Seguici su:

Attualità

In arrivo due neurologi a gennaio

Pubblicato

il

Due nuovi neurologi dovrebbero arrivare il 15 gennaio.  Questo quanto emerso nel corso dell’incontro di dipartimento che si è tenuto stamattina all’ ospedale Vittorio Emanuele di Gela fra i medici ed il direttore sanitario di presidio Fiorella. Dovrebbero  arrivare perché non sempre i medici individuati per scorrimento di graduatoria accettano l’incarico a Gela. Di fatto la carenza di medici e il peso che grava sull’unità operativa di medicina adibita a reparto Covid è troppo gravoso, per non parlare dell’unico medico dedicato alla neurologia, reparto annunciato con un fragoroso fiato alle trombe e costituito da un solo medico nell’arco della fascia oraria diurna per 4 posti letto e seguito nella fascia notturna dal personale del reparto di medicina. Oggi il reparto covid conta 21 pazienti di Gela e del comprensorio fino ad arrivare al capoluogo con tutte le emergenze legate al momento di picco della curva pandemica. I posti regolamentari sarebbero diciotto ma sono stati aumentati con la crescita della esigenza di assistenza sanitaria. La speranza è rappresentata dalla disponibilità della dirigenza dell’Asp a inserire i due nuovi specialisti, sempre se si trovino professionisti disponibili ad accettare l’incarico. L’anno scorso si era configurata la possibilità di creare un nuovo reparto per la neurologia: oggi la divisione è formata da quattro posti letto.

“In questi mesi abbiamo avuto alcune dimissioni di specialisti neurologi – dice il direttore generale Caltagirone-nelle procedure ad oggi attivate non abbiamo avuto presentazioni di nuove candidature candidature.
Ciononostante abbiamo messo in campo ulteriori azioni straordinarie per l’immediato potenziamento dell’offerta assistenziale all’interno del PO di Gela dove la neurologia è pienamente coinvolta.
Gli effetti di tale iniziative verranno alla luce tra circa un paio di settimane e nelle more che tale potenziamento sia attuato l’offerta assistenziale rimane invariata.
Oggi pomeriggio avremo delle riunioni di approfondimento, ma ci tenevo a veicolare una corretta informazione onde evitare che qualcuno rappresentasse, senza averne titolo, decisioni che non mi appartengono.
Durante la mia direzione mi sono adoperato per l’attivazione della UOC di Neurologia al PO V. Emanuele di Gela e non ho alcuna intenzione di fermarmi nel raggiungimento di un obiettivo strategico per la collettività gelese”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Vasto incendio sulla SS 626 in territorio di Butera

Pubblicato

il

Traffico rallentato per visibilità zero sullo scorrimento veloce Gela – Caltanissetta. Non si tratta di nebbia ma di un vasto incendio che ha interessato una collinetta in territorio di Butera. Suo posto, oltre ai vigili del fuoco e alle guardie forestali sono arrivati anche gli agenti della polizia municipale. L’incendio si è verificato a metà mattinata .

Continua a leggere

Attualità

Nursind: niente incentivi per gli infermiei del 118

Pubblicato

il

Niente incentivi da inizio anno per oltre 200 infermieri che prestano attività incentivante sui mezzi di soccorso del 118. La stragrande maggioranza attende da febbraio, a Gela anche da gennaio: denunciano tutti gravi ritardi nell’erogazione degli emolumenti, in media 600-700 euro a lavoratore. Lo segnala il Nursind di Caltanissetta che in una nota ai vertici dell’Asp, alla Regione e alla Prefettura spiega di avere ricevuto “ripetute segnalazioni pervenute presso la nostra segreteria provinciale di Caltanissetta, secondo le quali agli operatori sanitari non è stata corrisposta nessuna mensilità del corrente anno solare. Considerando che tali somme vengono costantemente inviate dall’assessorato alla Sanità regionale, risulta incomprensibile che risorse non giungano regolarmente nelle tasche di chi, con grandi sacrifici, abnegazione e professionalità riconosciuta, soprattutto in questo recente ed ancora attuale periodo di pandemia, opera incessantemente per garantire una risposta sanitaria efficace e concreta, sobbarcandosi di carichi di lavoro, come a voi segnalato in precedenti missive, eccessivi e logoranti”.
Il Nursind, guidato da Giuseppe Provinzano, quindi aggiunge: “Secondo questa segreteria, non può bloccare la retribuzione di questi compensi, la procedura burocratica in seno agli uffici amministrativi dell’Azienda sanitaria provinciale di Caltanissetta, né può essere un motivo plausibile l’assenza di un direttore amministrativo, non possono essere questi i motivi che impediscono la retribuzione di queste somme, somme che in questo periodo storico considerando l’aumento dell’inflazione e del caro-vita, sono indispensabili per i nuclei familiari. Chiediamo e pretendiamo che le mensilità dell’attività infermieristica, svolta presso il 118 da inizio anno per gli infermieri collaboratori professionali sanitari della provincia,  vengano liquidate con la busta paga del mese di luglio. Invitiamo tutti gli enti preposti ad attivarsi celermente per poter restituire dignità a questi operatori definiti pure “eroi”, ma che spesso vengono umiliati e mortificati dalle istituzioni”.

Continua a leggere

Attualità

La corsia d’emergenza che di emergenza non è…

Pubblicato

il

Che ci fa una corsia di emergenza in una strada a doppio senso di circolazione e larga pochi metri? Rientra fra i misteri di Gela. Quest’ anno la Ztl ha regalato questa novità. Sulla carreggiata è contrassegnata come corsia di emergenza ma ci passano i mezzi in doppio senso di circolazione.

La corsia di emergenza o di soccorso è una corsia delle strade a più corsie (ed in particolare delle superstrada  e delle autostrade) destinata alla fermata dei veicoli in avaria o in difficoltà, ed alla circolazione dei veicoli di controllo, assistenza e soccorso. L’art. 3 del codice della strada la definisce: corsia, adiacente alla carreggiata, destinata alle soste di emergenza, al transito dei veicoli di soccorso ed, eccezionalmente, al movimento dei pedoni, nei casi in cui sia ammessa la circolazione degli stessi.

Ne abbiamo parlato con l’ esperto Giuseppe Migliore

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852