Seguici su:

Attualità

3424 firme al gazebo per salvare la sanità a Gela

Pubblicato

il

La mossa è stata azzardata. Chiudere il reparto Terapia intensiva ha scoperchiato tanti vasi di Pandora. L’associazione S.O.S ospedale ha centrato l’obiettivo. La popolazione si è presentata in massa mentre la cosiddetta politica parla e non si presenta al Gazebo di via Palazzi, mentre i gelesi si sono riversati sin dalle 7 del mattino, prima che i volontari si piazzassero al freddo ed al vento per la raccolta delle firme, e alle 18 ne sono state raccolte 3424, ma il conteggio definitivo si saprà domani. “La città ha risposto con un interesse ed una voglia di contribuire a cambiare le cose che sono andate oltre le nostre aspettative – dice una delle coordinatrici del Comitato S.O.S. ospedale – lo hanno sentito come un dovere civico. Ci hanno raccontato le loro storie, le difficoltà. Sono venuti anche i parenti dei pazienti trasferiti da due settimane a Caltanissetta: storie di gente che ha bisogno di assistenza ma non sa a chi rivolgersi per ottenere il minimo”. Il gazebo pieno di gente, molti hanno chiesto altri punti di raccolta in giro per la città e la politica assente. Nessun segnale, niente visite o presenza viva, tranne qualche deputato. Il sindaco non è andato a manifestare ma ha presieduto gli incontri istituzionali. E riprendono promesse e l’ attesa per l’ospedale Vittorio Emanuele di Gela. I vertici dell’ASP hanno assunto impegni ben precisi nel corso dell’incontro che si è svolto nei giorni scorsi a Caltanissetta, e sabato via remoto: dai lavori nei vari reparti, ai concorsi per assumere 33 medici a tempo indeterminato da inserire proprio nella pianta organica.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Sul porto insabbiato la Regione convoca una riunione

Pubblicato

il

Porto rifugio insabbiato:ogni tanto da Palermo si svegliano.Martedì prossimo si svolgerà un incontro indetto presidenza della Regione, con il capo di gabinetto l’assessore regionale alle infrastrutture, il sindaco Lucio Greco, i vertici di Enj, management di Eni, il presidente dell’Autorità portuale della Sicilia occidentale.

È un incontro in videoconferenza nel corso del quale bisognerà completare l’iter, con la sottoscrizione del protocollo per l’opera.

Un’altra tappa di una storia infinita.

Continua a leggere

Attualità

Diabete e nutrizione nell’incontro con la dott.Scerra

Pubblicato

il

È stato partecipato e molto apprezzato l’incontro organizzato stasera dall’associazione Odv Diabete 3 presieduta da Glenda Paci.

Nella sede della libreria Orlando di via Cairoli si è svolto un confronto con la nutrizionista dott.Roberta Scerra che ha dato informazioni sui pasti dei diabetici.

È la seconda iniziativa, dopo la screening diabetologia, a supporto di malati e famiglie di diabetici organizzata dall’associazione nata a dicembre.

Continua a leggere

Attualità

A Roma Schifani conferma a Mancuso che l’ospedale si farà

Pubblicato

il

Rientro in Sicilia con il morale alto per la delegazione di forzisti nisseni capeggiata dall’onorevole Michele Mancuso.

Con lui, tra gli altri, il candidato a sindaco di Caltanissetta Walter Tesauro ed esponenti storici del partito come il gelese Carlo Varchi. Tra una pausa e l’altra del congresso nazionale, il primo senza il fondatore Berlusconi, c’è stata la possibilità di confrontarsi con il presidente Schifani sui temi locali. A cominciare dal caso del definanziamento del nuovo ospedale di Ponte Olivo.Schifani ha confermato pubblicamente a Mancuso ciò che gli aveva detto privatamente nel giorni scorsi e cioè che l’ospedale a Gela si farà.

“Ora dobbiamo occuparci delle elezioni a Gela” – ha detto Mancuso che punta ad avere in città un centrodestra unito che possa presentare un progetto alternativo a Greco.L’attuale sindaco è per Mancuso una storia chiusa da tempo.Nel 2019 lo sostenne ma i rapporti si sono incrinati molto presto.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852