Seguici su:

Attualità

Gela, dopo gli attentati comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica

Pubblicato

il

Mentre i Carabinieri del Reparto territoriale di Gela continuano le loro indagini per risalire all’identità del piromane che ha danneggiato la notte tra sabato e domenica cinque mezzi di una società di autotrasporti, questa mattina si è tenuto il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal Prefetto di Caltanissetta Cosima Di Stani.

All’incontro hanno preso parte i vertici delle forze dell’ordine, gli uomini della Dia ed il procuratore Fernando Asaro oltre al vicesindaco Terenziano Di Stefano. Tra i tanti argomenti affrontati anche quello dell’attivazione della videosorveglianza nel territorio urbano.

Dopo il mancato finanziamento da parte del Ministero dell’Interno l’amministrazione cerca di correre ai riparti puntando al finanziamento attraverso le compensazioni minerarie dell’Eni.

“Abbiamo messo mano, nei mesi scorsi, – ha commentato Di Stefano a margine dell’incontro – ad un imponente ed ambizioso progetto, che purtroppo non si è piazzato in posizione utile in graduatoria per essere finanziato dal Ministero degli Interni, nonostante Sua Eccellenza il Prefetto se ne fosse fatta sostenitrice nelle giuste sedi istituzionali. Poichè lo riteniamo un progetto davvero valido e ben strutturato, non ci vogliamo comunque rinunciare, e stiamo pensando di finanziarlo con una parte dei fondi a noi destinati (1 milione circa) delle compensazioni minerarie. Per questo, il Sindaco ha già dato mandato al Rup, arch., Santino Nicoletti, di renderlo esecutivo e trasmetterlo alla Regione per chiedere lo stanziamento”.

Durante l’incontro si è parlato anche del controllo del territorio: “Nel corso dell’incontro – riferisce Di Stefano – ci è stato, infine, garantito che fino a fine febbraio saranno presenti in città i reparti speciali, per aiutarci a contrastare gli assembramenti e a garantire il rispetto delle norme anticovid e, più in generale, per assicurarci un miglior controllo del territorio.Siamo consapevoli del fatto che un’attenta videosorveglianza sia fondamentale per difendere questa città da chi le vuole male, e, in un modo o nell’altro, – ha concluso – troveremo il modo di far partire il progetto che abbiamo già pronto nei cassetti, con la collaborazione di tutte le Istituzioni e di tutte le forze dell’ordine”. 

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Niente acqua a Gela, Riesi e Mazzarino

Pubblicato

il

Siciliacque ha comunicato di aver interrotto le forniture idriche ai comuni di Gela, Mazzarino e Riesi a causa di un guasto alla condotta.

Ne consegue che:

Nel comune di Riesi non ci sarà distribuzione nella zona alta, servita dal serbatoio Ancipa. La distribuzione resta invariata nelle restanti zone. 

Nel comune di Mazzarino non potrà essere garantita la distribuzione nella zona Mercadante. La distribuzione resta invariata nelle restanti zone. 

Nel comune di Gela non potrà essere garantita la distribuzione delle seguenti zone:

Caposoprano alto e basso, San Giacomo alto e basso, Fondo Iozza, Scavone alto e basso.

La distribuzione resta invariata nelle restanti zone.

Continua a leggere

Attualità

Grande successo delle attività subacquee per i diversamente abili

Pubblicato

il

La Cooperativa sociale “BIC”, l’Organizzazione di Volontariato “Dopo di Noi onlus”, l’Associazione “Ama Filippo” e la Rete Civica della Salute, in collaborazione con BCsicilia, hanno offerto, presso il Riviera Village di Contrada Desusino a Marina di Butera, una giornata di attività subacquea rivolta a soggetti diversamente abili. 

E’ stata data l’opportunità di sperimentare nuove sensazioni, attraverso il coordinamento della respirazione ed il controllo del corpo immerso nel liquido.
Le operazioni in acqua sono state condotte con grande competenza dal responsabile locale delle attività subacquea di BCsicilia Francesco Cassarino. 

I ragazzi che hanno partecipato al momento formativo hanno dichiarato di aver vissuto momenti unici, di aver sperimentato un senso di libertà e soddisfazione generale, sottolineando come tali iniziative possono essere inquadrate in quelle pratiche volte al miglioramento della qualità di vita delle persone che versano in condizioni di fragilità. 

Le varie fasi di coinvolgimento dei disabili hanno emozionato anche i tanti ospiti che nella giornata si trovavano presso la struttura turistico alberghiera.

“Abbiamo accettato immediatamente – afferma Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale BCsicilia – la proposta di una giornata di formazione subacquea per soggetti diversamente abili, mettendo a disposizione la professionalità dei nostri subacquei, perché riteniamo che non esiste lavoro culturale o educativo senza che sia reso fruibile a tutti soprattutto ai meno fortunati: segno allo stesso tempo di solidarietà e prossimità alle persone e alle loro difficoltà”.

Continua a leggere

Attualità

Semaforo vandalizzato, chiusa la Sp 8 Gela- Butera.Il sindaco chiama a raccolta i cittadini

Pubblicato

il

Sarebbe un atto vandalico al semaforo il motivo per cui è stata chiusa al km 16 la Sp 8 che collega Gela a Butera. Il sindaco Giovanni Zuccalà ne ha dato notizia ai cittadini con un lungo post sui social.

“Nonostante le pressanti esortazioni e i suggerimenti dell’Amministrazione tesi ad evitare questo provvedimento, il rischio di incidenti dovuti al malfunzionamento del semaforo posto nel tratto a tutti noto, ha indotto i tecnici della Provincia a chiuderne la viabilità. La neonominata Commissaria del Libero Consorzio di Caltanissetta ha gentilmente assicurato il ripristino della circolazione entro Sabato”- è stato annunciato.

“Sarà al più presto allertata la Prefettura del pericolo per la sicurezza dei cittadini conseguente all’allungamento dei tempi di percorrenza della viabilità alternativa per Gela”- ha sottolineato Zuccalà che ha poi aggiunto: i tecnici provinciali sospettano che il guasto dei semafori sia conseguenza di atti vandalici. La cittadinanza condanna tali comportamenti che tutti stiamo pagando a caro prezzo.I costi per il ripristino dei tratti compromessi della SP8 (km 11 e km 16) , dai 680.000 euro inziali sono lievitati a euro 2.000.000. L’ Assessorato Regionale , incontrato la settimana scorsa, ha confermato come primo intervento quello riguardante la SP8.Credo sia il momento che l’amministrazione insieme alla politica tutta e i cittadini di Butera manifestino pacificamente la loro urgente e improcrastinabile necessità davanti alle autorità preposte.Confido nella vostra massiva partecipazione”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852