Seguici su:

Attualità

Limitazioni per le imprese in zona gialla, arancione e rossa da rivedere

Pubblicato

il

Il presidente di AscomSicilia Francesco Trainito fa un’analisi della situazione dei contagi in Sicilia e degli effetti sull’economia e lancia una proposta.
“Dalle notizie che giungono sui contagi, in Sicilia – dice Trainito – ci si appresta ad un nuovo periodo di limitazioni. Pur lasciando una certa libertà, la zona gialla avrà ripercussioni su alcune tipologie di attività (ristorazione, eventi, con tutte le attività collegate, sale giochi, discoteche ecc). Gli imprenditori, dopo un periodo di relativa serenità, tornano all’incubo di vedere in pericolo il proprio futuro.
Non si potranno più sostenere economicamente altre limitazioni che porteranno, sicuramente, alla chiusura della maggior parte delle imprese”
” Si dovranno modificare – propone – le limitazioni inserite nelle zone Gialle, Arancioni e Rosse tenendo conto delle nuove disposizioni, in modo particolare sulla vaccinazione, che, quando sono state istituite le varie fasce, non erano presenti. Le imprese oggi sono il luogo più sicuro dove vengono rispettate tutte norme, tenere la mascherina indossata, disinfettarsi le mani, osservare il distanziamento, perché sotto il diretto controllo dei responsabili delle imprese. Non si possono più sopportare le notizie di rave party con migliaia di partecipanti senza il rispetto delle più elementari norme sul contenimento del contagio, di feste private con centinaia di partecipanti, di concerti con migliaia di spettatori, assembramenti ovunque e qualsiasi comportamento atto ad aumentare i contagi. Non si capisce come ancora le vittime predestinate all’aumento dei contagi, oggi ricoveri e terapie intensive, siano sempre e solo le imprese. Non si può più pagare la mancata possibilità, da parte delle istituzioni, del controllo del territorio.
E’ giusto sanzionare chi non rispetta le più elementari norme per evitare il contagio ma deve valere per tutti: imprese sia esse pubbliche o private e cittadini”
“Siamo davvero stanchi, esausti, demotivati, scoraggiati perché sono sempre le imprese a pagare per l’imprudenza e l’inciviltà di troppi irresponsabili. Chiediamo un forte giro di vite nei controlli sui comportamenti, del rispetto dei diritti altrui che vengono sopraffatti dall’arroganza di chi, forse, non si preoccupa del danno che tali atteggiamenti hanno sull’economia del nostro paese. Sono necessari controlli serrati e continui sul comportamento della popolazione se si vuole uscire al più presto da questa continua altalena di aperture e limitazioni”- conclude.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Adozione di spazi publici: nuovo bando ma si va a rilento

Pubblicato

il

L’amministrazione comunale ci prova ancora a chiedere a cittadini, associazioni, parrocchie, attività economiche di adottare rotatorie, fontane, giardini e parchi giochi. In realtà, dopo che nel 2000 il consiglio comunale ha approvato il regolamento e i cittadini hanno risposto al bando, nessuno ha avuto finora l’affidamento richiesto. Ora un nuovo bando per 13 rotatorie ed otto giardini. Adottare ha un costo per chi sceglie di farlo che non è indifferente perché ogni tipo di spesa va a carico del richiedente che nulla può richiedere alla pubblica amministrazione da quando ottiene l’affido. Il Comune, insomma, si libera di pesi notevoli, dietro il principio di promuovere la cittadinanza attiva. Eppure chi ha chiesto   l’affido  non lo ha ancora avuto. Anche in questo caso lungaggini a non finire.

Continua a leggere

Attualità

Entro fine giugno la Srr avrà il nuovo presidente

Pubblicato

il

Le recenti elezioni amministrative in provincia di Caltanissetta hanno avuto una conseguenza sull’assetto dirigenziale della Srr. Il posto lasciato vacante dal sindaco uscente di Butera, Filippo Balbo , che ha ricoperto la carica di presidente, deve essere ricoperto. Il direttore della Srr ha indetto l’ assemblea dell’ ente per il 29 giugno per la costituzione del consiglio di amministrazione. Successivamente, e si prevede per il 30 giugno, sarà il CdA ad eleggere il nuovo presidente. In lizza ci sono I sindaci di Sommatino,Mazzarino ed il nuovo sindaco di Butera Zuccala’.

 La S.R.R., società per la regolamentazione del servizio dei rifiuti, dovendo svolgere un’attività che ha ricadute certe sul piano istituzionale (articolo 32 e 9 della Costituzione) ha la struttura di una società per azioni, in cui la funzione di realizzare un utile economico è comunque un dato caratterizzante la sua costituzione. Inoltre, l’attività di impresa della S.R.R. si caratterizza per una serie di prestazioni che, per statuto, è impostata su criteri di economicità, ravvisabili nella tendenziale equiparazione tra i costi ed i ricavi, per consentire la totale copertura dei costi della gestione integrata ed integrale del ciclo dei rifiuti

Continua a leggere

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Essere protagonisti delle scelte. Segui su www.radiogelaexpress.it

Pubblicato

il

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852