Seguici su:

Attualità

A Gela l’Hub alimentare a spese dell’Eni

Pubblicato

il

 Stamattina la firma del protocollo tra l’Eni, rappresentato dal presidente della Raffineria Ra.Ge. , Francesco Franchi, ed il sindaco Lucio Greco. L’Hub, il terzo in Sicilia, sorgerà in contrada Brucazzi, alle spalle dell’ex Mattatoio Comunale.

Sta per diventare realtà il progetto dell’hub alimentare della cui realizzazione a Gela si parla dal 2018. Un progetto che l’amministrazione Greco ha seguito con attenzione, fino alla firma, questa mattina al Comune, degli accordi di collaborazione attraverso cui il Comune metterà a disposizione di Eni una parte dei locali dell’ex mattatoio. Della creazione e gestione della struttura si occuperanno Eni, la fondazione Banco Alimentare Onlus e Banco Alimentare della Sicilia Onlus.

In rappresentanza dell’Ente, oltre al Sindaco Lucio Greco e al suo vice Terenziano Di Stefano, c’erano il Presidente del consiglio comunale Totò Sammito, l’assessore ai servizi sociali Nadia Gnoffo, i dirigenti Simonetta Guzzardi e Tonino Collura e Valeria Caci in rappresentanza della commissione bilancio e servizi sociali. A siglare l’accordo per Eni, invece, c’erano il Presidente di Raffineria di Gela, Francesco Franchi, con il suo amministratore delegato Massimo Lo Faso, il presidente e amministratore delegato di Enimed Emiliano Racano e, in videoconferenza, Paolo Grossi, amministratore delegato di Eni Rewind. 

L’idea della creazione di un hub alimentare a Gela nasce dall’intento comune di contrastare la povertà e di contribuire ad innalzare il livello della qualità della vita in città, obiettivi divenuti ancora più chiari con l’esplosione della pandemia, che ha generato un allarme sociale ed occupazionale di portata storica. Secondo quanto previsto dall’accordo, il Comune concederà i locali in comodato d’uso per 10 anni, mentre Enimed, Raffineria di Gela ed Eni Rewind si faranno carico dei lavori di ristrutturazione e dell’adeguamento degli impianti per farne un centro di stoccaggio e distribuzione delle derrate alimentari. Il Comune stima, in questo modo, di poter aiutare tra le 5800 e le 7900 unità, stimolando la già spiccata propensione all’associazionismo e alla creazione di reti sociali.

“L’hub alimentare non sarà una semplice struttura materiale, – ha spiegato il Sindaco Greco – ma un luogo dalla grande rilevanza sociale in un momento difficile, di forte disagio e con tante famiglie che hanno bisogno di un sostegno concreto. Questa amministrazione ci teneva particolarmente, e ringraziamo Eni per averci permesso di far andare in porto un progetto così ambizioso che ci aiuterà a fornire assistenza ai soggetti bisognosi. E’ un risultato importante, soprattutto per chi crede in certi valori. Come già per Macchitella lab, Comune ed Eni ancora una volta insieme ed in costante collaborazione per il bene comune, a tutela della comunità locale e delle fasce sociali più deboli. Quello di Gela è un territorio che ha dato tanto ad Eni, e, in una logica di dare e avere, la multinazionale ci sta restituendo altrettanto”. 

“Come assessore ai servizi sociali – ha aggiunto Nadia Gnoffo – mi trovo ad affrontare quotidianamente i problemi di soggetti che vivono difficoltà, e viaggiare nella direzione della sicurezza alimentare è positivo sia per la salute pubblica che per la costituzione di una comunità equa in cui le persone vulnerabili abbiano l’occasione di potersi riscattare. Quello di oggi è un esempio di economia collaborativa tra privato, pubblico e associazioni che operano nel territorio, ma è anche l’occasione per dimostrare che, attraverso una collaborazione virtuosa, si possono dare risposte importanti alla collettività”.

