Seguici su:

Attualità

#VoceperZelia, domattina la manifestazione. Una comunità che chiede giustizia per la prof. Guzzo

Pubblicato

il

Sarà una manifestazione silenziosa, per volontà stessa della famiglia. Per partecipare basterà indossare una maglietta bianca. Ma il silenzio non impedirà di far “rumore”, di chiedere giustizia e risposte. L’appuntamento è per domattina alle 9.15 davanti al tribunale di Gela per #VoceperZelia: così è stata ribattezzata l’iniziativa ideata dai familiari di Zelia Guzzo, la 37enne docente gelese scomparsa lo scorso marzo a causa di una trombosi in seguito alla somministrazione della prima dose del vaccino AstraZeneca.

Secondo la procura di Gela, che ha chiesto l’archiviazione del procedimento, non ci sarebbero state correlazioni di rilievo penale tra la somministrazione del vaccino e il decesso. Ma la famiglia della donna tramite i propri legali Antonio Cozza e Valerio Messina ha deciso di opporsi, proprio perché «nulla in sede di somministrazione del vaccino è stato detto circa le eventuali reazioni avverse della pratica vaccinale», tra le quali proprio il rischio trombosi. Ed è questo il punto, le falle enormi che hanno caratterizzato il siero di Oxford dal punto di vista della comunicazione, a tutti i livelli, tra i cittadini disorientati che cercano giustamente chiarezza e certezze.

Storie come quella di Zelia Guzzo chiedono, e meritano, giustizia ad uno Stato che non può e non deve voltare le spalle. In silenzio, i suoi familiari e amici domattina sottolineeranno proprio questo. Con grande dignità, ma anche con grande determinazione: «Zelia è stata tradita da questo Stato che doveva tutelarla. Si era fidata ed è stata tradita», così ha scritto questo pomeriggio Andrea Nicosia, marito della prof. Guzzo, sul proprio profilo Facebook. È il messaggio che fanno proprio amici, parenti e conoscenti della donna, condividendo la foto del suo volto dolce e sorridente nelle chat e sui social. Perché un’intera comunità possa chiedere alle istituzioni di ridare senso ad una parola, “giustizia”, che non può essere una parola come tante. Ma un diritto sacrosanto che ogni cittadino merita.

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Il manager Caltagirone vicepresidente della FIASO

Pubblicato

il

Il Direttore Generale dell’ASP di Caltanissetta e Commissario Straordinario del Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo, Alessandro Caltagirone è stato nominato vice presidente del nuovo comitato di Presidenza della FIASO: la Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie. Una nomina giunta ieri in occasione dell’assemblea ordinaria durante la quale sono stati rinnovati gli organi statutari.

“Ringrazio il presidente della FIASO, Giovanni Migliore per la fiducia – ha sottolineato Alessandro Caltagirone – sono consapevole dell’importanza e del significato che tale incarico determina soprattutto perché consente di poter rappresentare a livello nazionale istanze e necessità di chi vive, sul piano gestionale e manageriale, la sanità dall’interno. Un’opportunità che farò in modo di cogliere al meglio nel corso dei tre anni di mandato per poter dare un contributo concreto”.

Nel comitato di Presidenza insieme ad Alessandro Caltagirone anche Pasquale Chiarelli, Direttore generale della Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni, Eva Colombo, Direttore generale della Asl di Vercelli, Antonio D’Amore, Direttore generale della ASL Napoli 2 Nord, Antonio D’Urso, Direttore generale della Azienda Usl Toscana Sud Est, Carlo Nicora, Direttore generale della Fondazione Irccs Policlinico San Matteo, Paolo Petralia, Direttore generale Asl 4 Liguria, Angelo Tanese, Direttore generale della ASL Roma 1.

L’ Assemblea ha proceduto anche al rinnovo del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri.

Continua a leggere

Attualità

“Art flow”, i deputati regionali del M5S finanziano il progetto di Smaf

Pubblicato

il

Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all’Ars finanzierà la rassegna culturale “Art flow” ideata dall’associazione Smaf. Il contributo sarà di 10mila euro e corrisponde ad una parte degli stipendi dei deputati del M5S al parlamento siciliano, che in questo modo sosterranno una iniziativa di livello proprio a Gela dopo averlo fatto in altre città dell’isola. Un’idea dell’on. Nuccio Di Paola, deputato pentastellato che da gelese ed ex assessore comunale ben conosce la realtà di Smaf.

Grande soddisfazione da parte del presidente dell’associazione Gaetano Arizzi e di tutti i ragazzi, che adesso si apprestano ad ultimare il programma della rassegna: proprio domattina è previsto in municipio un incontro per ricevere dall’amministrazione le ultime autorizzazioni in grado di sbloccare l’organizzazione del palinsesto. La cifra servirà inoltre per ripulire e valorizzare le aree del quartiere Canalazzo ed installare in maniera permanente uno skate park presso una zona delimitata del parcheggio di Caposoprano.

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus: 52 guariti e 37 nuovi positivi

Pubblicato

il

Caltanissetta – Nelle ultime 24 ore riscontro di 79 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 37 pazienti di Gela, 15 di Niscemi, 10 di Caltanissetta, 9 di Mazzarino, 6 di Santa Caterina Villarmosa, 1 di Serradifalco e 1 di Riesi. Ricoverato in degenza ordinaria 1 paziente di Riesi, già in isolamento domiciliare. Dimesso dalla degenza ordinaria 1 paziente di Riesi. Guariti da Covid-19: 55 pazienti di Mazzarino, 52 di Gela, 18 di Riesi, 2 di Caltanissetta, 2 di Vallelunga Pratameno, 2 di Butera e 1 di Santa Caterina Villarmosa.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852