Seguici su:

Politica

Dal finanziamento alle riserve naturali, agli incentivi per le auto elettriche, al software antinquinamento: pioggia di sì alle norme 5 Stelle

Pubblicato

il


Palermo – Dal finanziamento  alle riserve naturali  agli incentivi per le auto elettriche, al software antinquinamento. E ancora sblocco per 3 milioni di euro per le edicole danneggiate dal Covid, ok al catasto dei suoli percorsi dagli incendi, bonus per le bollette elettriche per i disabili gravissimi. C’è questo e tanto altro  targato 5 Stelle all’interno del maxiemendamento alla Finanziaria che ha avuto il via libera dall’aula.

Si comincia dai diversi interventi previsti in materia ambientale: stanziati ulteriori 500.000 euro in favore degli enti che gestiscono le riserve naturali in Sicilia, per evitarne la paralisi e i licenziamenti del personale. Destinati 100 mila euro per far realizzare ad Arpa Sicilia il software che permetterà di analizzare ed elaborare i dati della rete di monitoraggio delle zone industriali. Rifinanziati, per il secondo anno, con 200.000 euro, gli incentivi per i cittadini che acquistano un’auto elettrica mentre un apposito emendamento permetterà di accelerare l’aggiornamento del catasto dei terreni percorsi dal fuoco (soprassuoli), facendo intervenire i commissari della Regione nei Comuni inadempienti. A proposito di pubblica amministrazione, sarà obbligatorio pubblicare integralmente tutte le delibere di giunta, di consiglio e le determine dirigenziali, che devono restare pubblicate per 5 anni. 

Numerosi gli emendamenti in tema di imprese, commercio e turismo: sbloccato l’accesso a 3 milioni di euro per le edicole siciliane, istituiti i Distretti del commercio, ovvero la precisa regolamentazione e promozione da parte della Regione degli esercizi commerciali di vicinato, mentre è passata anche la proposta di istituire con 200 mila euro una sede dell’Enoteca regionale anche a Vittoria, così da coprire il territorio del del sud-est dell’isola, storicamente ad alta vocazione vinicola, e la proposta che prevede di incentivare la tutela degli ex sportellisti nelle agenzie per il lavoro. Altro emendamento da 500 mila euro in favore dei centri di assistenza alle cooperative (istituiti con legge regionale 4/2003), e ulteriori 300.000 in favore delle società sportive che partecipano ai campionati di serie A e B e 50.000 euro per le trasferte degli artisti da e per gli aeroporti siciliani in occasione di manifestazioni ed eventi musicali di grande richiamo turistico, organizzati nelle zone interne del territorio della Regione. Infine, sarà istituita una Commissione tecnica regionale, che avrà il compito di supportare l’amministrazione e i Comuni nell’individuare, redigere e realizzare azioni in materia di cammini e di turismo sostenibile. Si estende poi anche agli operatori della pesca artigianale e alle imprese autonome appartenenti alla piccola pesca, la possibilità di accedere al fondo di solidarietà regionale della pesca destinato alla concessione di contributi per chi è stato colpito da calamità.  

Molto corposo il ventaglio di emendamenti dedicati alle persone con disabilità e ai minori. Mezzo milione di euro per la creazione di spiagge per diversamente abili nel Messinese e l’attivazione di Strutture abitative riabilitative, ovvero strutture residenziali terapeutico-riabilitative pubbliche di piccole dimensioni dove i degenti svolgono attività di riabilitazione psichiatrica e psicosociale di assistenza territoriale. I certificati medici per gli atleti con disabilità siano rilasciati gratuitamente dalle Asp, (stanziamento di 100 mila euro), mentre è stato approvato un contributo di mille euro per ogni disabile gravissimo siciliano che  usa apparecchiature elettromedicali. Passati poi emendamenti che prevedono: uno stanziamento  di 100 mila euro per gli atleti disabili, finalizzato a sostenere le spese di trasporto; l’istituzione di un “Tavolo tecnico per la tutela dei diritti dei minori” finalizzato a combattere efficacemente il disagio giovanile e la dispersione scolastica. Sempre in ambito di assistenza, un contributo concreto ai malati oncologici e di alopecia viene dall’emendamento con cui la Regione erogherà ai malati oncologici (che per via delle cure perdono i capelli) e di alopecia: 300 euro per l’acquisto di protesi tricologiche (parrucche), per uno stanziamento complessivo di 500 mila euro. 

Infine, tra le opere pubbliche di maggiore rilievo, grazie a emendamenti M5S sono stati ottenuti finanziamenti per gli edifici storici di Favara e per la Scalinata monumentale di Santa Maria del Monte, a Caltagirone, oltre che per lo stadio di Termini Imerese.

