo Dc

Pubblicato

il

“Anche a Gela importante città troppo spesso dimenticata dalla Politica ,la democrazia Cristiana ha il suo gruppo in consiglio comunale dimostrando la presenza in tutti i territori. La democrazia Cristiana farà anche in questo importante Consiglio comunale valere le ragioni al servizio della comunità” : lo ha dichiarato il segretario regionale della Dc Cirilllo.

Il commissario cittadino Giuseppe Licata è sicuro che la Dc saprà sempre agire nell’interesse del territorio con il suo gruppo consiliare composto da Armando Irti e Giuseppe Gustella.Al primo l’onere di guidare il gruppo in aula.

Prosegue il percorso di radicamento della DC in tutta la regione. Siamo sicuri che Irti e Guastella sono già pronti ad affrontare le sfide che li attendono, lavorando nell’interesse della gente e creando opportunità di rilancio per la comunità di Gela”, dichiara Licata

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852