Seguici su:

Politica

I sindaci su Timpazzo: “non accettiamo di passare da una ricezione di 450 tonnellate a 950”

Pubblicato

il

Gela – Sulla vicenda dell’ampliamento della discarica di Timpazzo e del raddoppio dei quantitativi da conferirvi c’è stato un importante momento di confronto e sintesi, nel pomeriggio di oggi, tra i Sindaci di Gela, Lucio Greco, Niscemi Massimiliani Conti, e Butera, Filippo Balbo, nella doppia veste di Primo Cittadino e di presidente della SRR. Presenti parte anche i rappresentanti dei comuni di Riesi e Mazzarino e del Libero Consorzio di Caltanissetta.

La riunione, richiesta dal Sindaco Lucio Greco, si è rivelata propedeutica alla elaborazione di un documento ufficiale che sarà condiviso da tutti e deliberato entro domani. Nel documento in questione sarà messo per iscritto che, fermo restando il principio di solidarietà già in atto nei confronti dei comuni siciliani alle prese con l’emergenza rifiuti, al quale non si intende venir meno, non si accetterà in alcun modo di passare da 450 tonnellate a 950. A questa decisione, calata dall’alto dalla Regione, senza interloquire né con la SRR né coi sindaci, ci si opporrà con tutti i mezzi e in tutti i modi.

Gli 8 comuni della SRR, proprio in virtù di quel principio di solidarietà di cui prima, sono disposti a sforare le 100 tonnellate al giorno di rifiuti che si dovrebbero conferire a Timpazzo e ad accettare anche di dare un ulteriore contributo di 50 tonnellate giornaliere, ma non accetteranno di diventare la discarica della Sicilia.

“Sin dall’inizio di questa vicenda –
affermano i Sindaci Greco e Balbo – c’è stata tanta confusione e scarsa comunicazione. I Sindaci non siamo stati interpellati, ma i cittadini devono sapere che faremo il possibile per arginare questo problema che sta esplodendo in tutta la sua gravità, in particolare a Gela che ha già pagato per il disastro ambientale subito a causa dell’industrializzazione pesante. I Comuni non possono essere lasciati soli di fronte ad una emergenza così devastante e i Sindaci non possono essere gli ultimi a sapere le cose. Queste cose, in futuro, non devono più accadere, a tutela e a garanzia dei nostri territori e dei nostri cittadini. Siamo tutti molto preoccupati, ma questa sera finalmente abbiamo deciso in maniera unanime quale sia la strada da intraprendere. Non è tardi per opporsi, e per esprimere a chiare lettere e nelle sedi opportune il nostro parere negativo”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

FI chiede 2 assessorati per Gnoffo e Cirignotta e la presidenza del consiglio per Biundo

Pubblicato

il

Nadia Gnoffo nella squadra di Grazia Cosentino. Così è stato deciso nella riunione interna conclusasi poco fa nello studio del coordinatore cittadino Enzo Pepe.

Ma Forza Italia è il primo partito di Gela e del centrodestra e reclama un secondo assessorato; in questo caso il designato è Enzo Cirignotta.

Chi entra in Giunta si dimette dal consiglio e fa scorrere la lista.

Per il consigliere più votato Antonino Biundo, Forza Italia chiede la presidenza del consiglio.

Continua a leggere

Flash news

Licata(Dc):”Franzone così ha perso la sua credibilità”

Pubblicato

il

L’intesa politica appena nata tra Franzone e Di Stefano che porterà il primo nella squadra del candidato sindaco, trova forti critiche e accuse di incoerenza nel centrodestra. A prendere la parola è stato il coordinatore cittadino della Dc Giuseppe Licata che ripropone qualche intervista di Franzone in campagna elettorale.

“Alla fine, l’uomo che dichiarava di essere contro il sistema dei partiti e affermava di avere abbandonato il centrosinistra perché ci sono i i soliti nomi , i soliti gruppi , le solite logiche spartitorie , il solito modus operandi – dice Licata- di fronte all’ offerta di un assessorato , si è rimangiato tutto. In questo modo ha compromesso la sua credibilità ed ha perso l’occasione di apparire un uomo libero da condizionamenti”

Continua a leggere

Flash news

Scerra ed i suoi pressano per l’apparentamento

Pubblicato

il

“La governabilità e il progetto per la città. Questo è per noi prioritario e perché ci sia la governabilità è necessario che le liste si apparentino”: lo dice Totò Scerra dopo una riunione con i suoi alleati.

Scerra ha ricevuto proposte sia dalla Cosentino che da Di Stefano per stringere un’intesa politica con annessi posti in Giunta ed altro. Ma Alleanza per Gela prende solo in considerazione proposte di apparentamento che non sono arrivate finora e non arriveranno da entrambe le parti a quanto pare

Domani alle 12 Scerra incontrerà i suoi per decidere cosa fare se non ci saranno apparentamenti. Appare scontato che ogni gruppo che può dimostrare di detenere un pacchetto di consensi andrà poi a piazzarsi laddove riceve l’offerta migliore.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852