Seguici su:

Rubriche

Ecco gli appuntamenti con la musica alle Mura Federiciane

Pubblicato

il

Continua a scorrere il calendario degli appuntamenti alle Mura Federiciane nell’ ambito dell’89° Stagione concertistica organizzata dall’Associazione Amici della Musica “Giuseppe Navarra” di Gela, che ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Cultura, Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo Regione Siciliana – Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo e del Comune di Gela.

Sabato 9 settembre 2023 il programma continua con il concerto del duo: la flautist Eugenia Cristina Cantone e Alessandra Pafumi al pianoforte.

Domenica 10 settembre 2023, Concerto lirico del duo formato dal soprano Tishinyan Lusine soprano e della pianista Annalisa Mangano.

Ecco il programma:

  • G. PUCCINI: O mio babbino caro, dall’opera Gianni Schicchi
  • G. PUCCINI: Quando men vo’, dall’opera La Bohème
  • A. DVORAK: Aria della luna, dall’opera Rusalka
  • Brano strumentale
  • F. P. TOSTI: Malia
  • F. P. TOSTI: Sogno
  • S. RACHMANINOV: Zdes horosco op.21, n.7
  • Brano strumentale
  • E. MORRICONE: Nella fantasia, dal film Mission
  • E. MORRICONE: Se, dal film Nuovo Cinema Parasiso
  • E. MORRICONE: Tema, dal film C’era una volta il West
  • Brano strumentale
  • H. ARLEN: Over the rainbow
  • G. GERSHWIN: Summertime
  • A. L. WEBBER: Memory, dal musical Cats

Giovedì 14 settembre 202 in programma c’è il Recital del Pianista Danilo Barbera.

Venerdì 15 settembre 2023 Jazz trio Enrico. LacognataEnrico Lacognata – pianoforte, Roberto Barni – contrabbasso, Marcello Arrabito – batteria.

Sabato 16 settembre 2023 Concerto del quintetto: Alida Capobianco (soprano), Salvatore Cusumano (violino), Calogero Marotta (violoncello), Alessio Francolino (pianoforte), Giuseppe Francolino (pianoforte).

Domenica 17 settembre 2023 Concerto del gruppo musicale  “Doppio Corpo” formato da Santo Figura – tastiere e organo Hammond, Damiano Alizzio – basso, Andrea Adamo-chitarra, Rosario Figura – batteria.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Scrivo a Il Gazzettino di Gela

Siccità ad Agrigento: acqua ogni 20 giorni

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Federconsumatori.

“Il cambiamento climatico presenta il conto.

La situazione drammatica nella città di Ravanusa e in gran parte della provincia di Agrigento, dove l’acqua arriva in media circa ogni 20 giorni, non è solo la conferma di quanto Federconsumatori dice da anni sulla crisi idrica in Sicilia, ma anche una drammatica conseguenza del cambiamento climatico globale causato dall’uomo.

La quantità di pioggia che cade mediamente ogni anno in Sicilia è sempre di meno e, in prospettiva, andrà a diminuire e non ad aumentare: gli studi scientifici ci dicono che nell’isola nascerà presto il primo deserto italiano.

Questo impone a tutti una profonda riflessione sia sulla crisi climatica che sulla sua gestione pratica, sia quotidiana che a lungo termine.

La responsabilità della crisi idrica in Sicilia è ampiamente condivisa da tutti i soggetti interessati alla gestione dell’acqua nell’isola e, purtroppo, oggi scontiamo gli errori e l’immobilismo di parecchi anni fa.

Per questo occorre prontamente invertire la rotta, occorrono degli interventi strutturali indispensabili e attivare una corretta e sostenibile gestione della risorsa in grado di garantire l’acqua per tutti gli usi, migliorando la capacità di raccolta e distribuzione delle risorse idriche.

Servono altresì misure straordinarie concrete ed efficaci per contrastare rapidamente la grave situazione che colpisce pesantemente la popolazione e le attività produttive del territorio agrigentino.

Nell’agrigentino la società consortile pubblica che gestisce il Sistema Idrico Integrato, in accordo con la Prefettura di Agrigento, ha vietato la distribuzione incontrollata di acqua prelevata dai pozzi privati e trasportata con autobotti di aziende locali. Ora le autobotti possono trasportare solo acqua controllata, prelevata da un punto di distribuzione della società di gestione.

“Questo metodo garantisce la salubrità dell’acqua – affermano all’unisono il presidente di Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosa e quello di Federconsumatori Agrigento, Angelo Pisano – ma rallenta moltissimo la sua distribuzione: vanno attivati molti più punti di prelievo dell’acqua, nel minor tempo possibile”.

Federconsumatori, inoltre, chiede che anche il Governo nazionale faccia la sua parte nella soluzione della crisi idrica in Sicilia, ad esempio inviando la nave cisterna della Marina Militare che è stata annunciata a inizio luglio ma che, al momento, non si è vista”.

Continua a leggere

Lo Scrivo a Il Gazzettino di Gela

Mancata erogazione dell’acqua, le lamentele di un cittadino

Pubblicato

il

Da un nostro lettore, Mario Caci, riceviamo e pubblichiamo

Facendo seguito alla precedenti segnalazioni del 15, 17 e 19 luglio scorsi, segnalo anche per oggi la totale mancata erogazione dell’acqua in accordo al piano di distribuzione del 12 luglio 2024 previsto per il serbatoio “Spina santa bassa”, a giorni alterni dalle 2 alle 14.

Segnalo inoltre che questa mattina il problema è stato segnalato al numero di pronto intervento ed è stata anche richiesta un autobotte di acqua. Il call center ha riferito che la fornitura avviene in genere entro 48 ore dalla richiesta. Cosa dobbiamo fare nel frattempo per sopperire alla mancanza di acqua?

Continua a leggere

Cucina

Lo chef Totò Catania propone: Insalata di mare con salsa all’avocado

Pubblicato

il

L’insalata di mare d’estate è un grande classico, oggi la rivisitiamo con dei sapori originali per un’insalata diversa dal solito. Partiamo dalla preparazione più lunga: la cottura del polpo. Dopo aver eliminato le interiora del polpo che si trovano dentro la testa, gli occhi e il becco, tuffiamo il polpo in acqua bollente (non salata) per 45 minuti. L’ideale è usare un polpo decongelato che risulterà più tenero. Passati i 45 minuti spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il polpo lentamente nel suo stesso brodo.

Puliamo i calamari eliminando la pelle e le interiora e tagliamo ad anelli, invece i gamberi vanno sgusciati e con uno spelucchino eliminiamo il filamento interno. In acqua bollente tuffate calamari e gamberi per 45 secondi, non oltre, così rimarranno succosi. Tagliate il polpo e unitelo ai frutti di mare e mettete da parte. Prepariamo il condimento. In un frullatore mettete a pezzettoni dell’avocado sbucciato, del cetriolo pelato privato dai semi, dello yogurt greco, qualche goccia di lime, della menta, un non nulla di aglio, del sale, del pepe nero e un giro di olio evo.

Frullate il tutto fino ad ottenere una salsa cremosa. Infine con dei pomodori da insalata realizzate dei cubetti conditi semplicemente con olio, sale e basilico. Unite la salsa di avocado e i cubetti di pomodoro ai frutti di mare e la vostra nuova versione di insalata di mare, gustosa e innovativa, è pronta per andare in tavola o, se preferite, in un contenitore da portare al mare.

Chef Totò Catania

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852