Seguici su:

Cronaca

Il Comitato studentesco scrive al Governatore ed al Prefetto – interviste video

Pubblicato

il

Ecco la nota che il Comitato studentesco di Gela ha inviato al Governatore della Sicilia, al Prefetto, al sindaco, alla direzione dell’Asp per sollecitare la didattica a distanza: “In ordine alla situazione sanitaria in atto nella nostra Città e, facendo seguito alle riunioni intercorse
negli ultimi giorni, riteniamo indifferibile ed urgente rivolgerci alle SS.LL. in indirizzo affinchè in-
traprendano con immediatezza le misure più idonee a salvaguardare l’incolumità degli studenti, de-
gli operatori scolastici e delle rispettive famiglie.
La Città di Gela è stata dichiarata Zona Rossa ,con Ordinanza del Presidente della Regione Siciliana
n° 46 del 22 aprile 2021, proprio per il numero di contagi fuori controllo ed in continua crescita.
I DPCM che si susseguono, in un contesto di grande preoccupazione e tensione sociale, generano
confusione tra i vari livelli amministrativi e, di fatto, non individuano con certezza l’amministrazione
che deve intervenire in taluni casi di emergenza sanitaria.
Oggi, a distanza di ben 6 giorni dalla emanazione dell’ordinanza sulla “ Zona Rossa “, nella Città di
Gela si continua ad assistere inermi alla lettura del “Bollettino “ dei contagiati tra gli alunni, i docenti
e gli operatori scolastici e nessuno si sente di prendere posizione ed intervenire, per porre in essere
azioni concrete atte a fronteggiare una situazione sanitaria che sembra essere sfuggita ad ogni con-
trollo.
A questo proposito abbiamo ritenuto utile portare a conoscenza delle Autorità in indirizzo il dramma
che purtroppo viviamo ed i continui confronti, umilianti e infruttiferi, con i Dirigenti Scolastici che
si dichiarano incompetenti ad assumere decisioni circa l’attivazione delle Didattica a Distanza, che
pur con tantissimi limiti ha dato continuità nello svolgimento dei programmi scolastici.
Appare utile precisare e chiarire preliminarmente che non è assolutamente intenzione degli scriventi
interferire o nuocere al regolare svolgimento delle lezioni ma riteniamo di primario interesse salva-
guardare la salute di tutti.
Per quanto sopra esposto si chiede un intervento immediato ordinando la prosecuzione delle attività
in modalità DAD, fino a quando le condizioni permetteranno un rientro in classe in sicurezza ma,
soprattutto, quando la curva dei contagi, unico indicatore vero sull’andamento epidemiologico, non
tornerà ad allinearsi con le altre Città.
Ringraziamo i DS che, se pur con grande spirito di abnegazione mettono in campo tutti gli strumenti
per contenere il contagio, loro malgrado non possono intervenire sulla condizione strutturale delle
scuole dove quotidianamente si svolgono lezioni in 25 mq con 27/ 29 studenti con tutto quello che
tale condizione può significare .
Rimaniamo fiduciosi in attesa di un riscontro alla presente e auspichiamo vivamente che le nostre
preoccupazioni possano trovare pieno accoglimento tra i destinatari della presente”.
Il Comitato Cittadino Studenti Gela

Vediamo le interviste

Benedetta Robilatte rappresentante d’istituto Liceo Classico Eschilo

Nancy Consiglio rappresentante d’istituto Liceo Scientifico Vittorini

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Grave scontro sulla 115

Pubblicato

il

Licata – Un grave incidente stradale si é verificato nel pomeriggio di oggi sulla Strada stradale 115, all’ ingresso di Licata.

Per motivi in corso di accertamento da parte della Polizia stradale che procede alle indagini, si sono scontrati un furgone Iveco con una moto Bmw .

Il centauro è stato trasportato all’ ospedale di Licata: le sue condizioni sono serie.

foto di repertorio

Continua a leggere

Cronaca

Denunciati due romeni per illecito stoccaggio e combustione di rifiuti

Pubblicato

il

Scoglitti – Fumarola a Scoglitti: denunciati due cittadini romeni per illecito stoccaggio e combustione di rifiuti riconducibili ad attività di lavorazione agricola. Continuano i controlli del territorio del Comando Provinciale dei Carabinieri di Ragusa, anche con attività di contrasto ai reati in materia ambientale.

Nella mattinata del 18 settembre imilitari della Stazione di Scoglitti, durante l’attività di controllo del territorio nella frazione marinara, hanno osservato la presenza di una nube scura, ed un forte odore acre nell’aria, presumibilmente riconducibile alla combustione di materiali plastici. Per quanto osservato i Carabinieri, seguendo l’origine della nube, sono giunti nei pressi di un terreno riconducibile ad una azienda agricola Vittoriese gestita da due cittadini romeni. Dalle verifiche espletate nell’immediatezza sui luoghi, i militari hanno potuto documentare la presenza di ingenti quantità di rifiuti in plastica, in legno, in polistirolo e vari rifiuti urbani, tutti riconducibili a scarti della lavorazione agricola, ovvero parte di essi in fase di combustione originando la nube precedentemente vista.

Dopo aver messo in sicurezza l’area interessata dalla combustione e dai rifiuti, i Carabinieri hanno espletato approfondimenti sull’azienda agricola identificando B.C.A, romena cl.67, e R.A., connazionale cl.93, rispettivamente imprenditrice agricola e addetto al settore agricolo ovvero, avendo raccolto sufficienti elementi investigativi a loro carico, li hanno deferiti in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per “illecito stoccaggio e smaltimenti di rifiuti” e “getto di cose”, operando contestualmente il sequestro preventivo dell’area interessata dai rifiuti e dalla combustione avente estensione complessiva di circa 600 mq.

Continua a leggere

Cronaca

Straniero tenta una rapina: arrestato

Pubblicato

il

Modica – Nei giorni scorsi a Modica la Polizia ha arrestato per tentata rapina ai danni del titolare di un esercizio commerciale del centro storico, uno straniero di 22 anni, pregiudicato, regolarmente soggiornante sul territorio nazionale, noto alle Forze dell’Ordine.

Nello specifico, una “Volante” del Commissariato di Pubblica Sicurezza la sera dell’11 settembre è intervenuta presso un’attività  commerciale a seguito della segnalazione del titolare che ha riferito di un giovane che era entrato nel suo locale chiedendogli del denaro.  

Al rifiuto lo straniero si era allontanato borbottando parole incomprensibili. L’esercente, nel timore che il tizio potesse ritornare ed agire con metodi violenti chiede soccorso alla Polizia.

Gli agenti intervenivano immediatamente ed a fini preventivi si mettevano alla ricerca dell’uomo segnalato, che rintracciavano mentre rincasava, diffidandolo a non disturbare più il titolare dell’esercizio commerciale, dove era stato poco prima.

La “Volante” continuava il servizio di prevenzione e controllo del territorio e nel corso della stessa notte, alla sala operativa perveniva una nuova richiesta di soccorso dello stesso commerciante poiché lo straniero era ritornato e stavolta con atteggiamento minaccioso e con l’intenzione di aggredirlo tentava di sottrargli denaro contante. Anche stavolta l’intervento degli agenti era tempestivo ed evitava conseguenze peggiori per l’incolumità della vittima; lo straniero veniva bloccato e condotto in Commissariato dove, espletate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità giudiziaria l’arrestato veniva posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852