Seguici su:

Attualità

Dpcm: ecco le regole del green pass

Pubblicato

il

Il Dpcm firmato dal premier Draghi elenca una serie di “servizi e attività che si svolgono al chiuso” fondamentali per garantire le “esigenze essenziali e primarie della persona” in quattro ambiti: esigenze alimentari e di prima necessità, esigenze di salute, esigenze di sicurezza ed esigenze di giustizia. Il rispetto delle misure, si legge nel provvedimento, “è assicurato dai titolari degli esercizi e dai responsabili dei servizi.

Ecco nel dettaglio le attività alle quali si potrà accedere dall’ 1 FEBBRAIO senza il pass.

– ALIMENTARI E PRIMA NECESSITÀ – Commercio al dettaglio in esercizi specializzati e non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi non specializzati di alimenti vari), escluso in ogni caso il consumo sul posto; commercio al dettaglio di prodotti surgelati; commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati; commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati; commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari; commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie, parafarmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica); commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati; commercio al dettaglio di materiale per ottica; commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.
– SALUTE – è sempre consentito l’accesso per l’approvvigionamento di farmaci e dispositivi medici e, comunque, alle strutture sanitarie e sociosanitarie nonché a quelle veterinarie, per ogni finalità di prevenzione, diagnosi e cura, anche per gli accompagnatori. Questi ultimi però, per rimanere all’interno delle strutture residenziali, socio assistenziali, sociosanitarie e hospice dovranno aver fatto il booster oppure avere l’esito di un tampone negativo effettuato non oltre le 48 ore precedenti se hanno solo due dosi di vaccino o sono guariti dal virus.
– SICUREZZA – è consentito l’accesso agli uffici aperti al pubblico delle forze di polizia e delle polizie locali, allo scopo di assicurare lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili, nonché quelle di prevenzione e repressione degli illeciti.
– GIUSTIZIA – è consentito l’accesso agli uffici giudiziari e agli uffici dei servizi sociosanitari esclusivamente per la presentazione indifferibile e urgente di denunce da parte di soggetti vittime di reati o di richieste di interventi giudiziari a tutela di persone minori di età o incapaci, nonché per consentire lo svolgimento di attività di indagine o giurisdizionale per cui è necessaria la presenza della persona convocata.

L’analisi e il riepilogo

Niente più ingresso libero all’ufficio postale per ritirare la pensione: dall’1 febbraio servirà il green pass. In compenso si potrà continuare ad andare al supermercato senza certificazione verde e comprare qualunque cosa, non solo beni di prima necessità. Sono le indicazioni contenute nel nuovo decreto approvato oggi dal Consiglio dei ministri che ha definito le “esigenze essenziali e primarie della persona da garantire anche senza il possesso” della certificazione verde. Spetterà ai titolari degli esercizi far osservare il rispetto delle prescrizioni “attraverso lo svolgimento di controlli anche a campione”. Dal testo è sparita anche la norma ‘a misura di pensionato’ che pure era apparsa in una bozza del testo firmato dal premier Mario Draghi. Fuori dal perimetro dell’accesso senza ‘lasciapassare’ anche i tabaccai che annunciano proteste: “non finisce qui”. Mentre il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, mette in guardia da scelte “che possono apparire come un accanimento”.

Salvaguardati dall’obbligo di pass anche i negozi di animali domestici e alimenti per animali in esercizi specializzati. I no vax irriducibili potranno poi continuare a rifornirsi da benzinai, nonchè acquistare “combustibile per uso domestico e per riscaldamento”, dal legname al pellet per le stufe ed entrate in farmacie e parafarmacie, ottici, negozi di articoli igienico-sanitari e di ortopedia.

Sempre garantito poi liberamente l’accesso alle strutture sanitarie, sociosanitarie e dai veterinari, “anche per gli accompagnatori”. Il provvedimento considera inoltre le “esigenze di sicurezza”. E quindi accesso libero agli uffici di polizia aperti al pubblico “allo scopo di assicurare lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili, nonché quelle di prevenzione e repressione degli illeciti”. Considerate poi le “esigenze di giustizia”, accesso senza pass anche agli uffici giudiziari e agli uffici dei servizi sociosanitari, ma “esclusivamente per la presentazione indifferibile e urgente di denunzie da parte di soggetti vittime di reati o di richieste di interventi giudiziari a tutela di persone minori di età o incapaci, nonché per consentire lo svolgimento di attività di indagine o giurisdizionale per cui è necessaria la presenza della persona convocata”.

