Seguici su:

Flash news

Nuovo scontro nella maggioranza tra il forzista Romano e il movimento del sindaco

Pubblicato

il

Ancora scontri interni nella maggioranza e ancora una volta tra il movimento del sindaco “Un’ Altra Gela ” e il consigliere forzista Carlo Romano.Qurst’ultimo in una nota hs ritenuto carente l’azione dell’amministrazione Greco nel campo dell’agricoltura e ha chiesto provocatoriamente se fosse necessario nominare qualche altro superconsulente per vedere qualche risultato.La risposta dell’intero gruppo di Un’Altra Gela è arrivata subito con l’accusa a Romano di aver perso la bussola, di non ricordare che fa parte della maggioranza. “Il consigliere Romano appare ancora una volta, confuso nel suo ruolo di componente di maggioranza, che ha autorevoli esponenti nel governo della città.Non trova di meglio da fare che attaccarla, anziché sostenerla con preziosi suggerimenti nelle tematiche ad oggi più spigolose ed importanti per la città, come il servizio rifiuti e la necessità di una regolare distribuzione idrica. Per il comparto dell’agricoltura, tanto è stato fatto in stretto contatto con l’assessorato regionale competente, tra l’altro guidato da Forza Italia” “Anche ora – replica Romano-  mi vengono impartite lezioni su come deve essere il perfetto consigliere di maggioranza , dovrei soffocare al buio ed in silenzio. Ho trattato uno dei punti più importanti del programma di questa maggioranza , spinto soprattutto dalle richieste di tanti operatori che lavorano nel mondo agricolo. I cittadini me lo hanno chiesto. Ho solo chiesto un assessorato alla Agricoltura adeguato. Ritengo  opportuno, inoltre,  considerare la necessità di avere un assessorato alla trasparenza e alla legalità con delega alla attuazione del programma.
È un peccato non conoscere quali punti del programma ancora non sono stati realizzati. Un programma a cinque o dieci anni l’importante è che si realizzi”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Cronaca

Auto rubata e pistola illegale: la Gdf arresta un ventitreenne

Pubblicato

il

Nei giorni scorsi, i Finanzieri del Gruppo della Guardia di Finanza di Gela hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un ventitreenne per il reato di detenzione illegale di un’arma da sparo.


Nel corso di un servizio di controllo economico del territorio, le Fiamme Gialle hanno individuato un’autovettura ferma in sosta lungo una strada isolata dell’agro di Niscemi.

Alla vista della pattuglia, chi era in auto si è dato alla fuga a piedi, cercando di occultarsi in un campo coltivato nelle vicinanze.
I militari hanno proceduto immediatamente ad intimare l’alt e al contestuale inseguimento del giovane che, all’altezza di una vasca per la raccolta delle acque, vi ha lanciato una pistola detenuta nei pantaloni.
Una volta raggiunto, il fuggitivo è stato prontamente bloccato. Poco dopo, è stata recuperata anche l’arma, un revolver marca Smith&Wesson mod. 686, carico con 6 cartucce calibro 357 Magnum.

La successiva perquisizione dell’autovettura, risultata oggetto di furto, ha permesso di rinvenire due maschere in plastica e tessuto, due passamontagna e una tuta da lavoro.
Il giovane è stato recluso nel carcere di Gela.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852