Seguici su:

Flash news

La falsa morale della giunta-Greco…

Pubblicato

il

La vergogna emersa dalle foto relative all’evento “In Vino Ghelas“, inserito nel cartellone degli spettacoli dell’Estate Gelese a cura dell’assessorato allo sport, turismo e spettacolo del Comune di Gela, e che sono state rese pubbliche dalla pagina satirica “Se i Quadri potessero parlare gelese, senza censura…”, stanno facendo impietosamente il giro dei social e, francamente, una seria riflessione va fatta!

Da un lato, infatti, abbiamo una amministrazione comunale che invita, con post personali su facebook di vari assessori, la popolazione gelese a vaccinarsi. Dall’altro c’è un assessore che replica, in appena una decina di giorni, un evento che si svolge senza alcun rispetto delle norme minimali per la lotta al Covid.

Quelle foto, purtroppo, sono impietose e fanno rilevare come una massa incredibile di giovani fossero ammassati l’un l’altro, senza distanziamento alcuno e senza la protezione delle mascherine. Foto che altrove avrebbero fatto scattare l’indignazione popolare, soprattutto se riguardano una città che ha pagato un prezzo altissimo alla pandemia da Covid-19 e continua ad avere un numero quotidiano di nuovi contagiati assai alto e preoccupante.

La stessa politica, se a Gela ci fosse una classe politica almeno semi-seria, avrebbe dovuto saltare dalla sedia e chiedere conto e ragione di ciò che è accaduto. E invece, il nulla cosmico! Qualche cittadino che ha manifestato il suo disappunto sui social, la stampa locale che si è guardata bene dall’evidenziare la vicenda. E poi, dulcis in fundo, il silenzio assordante della politica locale.

Di destra, di sinistra, di centro, di maggioranza e di opposizione! Tutti per uno e uno per tutti! Dove l’uno, chiaramente, non è la città. Alla quale Lor Signori dovrebbero guardare sempre ed alla quale dovrebbero dedicarsi in ogni istante delle loro giornate. La città langue. Strade scassate e lavori in corso lasciati a metà. Munnizza piedi piedi, per le strade cittadine, mentre mezza Sicilia continua allegramente a scaricare pattume a Timpazzo.

Curva pandemica che non scende e numeri dei contagiati sempre altissimi. E poi le scene riprese dalle foto postate dai Quadri che confermano, sostanzialmente, un aspetto disarmante: la città è stata lasciata alla deriva più totale…

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

“Una fetta di felicità”, evento solidale del Lions club Butera e Terre federiciane

Pubblicato

il

Evento solidale dedicato ai bambini dell’istituto Suore francescane di Butera: “Una fetta di felicità”, così è stata intitolata l’iniziativa del Lions club Butera e Terre federiciane presieduto da Angela Testa. Hanno preso parte all’appuntamento anche le socie del club lionistico.

I bimbi sono stati portati in pizzeria per una serata di divertimento e spensieratezza, ospiti del club che continua ad essere molto presente nel territorio buterese con diversi appuntamenti di solidarietà e promozione della socialità. 

Continua a leggere

Flash news

Irti capogruppo Dc

Pubblicato

il

“Anche a Gela importante città troppo spesso dimenticata dalla Politica ,la democrazia Cristiana ha il suo gruppo in consiglio comunale dimostrando la presenza in tutti i territori. La democrazia Cristiana farà anche in questo importante Consiglio comunale valere le ragioni al servizio della comunità” : lo ha dichiarato il segretario regionale della Dc Cirilllo.

Il commissario cittadino Giuseppe Licata è sicuro che la Dc saprà sempre agire nell’interesse del territorio con il suo gruppo consiliare composto da Armando Irti e Giuseppe Gustella.Al primo l’onere di guidare il gruppo in aula.

Prosegue il percorso di radicamento della DC in tutta la regione. Siamo sicuri che Irti e Guastella sono già pronti ad affrontare le sfide che li attendono, lavorando nell’interesse della gente e creando opportunità di rilancio per la comunità di Gela”, dichiara Licata

Continua a leggere

Flash news

Caso Rekeep – Asp: interviene l’Ugl

Pubblicato

il

L’Ugl affronta il caso dell’appalto di pulizia dei locali dell’Asp nel territorio provinciale. Il 30 marzo scorso l’Asp ha approvato una delibera con la quale si prende atto dell’anagrafica tecnica ai fini dell’erogazione delle attività supplementari.

Ma all’Ugl è giunta notizia che la società Rekeep abbia contestato
i contenuti di quella delibera poiché, a suo dire, la stessa risulta essere falsata nella parte che riguarda l’anagrafica immobiliare atta a determinare le superfici interessate in cui cui viene espletato il servizio appaltato.


Tutto ciò provoca una inerzia ed un malessere importante a discapito dei servizi e dei lavoratori che operano in detta realtà aziendale.
Poiché l’Ugl interviene al solo fine di tutelare gli interessi dei lavoratori e delle
lavoratrici, ancor prima di intraprendere le dovute azioni contro Rekeep, colpevole della non applicazione della deliberazione di ASP, ha richiesto alla Committenza un incontro sindacale urgente al solo fine di appurare le verità delle notizie, nella considerazione del fatto che le deliberazioni della Committenza vanno applicate a pena direscissione contrattuale, e ciò al fine di garantire la giusta efficienza del servizio; ogni eventuale contenzioso poi, non deve mai passare in capo ai lavoratori e le lavoratrici, ma si dovrà definire nelle giuste sedi competenti dopo aver ottemperato alle disposizioni di ASP, anche perché aprescindere da ogni deliberazione, il servizio è attualmente espletato seguendo le precedenti
condizioni contrattuali e antieconomiche, nelle aree cui oggi verte la contestazione di Rekeep.
“L’ UGL non permetterà mai che i lavoratori e le lavoratrici vengano ad essere utilizzati da chicchessia come teste d’ariete per alzare il prezzo di una presunta controversia tra ASP e Rekeep – si legge in una nota sindacale- ma si impegnerà affinché vengano rispettati i loro diritti a partire dall’applicazione dellacitata deliberazione di ASP, di cui si ritiene che sia e migliorativa in prospettiva di una nuova formulazione economica contrattuale, successivamente si potranno valutare tutti gli altri eventuali aggiustamenti qualora fossero accertate le contestazioni della Ditta appaltatrice”.


Il Segretario generale dell’UGL provinciale Andrea Alario ed il Vicesegretario dell’UGL
provinciale Filippo Crucillà hanno fatto pervenire, lo scorso 16 luglio, una nota
all’Amministrazione dell’ASP di Caltanissetta, con la quale hanno chiesto oer venerdì mattinal’incontro sindacale
urgente per disquisire sulle argomentazioni descritte.
Inoltre, Alario e Crucillà rappresentano che, ogni azione di protesta da realizzarsi in questaprecisa circostanza risulterebbe essere fuori luogo e inopportuna, ancor prima che non vi sia stato
il confronto sindacale con la committente .

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852