Tra le categorie che avevano spinto molto per essere salvaguardate dall’obbligo della certificazione c’è quella di tabaccai. Alla fine però il Governo si è attestato sulla linea dura e scatta la protesta. “Non è possibile controllare la certificazione vaccinale a tutti i nostri clienti. Non finisce qui, daremo battaglia”, sono le parole del presidente nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, Giovanni Risso. “Non è – sostiene – mancanza di volontà, è una questione del tutto pratica. I tabaccai sono spesso soli in tabaccheria e, di certo, non possono allontanarsi dal bancone per controllare il green pass sulla soglia della tabaccheria”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Festeggiamenti in onore di Santa Rita

Pubblicato

il

Inizieranno oggi, giovedì 19 maggio, con l’inizio del triduo, i festeggiamenti in onore di Santa Rita da Cascia venerata nella chiesa di Sant’Agostino. Il triduo sarà predicato da Mons. Antonino Rivoli, Vicario Generale della Diocesi di Piazza Armerina.
Venerdì 20, dopo la celebrazione delle ore 19.00, seguirà la quarta edizione della consegna del premio “Rita, donna di misericordia”. Il riconoscimento riservato a donne gelesi o che hanno lavorato a Gela che si sono distinte nella vita religiosa, matrimoniale e vedovile, quest’anno verrà consegnato a Suor Santina Amico, Figlia di Maria Ausiliatrice che da oltre 40 anni svolge la sua attività verso i ragazzi e giovani prima nel quartiere Orto Fontanelle (Piazza Padre Pio) e poi nel quartiere Macchitella; alla Sig.ra Lopez Rocca coniugata con Renzo Caponetti, presidente dell’Associazione Antiracket e Antiusura di Gela e alla Prof.ssa Giulia Voznyak giovane ucraina che recentemente ha perso il marito, ospitata insieme ad altri rifugiati di guerra, nei locali della Piccola Casa della Misericordia.
La celebrazione di sabato 21, sarà animata dal Movimento di spiritualità vedovile “Speranza e Vita” di Gela a conclusione, seguirà il racconto del beato transito di Santa Rita. Domenica 22, giorno della festa in onore della Santa delle cose impossibili, le Sante Messe saranno alle ore: 9.00, 10.00, 11.00, 12.00, 17:00 non sono previste prenotazioni per le celebrazioni. Alle ore 19.00 in Piazza Sant’Agostino, inizierà la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo Mons. Rosario Gisana animata dalla Pia Unione di Santa Rita. A conclusione la breve processione del simulacro della Santa. Dopo ogni S. Messa benedizione delle rose e venerazione della Reliquia di Santa Rita da Cascia.

Continua a leggere

Attualità

Istituto aeronautico e università ”G. Fortunato”, conclusi due progetti di formazione

Pubblicato

il

“Trasporti e logistica: sostenibilità, novità e tendenze” e “Future skill”: sono i temi di due progetti avviati nel corso dell’anno scolastico all’istituto superiore “Majorana” guidato dalla prof. Linda Bentivegna. I percorsi formativi sono stati condotti in collaborazione con l’università “Giustino Fortunato” rappresentata in città dal dott. Emanuele Antonuzzo. Gli alunni della 4^A dell’indirizzo Aeronautico, con il coordinamento del prof. Ezio Zafarana, hanno seguito le lezioni online collegandosi sulla piattaforma Zoom.

Il primo progetto ha riguardato il mondo del trasporto aereo, il secondo invece ha toccato temi più generali utili ai ragazzi per orientarsi a scegliere la professione o la facoltà universitaria. Esperienza arricchente per gli studenti, che ieri si sono confrontati anche con alcuni rappresentanti dell’università “Giustino Fortunato” giunti in città per la conclusione dei due percorsi formativi.

Continua a leggere

Attualità

“Un cavallo per amico”, incontro di ippoterapia promosso dal Lions Atc

Pubblicato

il

Il Lions club Gela Ambiente territorio cultura ha promosso l’incontro di ippoterapia dal titolo “Un cavallo per amico”. A Macchitella, nel piazzale antistante il McDonald’s, l’iniziativa è stata rivolta in particolar modo ad alcuni bambini fragili della città, molti dei quali si accostavano per la prima volta ad un cavallo: dalla diffidenza, talvolta mista a paura, alla gioia di balzare in sella e lasciarsi “cullare” dal nuovo amico.

«Un sentito ringraziamento da parte del nostro club alle Giubbe Verdi – ha detto la presidente del Lions Atc, Emanuele D’Arma – che hanno messo a disposizioni i cavalli ed il personale, al Mcdonald’s che ha concesso l’uso dell’area e ha fatto dono ai bambini di palloncini e frutta e alla Croce rossa italiana di Gela con i suoi operatori».

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie