Seguici su:

Flash news

Mister preferenze Angelo Caci:”non esistono i miracoli ma le competenze e il duro lavoro”

Pubblicato

il

Il consigliere più votato in assoluto, il re delle preferenze Angelo Caci (1100 voti alla prima candidatura) non è un mistero che aspiri alla presidenza del consiglio comunale. Eletto nella lista Cosentino Sindaco, l’ing Caci affida ai social la sua riflessione sulla politica, sulla necessità che si abbattano le appartenenze per lavorare tutti per la città. Ma c’è anche la critica sui primi segnali che arrivano da chi governa la città.Ecco cosa scrive:

“Il consiglio comunale che vorrei rappresentare, non dovrebbe avere appartenenze politiche, a mio avviso non dovrebbe avere né minoranza o maggioranza, ma tutti i consiglieri eletti dovrebbero avere un’unica maglia, quella della nostra Città che siamo stati chiamati a rappresentare.  Osservando le prime azioni amministrative, mi danno l’impressione che piuttosto che far prevalere l’interesse a risolvere concretamente le tematiche più urgenti, mi sembra un susseguirsi di incontri, finalizzati solo a definire ruoli, incarichi, futuri assessori, la carica del presidente del consiglio, la Ghelas, i sottogoverni, etc.. assegnazioni che nulla hanno a che fare con le esigenze e le priorità della Città, ma semplicemente finalizzate e strumentali a tenere su il precario equilibrio, tra la maggioranza e i suoi  partiti.

Le prime fasi amministrative sono a mio avviso le più importanti perché dovrebbero servire ad un’ amministrazione di buon senso a  definire gli obiettivi e le priorità della nostra Città così da poter individuare successivamente i profili più idonei a risolvere le criticità di una macchina amministrativa paralizzata. Non si può invertire la questione, non si può pensare di affidare incarichi con scarsa attinenza e competenza alle funzioni da svolgere e poi sperare come sempre nel miracolo. Non esistono i miracoli, esistono le competenze ed il duro lavoro, fatto con serietà ed interesse collettivo.

Personalmente prenderò  immediatamente le distanze da una politica che intenderà agire con  specifiche modalità e facendo scelte amministrative in continuità con logiche del passato.

La mia azione da consigliere dovrà essere chiara per tutti, sarà SI per tutte le azioni amministrative che comportano il benessere della Città e del Cittadino, sarà NO alla politica degli inciuci, delle spartizioni, degli incarichi agli amici, ad una politica che metterà nelle sue priorità gli individualismi piuttosto che il bene comune. Sarà mia cura vigilare su ogni atto di Giunta o Consiglio e lo farò in primis nel rispetto dei cittadini che mi hanno sostenuto.Mi auguro di sbagliarmi ma il buongiorno si vede dal mattino…”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

I finanziamenti dell’area di crisi mercoledì in Commissione industria al Senato

Pubblicato

il

La nona Commissione (Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare) del Senato tratterà in apertura della seduta di mercoledì il caso dei finanziamenti dell’area di crisi di Gela.

Un tema su cui il senatore Pietro Lorefice ha presentato un’interrogazione mirata ad avere notizie sul secondo bando di Invitalia e quali e quanti progetti di nuove attività imprenditoriali hanno superato la selezione e sono stati finanziati. L’accordo di programma sull’area di crisi di Gela scade per la seconda volta ad ottobre ma risultati tangibili nel territorio non ne prodotti.

Continua a leggere

Attualità

Il parcheggio Arena e la vita da Cenerentola dei cittadini gelesi

Pubblicato

il

La chiusura del parcheggio Arena a mezzanotte non piace ai cittadini.

Significa costringere i cittadini a lasciare i locali pubblici prima di quell’ora o a interrompere la passeggiata al Lungomare per tornare a casa come Cenerentola cioè prima di mezzanotte. In una città di mare la sera si esce sempre molto tardi. Ogni cittadino dovrebbe essere libero di tornare a casa quando vuole. Un parcheggio con questo orario sopratutto nel fine settimana non è adatto assolutamente ad una città che aspira ad attirare turisti.

La richiesta che si leva dalla città è che il parcheggio pubblico a pagamento sia aperto h24. Come in ogni città normale .

Continua a leggere

Flash news

La proposta di Caci al consiglio:non si vive di politica.Rinunciamo per 5 anni al gettone di presenza

Pubblicato

il

L’ing Angelo Caci non ha ancora prestato giuramento come consigliere perchè assente alla prima seduta ma ha già deciso cosa proporre nella sua prima mozione.

“La mia prima mozione da consigliere comunale – dice- avrà l’obiettivo di proporre a tutto il consiglio comunale la rinuncia all’incasso dei gettoni di presenza che dovremmo percepire durante i prossimi 5 anni di amministrazione. Il gesto ritengo deve essere significativo per due questioni molto semplici: la prima dimostrare con i fatti che nei prossimi 5 anni si vuole mettere in atto una politica di passione, rinuncia e sacrificio, le stesse che si chiedono ogni giorno ai cittadini, questo sarebbe un primo passo necessario per dimostrare il buon esempio.
Il secondo poter contribuire con le somme recuperate nei prossimi 5 anni, circa 800 mila euro, a realizzare uno o più progetti sociali. Esempio: migliorare il parco giochi dei bambini a Macchitella, realizzare la copertura del Vincenzo Presti, di altre strutture sportive o altro che si ritenesse più significativo dal punto di vista sociale”

“Chiaramente con tutto il consiglio comunale unito, valuteremo le procedure e gli atti amministrativi per perseguire l’obiettivo.Iniziamo così, proviamo a dare un segnale forte e chiaro alla nostra Città, certo che tutto il consiglio comunale saprà rispondere positivamente”- aggiunge sottolineando che la proposta è valida, anche per gli assessori ed il sindaco.

Secondo Caci “non si deve vivere di politica e la stessa non dovrà mai essere un alternativa al posto di lavoro”

“Aggiungo, non venite a raccontarmi che il gettone è irrinunciabile, perché si può incassare e poi devolvere, le soluzioni amministrative in tal senso sono già consolidate”- conclude.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852