Seguici su:

Flash news

Federico (Db): “crisi politica chiusa solo sulla carta”

Pubblicato

il

Nessuna meraviglia per una crisi chiusa riproponendo gli stessi assessori , gli stessi alleati ( qualcuno con una casacca diversa) e riempendo una casella vuota da un anno e mezzo : per l’ex deputato Pino Federico, esponente di Diventerà bellissima, la crisi non poteva che essere tutta una farsa. E spiega il perché. <La crisi politica, se proprio la vogliamo chiamare così, il sindaco l’ha chiusa solo  sulla carta – commenta – non facciamoci illusioni.  L’alleanza di Greco non è nata attorno ad un progetto di governo della città ma con il solo obiettivo di vincere le elezioni e questo vizio, purtroppo, peserà fino al termine del mandato. La città è stata costretta a subire le bizze di una coalizione che non è tale, è rimasta senza governo per 18 giorni, ha visto un  sindaco che ha aperto la crisi senza avere idea della soluzione. Greco ha girato a vuoto,  ha cercato ex alleati ed oppositori, è rimasto incartato a lungo per poi ripresentare praticamente gli stessi assessori che ha umiliato chiedendo loro di presentare le dimissioni. E che  credibilità può avere una Giunta fatta delle stesse persone che  prima mandi a casa e poi riprendi? Che figura ci fanno quegli assessori?>. L’ex deputato non attribuisce  la colpa di  quanto è accaduto in questi due anni e mezzo solo al sindaco. Punta l’indice  anche sul Pd. <Il partito democratico – aggiunge –  cerca di presentare una verginità che non ha. Due anni e mezzo fa era in difficoltà anche a fare la lista per il consiglio comunale, ha appoggiato Greco vestendosi di civismo solo per vincere ed andare al governo e  dopo un anno e mezzo è scappato. Bella cosa. La colpa  del disastro in cui versa  la città è di tutti quelli che hanno  messo in campo la Giunta Greco compreso di quel Pd  che è scappato per interesse>.  Federico non prevede tempi sereni per la nuova Giunta. <In questi due anni e mezzo hanno potuto  fare tira e molla – dice –perché non ci sono state scadenze elettorali. Ora per Greco il cammino sarà ancora di più in salita. Con le Regionali in vista le fibrillazioni aumenteranno e non basteranno i suoi moniti a contenerle. Mi auguro per Gela che la smettano di  pensare a poltrone e potere e si dedichino a dare ordine, sicurezza, pulizia alla città. In due anni e mezzo nemmeno i problemi ordinari sono riusciti a risolvere”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Pd:si all’uso di acque reflue in agricoltura

Pubblicato

il

La struttura Commissariale del Pd tramite il vice commissario Francesco Di Dio esprime viva soddisfazione per la emissione da parte della Regione Sicilia del Decreto attuativo per la utilizzazione della acque reflue in agricoltura. Ciò è il seguito della legge varata in A.R.S. nel 2022, di cui Giuseppe Arancio, gia’ Parlamentare del PD, è stato convinto propositore.

In merito il Dr. Giuseppe Fava, già Assessore alla Agricoltura al Comune di Gela, forni importante e generoso contributo tecnico. Ciò rappresenta per il comparto agricolo locale, volano della economia del territorio,una importante opportunita, anche e sopratutto nella attesa che possano trovare soluzione i gravosi problemi dello utilizzo a regime delle acque delle Dighe. Gela, 26 Febbraio 2024.

Continua a leggere

Attualità

Minori circolano con in tasca un coltello

Pubblicato

il

Tre ragazzini, dell’età apparente di 11-12 anni, uno dei quali in tuta rossa e blu, hanno tagliato con un coltello una ruota di un’auto appartenente alla famiglia Callea. È successo in via Parioli al quartiere Caposoprano intorno alle 22.

Non è un episodio isolato: altri cittadini a Caposoprano nell’andare al lavoro hanno trovato la ruota tagliata, opera di piccoli delinquenti che vanno in giro la sera armati di coltello.

Continua a leggere

Attualità

Il Rotary ha spento 119 candeline

Pubblicato

il

119° Compleanno del Rotary International
Il giovane avvocato Paul Harris nel 1896 apre un suo studio legale a Chicago. Alla mente del giovane Paul, nostalgico e desideroso di amicizie, viene l’idea di creare, nella grande Chicago una associazione che raggruppasse persone di diverse professioni, senza restrizioni di fede religiosa o idee politiche, con un assoluto rispetto delle opinioni altrui. I primi aderenti e quindi “fondatori” furono Silvester Schiele, nominato primo presidente, Gustavus Lochr e Hiram Shorey, indi si aggiunsero Harry Ruggles e Charles Newton; altri presto si aggiunsero ed il gruppo crebbe in numero ma anche in amicizia e soprattutto nello spirito di solidarietà verso gli altri e nei confronti della città.
Capirono quanto avevano in comune banchieri, panettiere, il pastore, l’idraulico l’avvocato e il commerciante, scoprirono così la gioia di essere uno al servizio dell’altro.


Al terzo incontro Paul propone, quale nome del club, Rotary dal fatto che gli incontri si svolgevano in rotazione in diversi hotel e ristoranti! Da quella fatidica data 23 febbraio 1905 il Rotary si diffonde in tutto il mondo ed oggi annovera 1,2 milioni di soci in 35.000 club distribuiti in tutto il mondo.
I rotariani del club di Gela, ieri 23 febbraio 2024, sono stati ricevuti dal Sindaco della città e dall’Assessore Salvatore Incardona ed hanno esposto la bandiera del Rotary dal palazzo di città.
Il Presidente dottor Silvio Scichilone, accompagnato dai componenti del Consiglio Direttivo, ha illustrato le principali attività di Service svolti durante l’anno rotariano in corso e la programmazione futura.
Il Sindaco, che è anche socio onorario del Rotary Gela, ha ringraziato i rotariani perché sempre vicini alla risoluzione delle problematiche della Città e per gli importanti Service dedicati al territorio!

La celebrazione della ricorrenza ha avuto il suo importante epilogo la sera, presso Palazzo Mattina, sede del Club, con la presentazione di due nuovi soci l’avv. Ivan Bellanti e l’ing. Giorgio Cappi.
La serata ha visto i soci impegnati in un quiz tendente a rispolverare le conoscenze dei principi rotariani: Il risultato è stato oltremodo soddisfacente con una serie di risposte positive superiore all’85%.
Il Past Governatore del Distretto Sicilia-Malta, al quale Gela appartiene, il dottor Titta Sallemi, socio onorario del Rotary Gela, ha concluso i lavori con una attenta prolusione sui principi etici del Rotary! Immancabile la torta con 119 candeline, alle quali sono state aggiunte 82 candeline per festeggiare il coincidente compleanno del veterano socio arch. Pino Valenti.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852