Seguici su:

Attualità

Asp di Caltanissetta: conclusa la terza fase di stabilizzazione per 23 precari

Pubblicato

il

Da anni lavorano nelle strutture pubbliche, in particolare all’Asp di Caltanissetta, e grazie al decreto Madia questa mattina hanno potuto firmare il contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Ventitré nuovi dipendenti tra medici ed operatori di comparto della Sanità che sono usciti fuori dal mondo del precariato.

Ecco chi è stato assunto:

8 Dirigenti Medici (Grangitano Enrico, Geraci Giulio, Leone Floriana, Marcellino Sandra, Morreale  Gaetano, Pennica Silvia, Pernaci Chiara, Russo Rosario);

1 Dirigente Psicologo (Torregrossa Salvatore);

14 Operatori del Comparto Sanità (1 Assistente sociale – Amico Maria Concetta; 1 Educatore Professionale – Lombardo Lorena Valentina; 1 Infermiere – Richiusa Greta; 2 Fisioterapisti – Martorana Giovanna, Lo Cicero Francesco; 9 O.S.S. – Amico Michele M., Giammusso Micaela, Mineo Maria Grazia, Amico Salvatrice, Buccoleri Barbara, Burgio Biagia, Giordano Stefania, Greco Francesca, La Verde Anna Maria).

“Sebbene l’emergenza pandemica abbia impegnato l’azienda su altri fronti, causando lo slittamento della definizione delle procedure di stabilizzazione, il Direttore Generale Dott. Ing. Alessandro Caltagirone evidenzia il “costante impegno profuso dalla Direzione aziendale nel portare a compimento questo percorso”, ed invita a considerare “questo momento tanto atteso da tutti i presenti come un nuovo punto di partenza per proseguire nell’attività lavorativa che si presta quotidianamente con sempre maggiore motivazione ed entusiasmo”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Che festa sia. Segui su www.radiogelaexpress.it

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Che fare dell’area ex Tamoil?

Pubblicato

il

Che fare della lingua di terreno ex Tamoil? Innanzitutto da oggi è tornata nella disponibilità del Parco Archeologico. La multinazionale ha completato i lavori di bonifica ed ha consegnato la piccola area all’istituzione che si occupa di beni culturali nella persona del direttore Luigi Gattuso. Il direttore ha avuto un incontro con il vicesindaco Di Stefano e qualche rappresentante del Comitato di Quartiere Ospizio Marino per decidere cosa fare della zona. In un primo momento si era pensato a realizzare un piccolo parco attrezzato con i giochi per bambini ma la striscia di terreno è troppo esposto fra due arterie transitatissime da autoveicoli. “Il Vicario foraneo don Lino Di Dio – ha detto il direttore Gattuso – ha proposto di installare una statua della Madonna, essendo quel luogo vicino al santuario di Bitalemi. Convocherò una conferenza di servizi alla presenza dei rappresentanti dell’Ente Parco, del Comune, della Chiesa e del Comitato di quartiere per decidere democraticamente su cosa fare dell’area. L’incontro si terrà nei primi giorni di giugno, compatibilmente con la disponibilità di tutti gli attori”.

Per anni l’area è stata occupata da una stazione di servizio Tamoil. L’azienda ha tenuto fede alla parola ed ha realizzato tutti i lavori concordati. Si occuperà di transennare il sito e tenerlo in sicurezza fino a quando non verrà attrezzato secondo la decisione che verrà assunta a giugno.

Continua a leggere

Attualità

I vigili urbani faranno la ronda al Parcheggio Arena

Pubblicato

il

Saranno i vigili urbani a fare la ronda ogni ora sul parcheggio Arena che riapre visto che sono stati effettuati gli intervento di ripristino dei luoghi ‘visitati’ quasi quotidianamente dai vandali. Di ritorno dal viaggio in Prefettura il Comandante dei Vigili Urbani Montana ha dato mandato al personale di predisporre un servizio di ronda ogni ora per tutto il monte orario previsto per gli agenti di Polizia municipale, che si ferma a mezzanotte. Il resto lo farà il servizio di videosorveglianza che adesso è attivo con 30 telecamere su 30 ( le quattro rubate sono state ripristinate). Tutto pianificato dunque ed il parcheggio Arena riapre dopo pochi giorni dalla chiusura.

Come promesso, questa mattina abbiamo riaperto il parcheggio Arena, che è tornato fruibile per le centinaia di persone che ogni giorno vi sostano comodamente le proprie auto per recarsi a lavoro o in centro. – ha detto il sindaco-

Non appena abbiamo ricevuto la nota della Questura, che non chiudeva la struttura ma ci invitava a ripristinare le condizioni di sicurezza ottimali che è giusto garantire agli utenti, ho dato mandato alla Ghelas di mettere mano rapidamente agli interventi di manutenzione necessari. Così è stato, perché tutti si sono resi disponibili, nonostante il contratto in scadenza, in quanto consapevoli del grave disagio che, in caso contrario, sarebbe stato arrecato alla comunità. A loro, quindi, va il mio personale ringraziamento.

In realtà, i lavori si sarebbero potuti eseguire anche lasciando il parcheggio aperto, ma ben comprendo la decisione dell’amministratore delegato, Francesco Trainito, di chiuderlo, per operare tutti in totale sicurezza.

Il parcheggio Arena, che tre anni fa abbiamo trovato chiuso ed in condizioni estremamente precarie, prossimo alla devastazione totale, è diventato un punto di riferimento importante per la nostra città ed intendiamo ulteriormente migliorarlo. In quest’ottica, stiamo accelerando per assegnarne la gestione ad una nuova società e sto personalmente seguendo con grande attenzione anche quest’iter.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie