Seguici su:

Attualità

La scuola tra dubbi e incertezze: «Il vaccino agli insegnanti doveva essere una priorità»

Pubblicato

il

Continua il balletto costante sulla scuola. Mentre l’amministrazione comunale fa sapere che (almeno) fino al 20 gennaio gli istituti di ogni ordine e grado resteranno chiusi e si continuerà in Dad, a livello nazionale tiene banco la questione del vaccino agli insegnanti, con tutte le incertezze del caso. C’è chi sostiene, come la ministra Lucia Azzolina, che bisogna considerarli una categoria a rischio e quindi prioritaria nella somministrazione del siero anti-Covid e chi invece, come il commissario per l’emergenza pandemica Domenico Arcuri, ritiene che il vaccino ai docenti potrà essere somministrato in questa prima fase della campagna solo in caso di un aumento della disponibilità di dosi. Un traguardo utopistico, perché proprio ieri è stato annunciato un taglio del 29% nella fornitura del vaccino Pfizer-BioNTech relativa alla prossima settimana. Fino a che punto, dunque, la scuola in Italia è una priorità? Se lo chiedono in tanti e il dibattito è costante sui social, dove anche gli addetti ai lavori della città intervengono facendo emergere le loro perplessità.

L’insegnante di sostegno Denise Romano sottolinea come «nessuno ha pensato di dare la possibilità almeno agli insegnanti più anziani di fare il vaccino ora. Istruzione all’italiana. Non è vero che la scuola è una priorità. Perché se lo fosse qualcuno ci penserebbe davvero». «Una settimana in Dad, poi due in presenza, poi di nuovo un’altra in Dad e due in presenza, ma state in allerta perché potrebbe suonare la sirena che annuncia che tra poche ore saremo di nuovo a casa», è l’ironico commento di un’altra insegnante, Tiziana Vella. Che aggiunge: «Se cercate un modo per stare in equilibrio, affrettatevi gente, perché ce la stanno mettendo tutta per farci impazzire». Anche sulla scuola si continua a navigare a vista, tra dubbi e incertezze, mentre l’attività didattica prosegue online grazie al sacrificio e alla responsabilità di docenti e studenti. Gli alunni con Bes o altre forme di disabilità gravi frequentano in presenza, seguiti dai loro insegnanti di sostegno con un’esposizione vicendevole al rischio che per il governo, a quanto pare, è poca cosa.  

(Nella foto d’archivio, l’istituto “Morselli” di Piano Notaro: le scuole superiori sono in Dad dallo scorso ottobre, ad eccezione delle sole attività laboratoriali)

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

“Settimana della sicurezza e delle legalità”

Pubblicato

il

La Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri di Gela, hanno incontrato gli alunni dell’istituto Comprensivo Giovanni Verga nell’ambito del progetto di educazione Civica “La settimana della sicurezza e delle legalità”.

Dopo l’incontro con il Commissario della Polizia di Stato, Filletti e il Capitano dell’Arma dei Carabinieri, Mangione, i bambini della scuola dell’infanzia hanno potuto vedere da vicino i mezzi delle Forze di Polizia, posando per delle foto ricordo.

Continua a leggere

Attualità

Il profilo personale e politico di Di Stefano a Lo dico alla radio

Pubblicato

il

Sarà Terenziano di Stefano in corsa alle prossime elezioni Amministrative per il ruolo di sindaco di Gela, il protagonista dell’odierna puntata di Lo dico alla radio in onda alle 18:40; insieme a lui, in studio, il supporter Giuseppe Gallo.

Sarà tracciato, nelle ultime puntate che precedono le votazioni, il profilo personale e politico dei cinque candidati che potranno interagire con gli ascoltatori e rispondere alle domande che saranno formulate nelle chat delle piattaforme del programma.

Previsto un affondo sul programma politico, prospettive e strategie per raggiungere gli obiettivi fissati a breve, medio e lungo termine.

“Lo dico alla radio” condotto dalla giornalista Fabiola Polara sarà come sempre on air sulle frequenze di Radio Gela Express e Radio Vittoria Express e in diretta streaming sulle pagine social di Radio Gela Express, il Gazzettino di Gela, Hermes Tv e Radio Vittoria Express.

E’ possibile partecipare al programma come ospiti, scaricando e compilando l’apposito modulo sul sito de ilGazzettinodiGela.it e inviarlo tramite pec a info@ilgazzettinodigela.it.  

Continua a leggere

Attualità

Il Lions di Niscemi dona la Campana della Vita al reparto di oncologia

Pubblicato

il

Nel reparto di oncologia dell’ospedale Vittorio Emanuele c’è adesso la Campana della Vita. Un dono del Lions club di Niscemi, presieduto da Francesco Montalto, che ha voluto arricchire il reparto con questo nuovo segno di speranza: la campana verrà infatti suonata ogni volta in cui un paziente concluderà il suo percorso di terapia: “Rintocchi, suon di gioia, note di vita” si legge nel quadretto donato dal club, sul quale è posta la campana.

Una piccola cerimonia svolta alla presenza del governatore del distretto Lions 108yb Daniela Macaluso. Ad accogliere la donazione è stata la Farc&C presieduta da Angela Lo Bello, da sempre impegnata nelle attività di volontariato in reparto, dal direttore dell’Uoc Roberto Valenza e dal direttore sanitario di presidio Valeria Cannizzo.

Ad organizzare l’iniziativa Isabella Gueli, socia del club, con cui è forte il rapporto di collaborazione come confermato anche dalla donazione di parrucche per le pazienti che si sottopongono alla terapia. Presenti ovviamente i volontari dell’associazione e gli infermieri del reparto.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852