Seguici su:

Attualità

L’ Asp ha approvato il bando di gara per il REMS provinciale

Pubblicato

il

L’ Azienda Sanitaria Provinciale di Caltanissetta ha approvato gli atti relativi al bando di gara per la realizzazione della REMS provinciale

Con delibera del 21 febbraio è stato approvato dall’Asp il bando di gara con cui verrà affidata la gestione di una nuova REMS, Residenza Sanitaria per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza detentive, nel territorio della provincia di Caltanissetta.
Un proposito, quello di avviare la procedura, autorizzato dall’assessorato regionale alla Salute e messo in evidenza dallo stesso assessore avv. Razza e dal DG Caltagirone nel corso dell’incontro avvenuto in videocall su convocazione del Prefetto dott.ssa Chiara Armenia, alla presenza di tutte le Autorità Giudiziarie e di controllo del territorio provinciale e subito attuato con la delibera pubblicata il 21 febbraio.

Tempestività è la parola chiave che fa da filo conduttore nella procedura in cui l’elemento premiante nell’attribuzione di un maggiore punteggio è legato ai tempi di esecuzione che comunque non potranno essere superiori a 120 giorni. Il contratto di servizio avrà la durata di tre anni, rinnovabile per ulteriori 12 mesi.

“Dalla pubblicazione del bando – spiega il Direttore Generale dell’ASP di Caltanissetta Alessandro Caltagirone – ci saranno 35 giorni di tempo per la presentazione delle offerte. Subito dopo la commissione incaricata valuterà il progetto migliore e si procederà all’affidamento. Confidiamo che i concorrenti siano in grado di proporre le soluzioni più adeguate nel rispetto degli standard previsti per questo tipo di strutture”.

Le REMS sono strutture residenziali sanitarie che accolgono le persone affette da disturbi mentali, autori di fatti che costituiscono reato, a cui viene applicata dalla Magistratura la misura di sicurezza detentiva ai sensi della legge 81/2014. La Residenza ha caratteristiche specifiche di struttura sanitaria con funzioni assistenziali, terapeutico riabilitative e socio-riabilitative nel rispetto delle misure adottate dall’Autorità Giudiziaria e fortemente integrata con le altre articolazioni del Dipartimento di Salute Mentale e con la rete dei Servizi dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Caltanissetta. La sua strutturazione dovrà tener conto delle peculiarità specifiche dei pazienti, adeguando, innovando e integrando percorsi terapeutico-riabilitativi come avviene nelle comunità residenziali terapeutiche già esistenti sul territorio. In questa direzione si realizzeranno percorsi appropriati e, in quanto tali, utili per ogni singola persona, al recupero di salute e al mantenimento dei diritti, garantendo ai pazienti, inseriti a vario titolo giuridico nella REMS, piani individualizzati di cura aventi come obiettivo finale il reinserimento sociale e la continuità del trattamento nel territorio.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

“Ti porto con me alla Casa di Paolo”

Pubblicato

il

San Cataldo – Le Agende Rosse – Gruppo di San Cataldo “Antonino e Stefano Saetta” organizzano un evento per ricordare l’impegno del Giudice Borsellino e per riaffermare i valori della legalità e dell’antimafia quali patrimonio condiviso di tutta la società civile. La manifestazione, dal titolo “Ti porto con me alla Casa di Paolo”, si svolgerà il prossimo venerdì 1 marzo alle ore 17.30 presso l’auditorium “G. Saporito” in corso Vittorio Emanuele n.179 a S. Cataldo; il programma prevede momenti di discussione e riflessione – anche alla presenza dei rappresentanti istituzionali – con momenti di partecipazione, interventi artistici.

L’evento ha ottenuto il patrocinio delle locali Amministrazione Comunale e Banca di Credito Cooperativo “G. Toniolo” e San Michele; in programma gli interventi del Sindaco di San Cataldo, Gioacchino Comparato, dell’ex magistrato Ottavio Sferlazza (già Procuratore capo della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria), del cantautore Leonardo Pastorello e dell’attrice Liliana Carletta. Ospite d’onore sarà Roberta Gatani, nipote del giudice Borsellino ed autrice del libro “Cinquantasette giorni – ti porto con me alla Casa di Paolo”.

Il libro racconta dei giorni che separano la strage di Capaci – in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta – dalla strage di via d’Amelio, in cui persero la vita Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Il libro racconta anche della quotidianità alla “Casa di Paolo”, un centro per i ragazzi del quartiere della Kalsa di Palermo nato nel 2015 per volontà di Salvatore Borsellino e diretto da Roberta Gatani.

