Seguici su:

Cronaca

Impresa multata per mancato rispetto delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro

Pubblicato

il

Acate – A seguito di un controllo effettuato su una ditta di Acate in cui vengono venduti e riparati pneumatici, i Carabinieri della Stazione di Acate che hanno operato unitamente ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro (N.I.L.) di Ragusa e a personale della Polizia Provinciale di Ragusa, hanno deferito in stato di libertà il titolare L.F. cl. 83, in quanto veniva rilevato un deposito incontrollato e non autorizzato di rifiuti speciali non pericolosi costituiti da PFU (pneumatici fuori uso), su un terreno di sua proprietà per un’estensione di circa 2.700 mq.

Al titolare sono state elevate sanzioni amministrative per la somma complessiva di circa 7.500 euro, poiché veniva verificata la mancanza di documentazione di valutazione rischi (DVR), nonché ulteriori violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. Nella circostanza veniva adottato provvedimento di sospensione immediata dell’attività imprenditoriale che non sarà sottoposta a chiusura se il titolare provvederà all’adeguamento della sede della ditta ai requisiti di sicurezza e provvederà al pagamento delle sanzioni comminategli.

Il terreno adibito abusivamente a deposito, invece, veniva sottoposto a sequestro.

Nella stessa giornata di ieri, i militari della Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Modica, unitamente ai colleghi del Nucleo Cinofili di Nicolosi, proseguendo l’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio di competenza, hanno deferito in stato di libertà un 42enne di Ispica, disoccupato e con precedenti specifici in materia. A seguito di perquisizione personale e domiciliare presso la propria abitazione, l’uomo è risultato in possesso di 54 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in dosi.

Nell’ambito dello stesso contesto operativo i militari operanti hanno provveduto a segnalare, per la violazione amministrativa commessa, all’Ufficio competente della Prefettura di Ragusa, un 40enne del posto, immune da precedenti di polizia, trovato in possesso di 10 gr di sostanza stupefacente del tipo hashish.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro da parte dei militari operanti. L’attività sintetizza l’incessante controllo del territorio posto in essere dalle varie articolazioni della Compagnia Carabinieri di Modica per il contrasto allo spaccio di sostanza stupefacenti.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

La Guardia costiera salva un bagnante

Pubblicato

il

Ieri sera, intorno alle ore 20, la Guardia Costiera di Gela è intervenuta per soccorrere un bagnante in difficoltà nelle acque antistanti il Club Nautico. Un uomo di 60 anni, è stato salvato dal gommone GC B112 della Guardia Costiera.

L’intervento è stato reso possibile grazie alla tempestività e alla professionalità del personale a bordo che ha risposto alla chiamata di emergenza. Giunti sul posto in pochi minuti, gli operatori della Guardia Costiera hanno trovato l’uomo ormai esausto e in stato di evidente difficoltà. Il rapido intervento è stato cruciale: pochi minuti in più e il bagnante non avrebbe avuto la forza di restare a galla.

Dopo averlo recuperato in condizioni di estrema stanchezza, il personale della Guardia Costiera ha portato l’uomo al porto rifugio di Gela, dove ad attenderli sulla banchina vi era una pattuglia della Capitaneria di Porto, pronta a fornire ulteriore assistenza. Un’ambulanza del 118 ha immediatamente preso in carico il soggetto per trasportarlo con urgenza all’ospedale.

Le condizioni del bagnante sono state valutate come serie, ma grazie alla prontezza del soccorso e alla successiva assistenza medica, le sue possibilità di recupero sono aumentate significativamente. Stamane i medici dell’ospedale riferiscono che l’uomo, seppur ancora sotto osservazione, è fuori pericolo di vita.

Il Comandante della Guardia Costiera di Gela ha espresso grande soddisfazione per l’esito positivo dell’intervento. Desidero esprimere con orgoglio il mio sentito ringraziamento all’equipaggio intervenuto per la prontezza e la professionalità dimostrate durante questo salvataggio. Colgo l’occasione per ricordare alla popolazione l’importanza di monitorare attentamente le condizioni del mare prima di avventurarsi in acqua e di rispettare le norme di cui all’ordinanza di sicurezza balneare n. 10/2024 della Capitaneria di Porto di Gela. È fondamentale avvisare tempestivamente i soccorsi al realizzarsi di ogni situazione di pericolo chiamando il numero unico delle emergenze 112 o il numero blu 1530 per le emergenze in mare. La tempestività nell’intervento è fondamentale.”

Questo episodio mette in luce l’importanza della presenza della Guardia Costiera e degli altri servizi di emergenza nelle aree costiere, pronti a intervenire per garantire la sicurezza di tutti i cittadini.

La Guardia Costiera di Gela continuerà a operare con dedizione e professionalità per garantire la sicurezza delle nostre acque e delle persone che le frequentano. L’episodio di oggi è un chiaro esempio del valore del lavoro quotidiano svolto dagli uomini e dalle donne della Guardia Costiera, sempre pronti a intervenire in caso di necessità.

Continua a leggere

Cronaca

Incendio a ridosso delle Mura Timoleontee

Pubblicato

il

Un vasto incendio sta divampando a ridosso delle Mira timoleontee del parco archeologico di Caposoprano.

I vigili del fuoco, allertati per tempo, sono arrivati tempestivamente ma hanno trovato i cancelli dell’area archeologica, chiusa come sempre per mancanza di personale.

Nonostante ciò sono riusciti ad aprire il cancello principale ed un questo momento, alle 17,50 stanno operando per domare le fiamme, senza aspettare che qualche custode aprisse, perdendo tempo prezioso. Sul posto anche i Vigili urbani.

Si ripropone il tema della sorveglianza. I pochi custodia in servizio sono concentrati al Museo storico chiuso per lavori.

Ed il parco di Caposoprano resta chiuso alla pubblica fruizione anche in estate, quando arrivano i pochi turisti di passaggio.

Continua a leggere

Cronaca

Al Lungomare i topi ballano e i turisti scappano

Pubblicato

il

La Ztl del Lungomare vale per le auto ma purtroppo non per i topi che passeggiano indisturbati e a gruppi.

È diventato virale un video pubblicato oggi sui social che immortala una colonia di topi al Lungomare a pochi metri dalla passeggiata dei cittadini e dei locali pubblici. La foto che pubblichiamo è tratta da quel video.

Servono un’attenzione maggiore, una pulizia maggiore ma anche un comportamento più corretto dei cittadini evitando di gettare a terra resti di rosticceria consumati poco prima. Serve comunque la derattizzazione e non solo al Lungomare dove i turisti scappano ma in tutta la città perché fa qualche settimana segnalazioni e video con la presenza di grossi roditori arrivano da più parti della città, dal centro come dalla periferia.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852