Altri emendamenti hanno riguardato in particolare la provincia di Messina: previste risorse per gli albergatori di Vulcano (200 mila euro) e per la mostra sul sisma del 1908, oltre che per la realizzazione di una strada di collegamento tra la Statale 114 e il villaggio di Santo Stefano Briga, con punti di accesso nei villaggi interclusi. La Regione avocherà a sé il progetto di riqualificazione ambientale della vallata S. Stefano

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

La “capigruppo” e il “question time”sono gli impegni di oggi del consiglio

Pubblicato

il

Il progetto vincitore del bando sulla Democrazia partecipata nel 2022 non ancora realizzato, lo stato del maxi progetto Sinapsi e dei finanziamenti del Pnrr, i lavori appaltati da mesi alla scuola Solito ma il cantiere non si avvia, il contratto sulla Ghelas: sono alcune delle interrogazioni che saranno trattate stasera alle 20 durante la seduta di question time. 

Ben due interrogazioni di gruppi diversi riguardano la vicenda delle manifestazioni sugli 80 anni dello Sbarco.

Si parlerà pure di spiagge, cimiteri, parco giochi di via Mattei e disabili. 

Stamattina la conferenza dei capigruppo si occuperà dello stato di agitazione dei dipendenti comunali che si preparano allo sciopero.

Continua a leggere

Flash news

Cimiteri nel degrado: interrogazione del gruppo progressista

Pubblicato

il

Le salme continuano ad accumularsi restando in attesa di tumulazione per settimane. Questo nonostante negli ultimi anni sono stati realizzati nuovi loculi, sempre per affrontare l’emergenza.
I due cimiteri gelesi versano in uno stato di totale abbandono soprattutto il cimitero Farello, in cui si registrano gravi danni strutturali dovuti alle infiltrazioni dell’acqua a causa della totale mancanza di una manutenzione straordinaria e ordinaria. I cittadini lamentano la presenza di infiltrazioni di acqua anche nei nuovi loculi costruiti in questi ultimi anni.

Da queste segnalazioni è nata l’interrogazione presentata dalle tre consigliere del gruppo progressista Alessandra Ascia, Virginia Farruggia e Paola Giudice che chiedono al Sindaco di sapere se è prevista la manutenzione ordinaria e straordinaria del cimitero Farello; come mai i loculi di nuova realizzazione presentano problemi di infiltrazione di acqua e se ed in che modo l’amministrazione sta intervenendo. Ed ancora quanti posti di nuova realizzazione sono previsti e con quale tempistica e quando verrà pubblicato il nuovo bando per l’assegnazione di aree per la realizzazione di cappelle e/o monumentini per i privati.

Il gruppo progressista è interessato a sapere pure qual è la programmazione per un eventuale ampliamento dell’area cimiteriale e se è stato preso in considerazione il progetto di un impianto per la cremazione delle salme, che verrebbe incontro all’esigenza di pochi spazi disponibili e ridurrebbe la cementificazione delle aree limitrofe all’area cimiteriale per l’eventuale ampliamento.

Continua a leggere

Flash news

Il sindaco Greco contro “i soliti ignoti”

Pubblicato

il

Chi vuole ritirare la firma sulla sfiducia e chi non indietreggia di un millimetro, chi annuncia che non voterà il rendiconto 2021 e chi sostiene che Greco deve dimettersi se non rispetta a puntino la scadenza. Il sindaco Lucio Greco non si tira indietro nel dare risposta a tutti i suoi oppositori soprattutto agli ex alleati. Li chiama i soliti noti personaggi, quelli che non appena vedono fare passi avanti importanti verso la risoluzione della grave crisi finanziaria del comune, reagiscono prontamente e sollecitano qualche loro ingenuo referente a sparare contro tutto e contro tutti.

“Questi falsi soliti ignoti- sostiene Greco- dovrebbero spiegare ai loro supporter che votare il rendiconto non è un favore al sindaco o alla sua maggioranza, ma un atto di responsabilità verso la città. Questo atteggiamento distruttivo non può continuare all’infinito e in ogni caso lasciano delle cicatrici e delle ferite difficilmente sanabili. Quando una opposizione d’altronde gioca allo sfascio non ci si deve meravigliare se poi gli altri rispondono per le rime, con decisione e durezza”.

“Non vuole suonare come una minaccia – dice – ma si sappia che non appena terminata questa fase, che mi ha impegnato totalmente, assieme a tutta la maggioranza e a tutti gli uffici, si passerà a prendere posizione su quei fatti che dovrebbero occupare le prime pagine di tutti i giornali. Certi deputati e certi ex deputati dovranno prima o poi dare conto dei loro comportamenti e prendere posizione riguardo a fatti inquietanti. Solo chi fa finta di non sapere leggere la realtà della nostra città può continuare a comportarsi in modo così maldestro. Io la realtà credo di saperla leggere e di sicuro non farò sconti a nessuno in tutte le sedi e indipendentemente dalla mia eventuale candidatura, che non può e non deve rappresentare, per nessuno, ne’ un alibi ne’ una forma di ricatto”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852