Sono state invitate le Autorità locali ed è stato curato anche il coinvolgimento degli studenti degli Istituti cittadini e dei giovani sancataldesi in generale; tutta la cittadinanza è invitata a partecipare anche perché è previsto l’intervento da parte del pubblico per un proficuo dibattito sui temi affrontati durante la serata. L’evento, infatti, ha lo scopo di ricordare l’importanza del contributo di ciascun cittadino, nella quotidianità di tutti i giorni, può e deve garantire nella lotta alle mafie e nel contrasto all’illegalità.

Continua a leggere

Attualità

L’ispettore gelese Turco trasferito a Niscemi

Pubblicato

il

Nuovo arrivo al Commissariato di Polizia di Niscemi: si tratta del gelese Michele Turco, proveniente dalla Questura di Enna, che si occuperà dei servizi operativi. L’ispettore, oggi, è stato accolto dal Questore di Caltanissetta Pinuccia Albertina Agnello e dal Dirigente del Commissariato della cittadina niscemese, Vice Questore Alessandro D’Arrigo.

Continua a leggere

Attualità

I nuovi ufficiali della GdF

Pubblicato

il

 Caltanissetta- Stamane, nella sala convegni della Caserma “Cap. Enrico Franco”, si è tenuta la cerimonia del giuramento individuale di fedeltà alla Repubblica Italiana di quattro Sottotenenti di complemento, cinque sovrintendenti neo promossi vincitori di un concorso interno riservato agli appartenenti al Corpo, e quattro neo finanzieri assegnati negli scorsi mesi al Comando Provinciale Caltanissetta.

Davanti alla Bandiera Italiana e al Comandante Provinciale, Col. Stefano Gesuelli, hanno prestato solenne giuramento, rinnovando il proprio impegno all’osservanza della Costituzione e delle leggi e all’adempimento, con disciplina e onore, dei doveri derivanti dallo status di militari per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere Istituzioni, i sottotenenti Filippo GALESI, Adolfo LA PLACA, Franco Fabrizio MINARDI, Giuseppe VILARDO, i sovrintendenti Davide Angelo GOTTI, Biagio M. NCIOSIA, Marco PARISI, Francesco PETTA e i Finanzieri Concetta CIVALE, Gennaro CECERE, Lucrezia PERNISCO e Stefano SCHIRINZI.

Nel corso della cerimonia, il Comandante Provinciale ha sottolineato che, con il nuovo giuramento di fedeltà alla Repubblica e ai principi di disciplina ed onore, i neo-promossi rinnovano in maniera più fervida e sostanziale l’adesione all’insieme dei valori più profondi racchiusi nel patrimonio etico del Corpo, per proseguire con nuovo slancio nelle attività di servizio a tutela dei cittadini, delle Istituzioni e dell’economia legale.

La cerimonia è proseguita con la consegna delle benemerenze. In particolare sono state consegnate: la Medaglia Militare al Merito di Lungo Comando al Ten. Col. Antonino SCIABARRÀ, Comandante del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Caltanissetta, le Medaglie al Merito di Lungo Comando ai Luogotenenti Cariche Speciali Salvatore LI VECCHI, Calogero LO VETERE e Michele MATRASCIA.

Il Lgt. C.S. MATRASCIA, di recente posto in concedo per raggiunti limiti di età, è stato Capo della Sezione Tutela Economia, del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria.  Nel corso della sua carriera ha sempre fornito ai suoi superiori e colleghi un incondizionato apporto umano e di capacità professionale, sempre improntato alla correttezza, alla trasparenza nei confronti della cittadinanza e ad una impareggiabile preparazione professionale che lo hanno reso un punto di riferimento per tutti i componenti del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria.

L’Ispettore ha eseguito in prima persona numerose e importanti operazioni di servizio nel contrasto agli illeciti economico-finanziari, distinguendosi per professionalità, correttezza ed abnegazione, che negli anni gli sono valsi importanti e ripetute manifestazioni di compiacimento ed attestazioni di stima da parte dei superiori e per le quali, proprio nel corso dell’odierna cerimonia, è stato insignito di una ricompensa morale. A contorno della cerimonia sono state consegnate altre ricompense per lodevole comportamento e particolare rendimento in servizio al Tenente Ruben GRAVANTE, ai Luogotenenti C.S., Salvatore LI VECCHI, Domenico Renato FALCONE, Antonino POLIZZI, al Maresciallo Capo Alessandro SCAGLIOSO, al Brigadiere Paolo MESSINA e                        all’ Appuntato Scelto Qualifiche Speciali ARMENIA Giovanni tutti in forza al Nucleo di Polizia Economico Finanziaria ed al Gruppo di Caltanissetta

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852