Seguici su:

Attualità

Trasporto disabili: incontro chiarificatore

Pubblicato

il

Gela – Chiarita la posizione delle famiglie che hanno usufruito del servizio di trasporto disabili con AIAS. Questa mattina, al Comune, si è tenuto un incontro presieduto dal Sindaco Lucio Greco e dall’assessore ai servizi sociali, Nadia Gnoffo, al quale hanno preso parte sia l’associazione che il presidente della commissione servizi sociali e una delegazione delle famiglie. Queste ultime si sono rivolte all’assessorato e hanno chiesto il supporto del sindaco e dell’assessore per ottenere chiarimenti sulla vicenda.

Si tratta di famiglie che, lo ricordiamo, ad oggi non hanno presentato al Comune alcuna richiesta di rimborso, come da delibera n. 30 del 6 febbraio 2020. Gli amministratori hanno raccolto l’invito e hanno ribadito all’AIAS che il rapporto giuridico è tra il Comune e le famiglie, ed è con queste, pertanto, che è stato trovato l’accordo che permetterà di superare l’empasse. L’AIAS ha tratto, quindi, le proprie conclusioni rispetto ad una posizione che gli amministratori hanno sostenuto sin dall’inizio. 

“Si è creata, nostro malgrado, una situazione che non avremmo mai voluto e che ha creato non poche preoccupazioni tra le famiglie, alle quali possiamo garantire – commentano il Sindaco Greco e l’assessore Gnoffo – che l’Ente continuerà a riconoscere loro le somme come forma di rimborso. Saranno le famiglie che poi le inoltreranno alle associazioni alle quali volontariamente si sono rivolte per avere il servizio, proprio come sarebbe dovuto essere sin dall’inizio. Naturalmente, questi soldi saranno riconosciuti per le spese sostenute previa formale richiesta corroborata di tutta la documentazione all’ufficio competente, e si continuerà con questo sistema fino a quando non verrà indetta una nuova procedura, attraverso una modalità che abbiamo già individuato per integrare il regolamento del 2018 che ha letteralmente ingabbiato l’amministrazione. E’ solo grazie ad un’azione efficiente ed efficace dell’amministrazione che riusciamo a garantire la gratuità del trasporto, e, in tutta questa vicenda, resta il rammarico per quei soggetti politici che hanno voluto, ad arte, creare confusione e cavalcare l’onda di un malessere che l’amministrazione comprende ma di cui non ha alcuna responsabilità”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. In  cerca di soluzioni

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852