Seguici su:

Cronaca

Fermato un cacciatore a Mazzarino

Pubblicato

il

Caltanissetta – Le Guardie giurate zoofile e ambientali WWF del Nucleo provinciale di Caltanissetta proseguono le proprie attività di vigilanza e controllo del territorio per prevenire ed accertare eventuali violazioni delle norme in materia di anagrafe canina e tutela degli animali. In particolare, nelle scorse settimane sono stati effettuati dei servizi di vigilanza in vari comuni della provincia con esiti positivi. A Mazzarino è stato fermato un cacciatore proveniente da Canicattì (AG) che stava addestrando un cane in attesa dell’apertura della stagione venatoria sospesa dal TAR; sottoposto ai rituali controlli sul rispetto dell’obbligo di iscrizione dei cani all’anagrafe regionale, le Guardie zoofile WWF hanno accertato – grazia all’uso di apposito lettore elettronico – la mancata inoculazione del microchip sul cane. Al cacciatore canicattinese, quindi, è stato elevato il verbale di contestazione delle violazioni amministrative relative all’obbligo di iscrizione del cane all’anagrafe canina ed all’obbligo di identificazione e tatuaggio elettronico/microchip, imposti dalla legge regionale n. 15/2000; per le due violazioni, si applicano le sanzioni pecuniarie previste dal Decreto del Presidente della Regione n.7/2007, che ammontano rispettivamente ad euro 172,00 e ad euro 96,33.

A Serradifalco, invece, un diligente giovane cacciatore ha contattato le Guardie zoofile WWF perché aveva ritrovato nelle campagne circostanti un cane, evidentemente smarritosi nel corso di una battuta di caccia. L’immediato intervento degli Agenti giurati del WWF ha permesso di accertare che l’animale fosse regolarmente iscritto all’anagrafe canina e, tramite lettura del codice numerico del microchip, si è velocemente risaliti al proprietario, un altro cittadino di Serradifalco. Subito avvisato del ritrovamento, il cane è ritornato alle cure del proprio padrone.

Le Guardie giurate WWF svolgono funzioni di vigilanza ambientale – venatoria – zoofila con la qualifica di “Pubblici Ufficiali” o di “Agenti di Polizia Giudiziaria”, secondo le leggi vigenti e nel rispetto delle disposizioni regolamentari previste; perseguono i numerosi reati che si compiono in Sicilia ai danni dell’ambiente e degli animali: dall’uccisione di specie protette al bracconaggio, dagli abusi edilizi all’abbandono di rifiuti, dal maltrattamento degli animali al commercio illegale di fauna e flora, dall’inquinamento di fiumi e mari, alla pesca illegale, dalle attività industriali inquinanti, agli scarichi abusivi, agli incendi. Chi fosse interessato a ricevere maggiori informazioni sull’attività di vigilanza del WWF e su come si diventa guardia volontaria, può contattare il Nucleo di Vigilanza via e-mail guardiewwf.caltanissetta@gmailcom; è attivo anche un profilo social “facebook.com/corso.guardie.ecozoofile.wwf” e chiunque può segnalare e denunciare, con la massima riservatezza, fatti e situazioni che costituiscono illeciti in danno della fauna e dell’ambiente.

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Il Ddl Zan non passa l’esame al Senato: parlano Pagano e Di Cristina

Pubblicato

il

“L’ordine del giorno di Lega e Fdi blocca l’esame della legge. La dittatura gender delle lobby lgbtq incassa sonora sconfitta. Il coraggio di saper spiegare un argomento così delicato contro le menzogne delle lobby gay, sostenute da Pd, 5s, leu, è stato premiato.

FAVOREVOLI 154 SENATORI, CONTRARI 131. DUE GLI ASTENUTI. In aula al Senato la maggioranza formata da Pd, M5s, Leu e Iv non tiene: passa la ‘tagliola’ sul ddl Zan. Gli ordini del giorno sul non passaggio all’esame degli articoli, presentati dalla Lega e da FdI, sono stati approvati dall’assemblea che ha votato con voto segreto.

Quindi l’esame del provvedimento sul contrasto all’omotransfobia non può andare avanti. I voti favorevoli sono stati 154, i contrari 131 e gli astenuti 2″.

Così dichiara l’On. Alessandro Pagano, Vicecapogruppo della Lega alla Camera dei Deputati.

“Quanto accaduto al Senato ha dell’incredibile – dice il segretario provinciale Di Cristina – un testo frutto di molteplici mediazioni, approvato in modo trasversale dalla Camera dei deputati viene mandato in cavalleria per mera propaganda politica.
A farne le spese però sono i diritti di donne e uomini che vogliono essere tutelati nel loro orientamento sessuale, o per la loro condizione personale.
Oggi quelle donne e quegli uomini sono minacciati da una politica che per interessi di parte strizza l’occhio alla parte più retriva e violenta della società.
Il Partito democratico ha sempre fatto sua la battaglia per la difesa dei diritti delle persone, rifiutando l’idea che un omosessuale, un disabile o una persona con un colore della pelle diverso da quello della maggioranza possano avere paura di amare, o semplicemente di essere se stessi.
Quanto accaduto oggi ha rallentato questa battaglia, ma non la fermerà. Perché può volerci del tempo, ma le battaglie giuste, alla fine, si vincono”.

Continua a leggere

Cronaca

Samuel non ce l’ha fatta e a 21 anni se n’è andato

Pubblicato

il

Aveva tutto. Bellezza, forza, ambizione famiglia, amore. Ed ha dovuto lasciarli. Samuel Martorana non ha retto alla malattia che lo ha consumato. Non ha potuto festeggiare neanche il suo ventunesimo ed ultimo compleanno che cade domani. Chi lo ha conosciuto non fa che tesserne le lodi.

Era anche uno sportivo: giocava con U. S. Terranova. Per passione e grazie al suo fisico prestante faceva anche il modello. Eccolo nella foto sottostante in una posa artistica mentre indossa un capo casual. Distrutta la famiglia che non l’ha abbandonato per un attimo nel corso della sua malattia che troppo presto lo ha consumato. Nel pomeriggio di oggi è stato composto nella casa del commiato di via Borromini dove resterà fino a domani pomeriggio. Una folla di parenti ed amici sono già andati a tendere l’ultimo saluto.

Le esequie saranno celebrate domani alle 16:30 in chiesa Madre.

Continua a leggere

Cronaca

A Gela ieri 97 contagiati in tutto

Pubblicato

il

Caltanissetta: Il numero dei contagiati da Covid-19 si attesta ieri sotto i cento, 97 per la precisione. Nelle ultime 24 ore riscontro di 9 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 4 pazienti di San Cataldo, 2 di Mussomeli, 2 di Gela e 1 di Caltanissetta. Nessuna variazione sui ricoveri nelle ultime 24 ore. Guariti da Covid-19: 6 di Caltanissetta, 4 di Gela, 4 di Marianopoli, 3 di San Cataldo, 1 di Mussomeli e 1 di Sommatino.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852