Seguici su:

Cronaca

Con Agenda Urbana altri 4 milioni sulla carta

Pubblicato

il

Dopo gli strali contro i dirigenti che non avrebbero eseguito le indicazioni su Farello, arrivano i complimenti. Quattro milioni sulla carta per la città grazie ad Agenda Urbana. L’assessore allo sviluppo economico si affretta a postare su Facebook una nuova vittoria sulla parola perché i fatti non si vedono ancora. Pioggia di milioni ma la città è sempre allo sbando, almeno per ora. I 4 milioni serviranno per i lavori di consolidamento dell’area a monte di Via Borsellino e per quelli che toccheranno le terre armate. Due finanziamenti diversi che perseguono lo stesso obiettivo sul piano locale, ossia quello di rendere stabile una delle aree più a rischio sul piano della tenuta idrogeologica a fronte di una messa in sicurezza che è da ritenersi, ormai, improcrastinabile.
“Nessuno si è risparmiato, – hanno commentato il Sindaco Lucio Greco e l’assessore alle Attività Produttive, Terenziano Di Stefano – lavorando senza sosta e seguendo con rigore le procedure afferenti ad ogni progetto. Parrebbe una dichiarazione sensazionalistica, ce ne rendiamo conto, ma il sensazionalismo è tale solo quando non è seguito dai risultati, cosa che, nell’ambito di Agenda Urbana, non è: il “modello Agenda Urbana” funziona. Siamo pronti ora a seguire con altrettanto rigore la seconda fase, quella della preparazione delle gare, atteso che, e lo diciamo con un pizzico di soddisfazione, ogni progetto presentato è stato ammesso al finanziamento, con relativa emissione dei decreti, e dunque saremo impegnati fino alla realizzazione dei lavori. Per questo, non possiamo che ringraziare i Rup dei due progetti dell’area Borsellino, l’Arch Galanti e il Geometra Incardona, i progettisti, lo Staff Tecnico e, naturalmente, l’Autorità Urbana, arch. Tonino Collura, che segue con attenzione ogni fase”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Denunciati per ricettazione due minorenni

Pubblicato

il

Caltanissetta, controllati a bordo di un ciclomotore rubato, la Polizia denuncia due minorenni per ricettazione.

Uno dei due è stato trovato con un coltello e della marijuana, è stato segnalato anche per porto di coltello e per la violazione amministrativa dell’uso personale di stupefacenti.

I poliziotti della sezione volanti hanno denunciato alla locale Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni due giovani per il reato di ricettazione. I predetti sono stati fermati da un equipaggio delle volanti mentre si trovavano a bordo di un ciclomotore. Dal controllo del mezzo e dei conducenti è emerso che uno di essi era in possesso di un coltello e di un piccolo quantitativo di sostanza stupefacente per uso personale. In merito al ciclomotore, i minori hanno riferito ai poliziotti che gli era stato dato in prestito da un conoscente. Di seguito ad ulteriori accertamenti gli agenti della Polizia di Stato hanno verificato che il ciclomotore a bordo del quale si trovavano i due minori era stato denunciato quale compendio di furto. Le ulteriori indagini consentiranno all’Autorità giudiziaria di stabilire la responsabilità dei due giovani indagati

Continua a leggere

Cronaca

Vastissimo incendio in zona Mulino disueri

Pubblicato

il

Un enorme incendio sta dilaniato una vastissima area sita fra la ss 117 e la Sp 190 nella zona di Mulino Disueri. Il fuoco sta lambendo la zona in modo talmente pericoloso da rendere necessario.l’ interventodei Vigili del fuoco, del dipartimento della protezione civile con due elicotteri ed un canadair che hanno sorvolato anche il cielo di Gela.

Continua a leggere

Cronaca

Maxi sequestro di droga a Riesi. Arrestate 11 persone

Pubblicato

il

Smantellata a Riesi, un’organizzazione criminale dedita alla coltivazione di marijuana. Undici le persone raggiunte da misure cautelari in carcere, eseguite dai Carabinieri di Caltanissetta, coordinate dalla DDA della Procura Nissena. Nel corso delle indagini sono state ricostruite tutte le presunte fasi dell’attività illecita, dal trasporto delle piantine all’interno di plateau occultati in doppifondi ricavati su cassoni di camion, alla piantumazione e all’irrigazione. A riscontro delle indagini è stato effettuato uno dei più grandi sequestri di piante in Sicilia (ben 20mila) che avrebbero fruttato all’ingrosso circa 16 milioni di Euro.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852