Seguici su:

Attualità

Cgil: “il 13 dicembre in piazza contro il Governo”

Pubblicato

il

Il 13 Dicembre la Sicilia si mobilita e scende in piazza per dire no alla manovra economica del
.Governo Centinaia di lavoratrici , lavoratori, giovani e pensionati partiranno dalla Provincia di Catanissetta e manifesteranno in piazza a Palermo contro una manovra che impoverirà chi è già povero e chi lavora e paga regolarmente le tasse e che farà crescere precarietà e incertezza.
“Una manovra sbagliata che va cambiata. – dice la segretaria generale della Cgil Rosanna Moncada-
L’incontro tenutosi con Governo Nazionale il 7 dicembre ha sortito solo generici impegni di
miglioramento di alcuni punti della manovra, che viene di fatto confermata nelle sue risorse, nel suo
impianto e nella sua visione complessiva e dove il rapporto con le organizzazioni sindacali è previsto
dal Governo senza assunzioni di vincoli o ricerca di accordi.
Posizione che ci conferma tutte le ragioni della nostra mobilitazione
In piazza , quindi, per chiedere riforme vere ispirate da criteri di solidarietà e giustizia sociali:
l’aumento dei salari, misure contro la povertà e la precarietà e non contro poveri e precari , per
interventi che pensino a politiche di sviluppo e di crescita : diciamo no ai voucher perché non
producono sviluppo ma aumentano solo la precarietà e lo stato di incertezza dei lavoratori, ma non
basta toglierli vanno anche cancellate quelle forme di lavoro precario che non fanno altro che privare
di diritti chi lavora e allo stesso tempo bisogna rendere validi per tutti i lavoratori i contratti collettivi
nazionali affinché tutti a prescindere dal rapporto di lavoro abbiano gli stessi diritti.
Ma , Martedì sciopereremo e manifesteremo anche contro una manovra che non tiene conto del
Mezzogiorno e dei problemi delle persone che ci vivono e ci lavorano e che aumenterà anzi il divario
con le regioni del nord in termini di benessere, di servizi sociali e di diritti
Bisogna chiedere un’inversione di rotta con misure di sviluppo per il Mezzogiorno a partire da nuove
politiche industriali ed energetiche, con l’aumento dei salari per fare fronte all ‘aumento dei prezzi,
con misure di contrasto alla precarietà e alla povertà e un sistema pensionistico che superi la
Legge Fornero piuttosto che inventarsi un ulteriore quota ( 103).
Misure adeguate per le pensioni che possano tenere conto della diversità gravosa dei lavori , del
lavoro saltuario e del riconoscimento del lavoro di cura e della differenza di genere.
Saremo in piazza anche per dire no a qualunque progetto di autonomia differenziata che
relegherebbe i nostri territori ai margini del nostro Paese assestando colpi durissimi alla scuola, alla
sanità, a tutti i servizi e alle infrastrutture allontanando definitivamente la Sicilia dal resto d’’Italia e dell ’Europa”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Sull’iscrizione al Runts un incontro provinciale nella sede di ProCivis

Pubblicato

il

L’assessorato regionale alla famiglia che si occupa pure di volontariato e terzo settore ha scelto Gela e la sede della Pubblica Assistenza Procivis di via Ossidiana per incontrare le associazioni della provincia nissena e parlare del Runts, il registri unico nazionale del terzo settore a cui bisogna iscriversi.

A tenere l’incontro è stato il dirigente del settore dott. Antonio Maggio. Alla riunione ha preso parte l assessore Simone Morgana delegato del sindaco.


Il dirigente ha illustrato in modo chiaro ed approfondito la documentazione da produrre al fine di non incorrere in eventuali cancellazioni dal registro

Continua a leggere

Attualità

Ordinanza sindacale sull’uso razionale dell’acqua

Pubblicato

il

Il sindaco Di Stefano ha firmato oggi un’ordinanza, attraverso il settore lavori pubblici per sensibilizzare la cittadinanza al risparmio dell’acqia ed uso più razionale dei suoi consumi.

Si fa riferimento al vademecum rilasciato dall’Autorità di bacino. Il Sindaco ha invitato i cittadini a non sprecare acqua e ad utilizzarla, almeno fino al prossimo 31 ottobre, in modo “razionale e corretto”, adottando comportamenti virtuosi. Le indicazioni saranno valide fino a quando verrà mantenuta l’emergenza dichiarata dal presidente della Regione. Nell’ordinanza si precisa che vanno evitati usi per “l’irrigazione e l’annaffiatura di orti, giardini e prati”, “il lavaggio di aree cortilizie e piazzali”, “il lavaggio di veicoli privati nelle proprie abitazioni” e “il riempimento di fontane ornamentali private e vasche da giardino private” evitando “tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico e igienico”.

Nessuna modifica per l’acqua destinata alle attività commerciali e a finalità domestiche.

In allegato il Vademecum delle azioni e buone pratiche finalizzate al risparmio idrico potabile ed alla riduzione dei consumi emanato dalla Presidenza della Regione Siciliana.

Continua a leggere

Attualità

Sopralluogo del sindaco allo stadio Presti per verificarne le condizioni

Pubblicato

il

Questa mattina l’Amministrazione comunale ha effettuato un sopralluogo allo stadio Vincenzo Presti per verificare le condizioni della struttura di via Niscemi in vista della nuova stagione agonistica.

Al sopralluogo erano presenti il Sindaco Terenziano Di Stefano, gli assessori Morgana (Patrimonio), Di Dio (Lavori pubblici), Favitta (Sport), i consiglieri Lupo e Castellana, i responsabili tecnici della Ghelas e la dirigenza al completo del Gela Calcio. Sono stati concordati i primi interventi per rendere immediatamente fruibile lo stadio Presti, iniziando dal rettangolo di gioco, le piccole manutenzioni elettriche e logistiche, la sistemazione degli spogliatoi, la liberazione della vecchia copertura della tribuna accatastata in via Pozzillo ed altre opere di sistemazione generale.

Il Sindaco ha ipotizzato l’affidamento della gestione temporanea della struttura alla società biancazzurra nelle more di predisporre un bando pubblico. Per la riqualificazione complessiva dello stadio si farà fede al Pnrr, dove è già previsto un finanziamento concesso per la rifunzionalizzazione del “Presti”. Il progetto prevedeva anche la realizzazione della copertura per la tribuna, ma i tempi non saranno brevi. Nel caso di difficoltà nel rendere esecutivo il finanziamento si intraprenderà un percorso alternativo, ovvero un avviso pubblico per fare realizzare ai privati la copertura della tribuna in cambio di una concessione temporale di produzione di energia elettrica attraverso pannelli fotovoltaici.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852