Seguici su:

Flash news

Il centrodestra: “Greco non ha la stoffa per fare il sindaco”

Pubblicato

il

Tutti i Segretari del centrodestra, dopo una riunione in casa di Forza Italia, in una conferenza stampa, hanno reso nota la loro preoccupazione per il disagio che vive la città a seguito delle situazioni che si sono create sotto il profilo economico ed amministrativo.

Alla conferenza stampa erano presenti pure i renziani e i centristi.

Totò Scuvera è partito dal ritiro delle dimissioni del Sindaco di cui non si conosce il motivo. “Greco ha fatto solo un monologo attaccando tutto e tutti. Oggi non si sa come vuole salvare la città. FdI chiede a Greco come vuole andare avanti”- ha detto.

Riguardo alla situazione politica Greco non ha maggioranza per governare ed è in grave difficoltà e però attacca tutti i partiti che lo avevano sostenuto senza fare autocritica. Della gestione finanziaria Greco non ha detto nulla finora. Dov’è l’operazione verità? Gela di fatto è commissariata perché non si può spendere un euro. Il centrodestra chiede la verità sul futuro della Ghelas, su edilizia scolastica, sanità, il progetto Macchitella Lab.

Enzo Pepe di FI ha sottolineato che “gli azzurri non hanno tradito Greco ma sono andati via dopo tanti richiami per tenere unita la coalizione e i consiglieri con cui non ha saputo fare squadra. Greco non ha la stoffa per fare il sindaco. È un autista di un bus che non sa guidare. Il vero traditore è lui”. Pepe è soddisfatto del centrodestra unito che vuole lavorare per risolvere i problemi della città. Ha proposto riunioni itineranti nelle sedi dei partiti in modo da avere tutti pari dignità.

“Gela da sola non ce la può fare- ha concluso- dobbiamo chiedere aiuto ai nostri rappresentanti nazionali e regionali”

Per la Lega Giuseppe Spata ha detto che si è iniziata un’azione per vigilare su questo anno di sindacatura cominciando dalle spese sullo Sbarco, i fondi del Pnrr. “Vogliamo creare una squadra forte per un progetto di centrodestra che governi la città”.

Rochelio Pizzardi di Italia viva ha definito farneticanti le dichiarazioni del rientro di Greco con “motivazioni che tira fuori per distrarre l’attenzione dal fallimento della sua esperienza politica. Se l’è presa con tutti inventando una congiura di carattere mondiale. Greco non è adatto a fare il sindaco. Non ascolta nessuno. Ora deve dire la verità sulle sue dimissioni e il ritiro e su come vuole governare in questo anno non avendo maggioranza. Noi siamo la vera opposizione a Greco. Stiamo bene insieme, dialoghiamo e ci sono le condizioni per costruire qualcosa di positivo per la città cui bisogna garantire la governabilità”.

Natino Giannone segretario Dc ha detto che il “problema è stata l’accozzaglia del 2019 per vincere. Greco è una parentesi chiusa. Noi andiamo avanti per costruire un’alleanza forte che dia alla città un governo di centrodestra e che dia risposte adeguate in un momento difficile. Basta liti e attacchi personali nella politica. La gente è stanca. Questa squadra di centrodestra che si sta creando ha tutte le premesse per andare avanti. Metteremo a disposizione tutti i nostri rapporti politici per dare a Gela la normalità che merita”.

Massimo Catalano di Noi moderati ha sottolineato che “non ha senso parlare dei giochi di prestigio del sindaco ma bisogna avere la capacità di evitare personalismi, essere uniti, creare la squadra migliore. Dobbiamo dire chiaramente alla città come vogliamo affrontare i problemi più urgenti a cominciare da quello finanziario. Ha inoltre evidenziato che la politica deve dare per prima il buon esempio”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Totò Incardona si prepara per le Provinciali

Pubblicato

il

È stato il terzo più suffragato in assoluto con oltre 800 voto ma non siederà in consiglio perchè Grazia Cosentino non ha vinto.

Totò Incardona si congratula con il neo sindaco e annuncia un nuovo progetto politico.

“Il risultato elettorale, con il mio 30% nella lista dei Moderati di centro destra, sicuramente sarà decisivo per le prossime competizioni.Si inizia un lavoro di costruzione in modo partecipato, dal basso, in una casa comune per tutti i moderati di centrodestra”.

Incardona insomma si prepara alle prossime competizioni elettorali.La più vicina dovrebbe essere quella delle provinciali.

Continua a leggere

Flash news

Esulta il Pd da Palermo a Gela

Pubblicato

il

Esultanza in casa Pd da Palermo a Gela. “Giuseppe Terenziano Di Stefano, candidato sindaco del centrosinistra, è il nuovo sindaco di Gela. E’ la dimostrazione che quando il centrosinistra sceglie candidati di qualità, c’è un progetto chiaro per la città e e i partiti compiono scelte di spessore nella composizione delle liste,viene premiato dagli elettori”. Lo dichiara il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo a proposito delle amministrative a Gela.

Il componente della segreteria nazionale dei Dem Peppe Di Cristina è soddisfatto per la grande vittoria del Centro Sinistra.

” Si apre una nuova Stadgione per Gela.
Il dato Del Pd dimostra che è un Partito vivo e che nel campo largo possiamo battere le destre” – dice mentre si fa fotografare con il leader del M5S Nuccio Di Paola con cui condivide l’idea del campo largo.

Continua a leggere

Flash news

Chiuse le elezioni del 2024:Terenziano Di Stefano sindaco con un eccezionale 61%

Pubblicato

il

Alle 18.15, poco più di tre ore dopo l’avvio dello scrutinio, è arrivato il risultato definitivo.

Terenziano Di Stefano è sindaco con 13.717 voti pari al 61% contro il 39% di Grazia Cosentino che ha ottenuto 8.739 voti. Le schede bianche sono state 66, quelle nulle 260.

Una vittoria schiacciante e fuori da ogni previsione in questi termini. Per il centrodestra una sconfitta pesante che evidenzia che la coalizione non c’è a Gela ed è da rifondare. Colpa dei traditori della coalizione? L’errore è stato scegliere un candidato tecnico? Il non avere fatto una scelta condivisa dal territorio ma maturata nei salotti palermitani? Queste ed altre cose dovranno chiedersi gli sconfitti.

Nella coalizione di Di Stefano gli riconoscono di aver saputo tenere unito il gruppo ma anche di aver saputo parlare al cuore della città.Una vittoria degli alleati ma prima di tutto del candidato.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852