Seguici su:

Attualità

Un protocollo per il corso di laurea in archeologia subacquea

Pubblicato

il

La giunta municipale ha deliberato ieri di sottoscrivere un protocollo d’intesa per l’attivazione di un corso di laurea in archeologia subacquea, con annesso centro internazionale di ricerca, tra Comune di Gela, Dipartimento dei Beni Culturali e dell’identità siciliana “Soprintendenza del Mare”, Gruppi Archeologici d’Italia – Direzione Sicilia, associazione La Rotta dei Fenici e Centro Studi M.I.C.O.S.

L’iter per l’avvio del corso di laurea, dunque, va avanti. L’iniziativa, promossa dall’assessore all’Istruzione Cristian Malluzzo, si inserisce tra quelle finalizzate alla ricerca e alla promozione del patrimonio archeologico subacqueo dei fondali gelesi, tutto ancora da valorizzare, attraverso la concreta attuazione di un impegno sinergico delle diverse istituzioni locali, a vario titolo impegnate nella promozione sociale, culturale ed economica del comprensorio. La sottoscrizione del protocollo sarà programmata a breve, e i soggetti attuatori si impegneranno, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, a realizzare a Gela non solo il corso di studi e il centro di ricerca internazionale ma anche convegni di studio, congressi e visite guidate di studenti e ricercatori. Il Comune non avrà alcun onere finanziario e sarà solo chiamato ad individuare i locali nei quali ospitare la facoltà.

“La vicenda della nave greca ritrovata al largo delle nostre coste che tanto successo ha riscosso a Forlì e che è da poco rientrata a Gela per diventare il fulcro di una nuova mostra internazionale e di un museo ad hoc, – afferma il Sindaco Lucio Greco – è la dimostrazione del fatto che il trinomio formazione-cultura-turismo rappresenta un viatico da perseguire per concorrere all’attivazione di processi di crescita e sviluppo realmente sostenibili e duraturi. Per questo, appare indispensabile attivare un incisivo raccordo tra le istituzioni regionali e locali, volto a promuovere la conoscenza e la valorizzazione turistica del patrimonio archeologico ritrovato in mare nel comprensorio gelese, che riteniamo abbia le potenzialità per catalizzare l’attenzione di studiosi, ricercatori e turisti”. 
“La nostra amministrazione si è sempre mossa attivamente in questa direzione, – aggiunge l’assessore Cristian Malluzzo perchè riteniamo che i tempi siano maturi per puntare sul turismo e le bellezze, ma l’attivazione di questo corso di laurea ci permetterà anche di creare un nuovo indotto, ossia quello che orbita attorno al mondo universitario e che è capace di smuovere non solo le coscienze ma anche l’economia. In più, daremo la possibilità a tanti giovani di studiare in loco. Il prossimo passo, pertanto, sarà la sottoscrizione del protocollo, poi muoveremo concretamente i primi passi, a partire dall’individuazione del sito”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. In  cerca di soluzioni

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852