“Realizzare una logistica primaria del banco alimentare qui a Gela è un sogno che coltiviamo da alcuni anni e che, grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale e della Fondazione Banco Alimentare, a breve si concretizzerà. Con l’emergenza Covid, la situazione economica di tante famiglie è peggiorata, quindi ben venga ogni iniziativa destinata a loro” ha dichiarato il Presidente Franchi, che ha anche ringraziato Confindustria Caltanissetta che darà una mano nell’allestimento e nella gestione della struttura. “Uno dei nostri pilastri – ha aggiunto – è un rapporto di ampia collaborazione con il territorio che ci ospita, e faremo il possibile per ultimare quanto prima i lavori e consegnare la struttura alla città”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

…e i morti posteggiati aumentano. Pienone anche al cimitero monumentale

Pubblicato

il

Prima il problema era la camera mortuaria di Farello piena di bare da un mese circa e adesso si è riempita anche la camera mortuaria del cimitero Monumentale. Ecco nella foto la situazione di oggi. Morti sotto l’aria condizionata per evitare complicazioni di natura igienico-sanitaria. E quando si aprono le porte partono le lamentele di chi ha abitazioni o attività sulla via Polizelo.  Si ripropone il problema del gennaio 2021 e febbraio scorso. Non sono bastati i 300 loculi realizzati qualche mese fa con tutti i problemi connessi: liquidi dei feretri, esalazione di cattivi odori. Ad oggi sono tutti occupati e i morti tornano a stazionare nelle camere mortuaria dei cimiteri Farello e monumentale. Ce ne sono parcheggiati poco meno di un centinaio. E si torna al punto di partenza. L’ amministrazione comunale aveva previsto la realizzazione di 830 loculi ed i lavori di un primo lotto sono già iniziati al cimitero di contrada Farello. Entro qualche settimana verranno consegnati 204 loculi. Non basteranno che per qualche settimana ma almeno chi ha esalato l’ultimo respiro di recente troverà il riposo eterno.

Continua a leggere

Attualità

Apertura straordinaria dell’Ufficio elettorale

Pubblicato

il


Ferve la corsa ai documenti per la candidatura. Allo scopo di garantire l’immediato rilascio, entro 24 ore dalla relativa richiesta, dei certificati di iscrizione nelle liste elettorali (nonché per gli altri adempimenti inerenti la presentazione delle liste di candidati e delle candidature uninominali) l’ufficio elettorale del Comune resterà aperto nelle giornate di domenica 21 e lunedì 22 agosto, dalle ore 8.00 alle ore 20. 00. L’ufficio rimarrà aperto anche domani, sabato 20 agosto, sia di mattina che dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Apertura straordinaria anche oggi pomeriggio, sempre dalle 15.00 alle 18.00

Continua a leggere

Attualità

Ennesimo atto vandalico contro la Cgil. La solidarietà della politica

Pubblicato

il

Ennesimo atto vandalico contro la sede regionale della Cgil a Palermo. Si tratterebbe, come in diversi casi precedenti, di un attacco no vax.

La Cgil regionale ha già presentato denuncia alle autorità competenti per permettere lo svolgimento delle indagini e per individuare i responsabili.

“Un atto eversivo fatto da chi farnetica che in Italia ci sia una dittatura sanitaria. – dice il segretario del circolo PD, Giancarlo La Rocca – Il simbolo della W con il cerchio è una firma chiara e specifica di questo movimento. Prendersela con i sindacati perché hanno aderito alla necessità di vaccinare i lavoratori è una vigliaccata, anche se temiamo che la vera motivazione sia l’approssimarsi delle elezioni e quindi si imbrattano le sedi sindacali CGIL, simbolo di baluardo a difesa dei più deboli. Questo atto deve essere condannato fermamente e noi del PD Circolo Libertà CL lo facciamo duramente. Non è tollerabile che si attacchino le sedi sindacali che rappresentano il cuscinetto sociale contro conflitti di classe a tutela dei lavoratori.

Manifestiamo la massima solidarietà verso la CGIL per l’attacco subito e auspichiamo che gli autori vengano identificati dalle forze dell’ordine e puniti severamente”.

“Un ennesimo attacco alle organizzazioni sindacali da respingere con fermezza, un altro atto di vandalismo contro la Cgil di fronte al quale esprimiamo la nostra indignazione”. Lo dice Giuseppe Lupo, capogruppo Pd all’Ars in merito a quanto accaduto a Palermo alla sede regionale della Cgil, imbrattata nella notte con scritte e simboli

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852