Seguici su:

Attualità

Quaranta artisti in mostra a Modica

Pubblicato

il

Modica – Domenica 3 dicembre alle ore 17.30 verrà inaugurata a Modica la seconda edizione della mostra SUPERSACCA. Il titolo del progetto, lanciato per la prima volta tre anni fa da Giovanni Scucces, lega il carattere “eccezionale” dell’iniziativa al nome della sua galleria d’arte (SACCA, appunto), per l’occasione in versione extralarge! Infatti, saranno oltre 40 gli artisti presenti in mostra con una o più opere.

Una collettiva fortemente voluta per coinvolgere e mettere in relazione un cospicuo numero di artisti, anche di generazioni diverse, sia promossi abitualmente dalla galleria che coinvolti già in altre occasioni o invitati per la prima volta. In questa maniera sarà possibile presentare, in un colpo solo, un ampio ventaglio di espressioni artistiche, stili, ma anche temi estremamente diversi, frutto di percorsi parecchio variegati. Un modo per fare rete attraverso l’attivazione di collaborazioni di qualità fra nomi noti e giovani promettenti, ma anche fra ambiti territoriali differenti.

Inoltre, per rendere l’arte più accessibile e ampliare la platea degli art lovers, è stato chiesto agli artisti invitati di partecipare con delle opere che verranno proposte al pubblico a un costo limitato (da 500 euro in giù). Un’occasione imperdibile per fare un tuffo nell’arte di oggi e magari trovare l’opera giusta per impreziosire la propria collezione o caratterizzare i nostri ambienti.

I 43 artisti in mostra sono: Ilde Barone, Orazio Battaglia, Andrea Mario Bert, Giuseppe Bombaci, Sandro Bracchitta, Davide Bramante, Daniele Cascone, Rita Casdia, Claudio Cavallaro, Luigi Citarrella, Giulia Conoscenti, Giuseppe Costa, Alfredo Covato, Demetrio Di Grado, Giorgio Distefano, Emilia Faro, Franco Fratantonio, Cristina Gardumi, Lorenzo Gnata, Loredana Grasso, Francesco Levoni, Andrea Mangione, Marco Mangione (Gummy Gue), Marilina Marchica, Dario Nanì, Carmelo Nicotra, Francesca Nobile, Riccardo Paternò Castello, Ettore Pinelli, Maurizio Pometti, Linda Randazzo, Francesco Rinzivillo, Salvo Rivolo, Piero Roccasalvo Rub, Manlio Sacco, Gabriele Salvo Buzzanca, Alessia Scarso, Federico Severino, Chiara Sorgato, Alice Valenti, Giuseppe Vassallo, Giovanni Viola, Vlady Art.

La scelta del titolo non è casuale. Riportando le parole del curatore Scucces, “Super può essere sia aggettivo che prefisso. Può esprimere sia qualcosa fuori dell’ordinario, quindi di eccezionale, ma anche di opulento. Infatti, non è certamente consueto vedere una mostra con oltre 40 artisti (di rilievo e giovani talenti) all’interno di una galleria. Inoltre, questa “sovrabbondanza” ci dà la possibilità di presentare unitariamente una notevole quantità di lavori contraddistinti da una grande varietà di supporti e tecniche, realizzati sia da artisti con cui la galleria collabora abitualmente che da nomi noti o nuovi che, in molti casi, si distinguono all’interno della scena artistica contemporanea, in Italia e all’estero”.

La mostra, con ingresso gratuito, potrà essere visitata fino al 13 gennaio, dal martedì al sabato, secondo i consueti orari di apertura o su appuntamento. Nella giornata inaugurale ci sarà l’occasione di conoscere anche alcuni degli artisti invitati. Inoltre, particolarità di questa mostra, oltre a poter opzionare le opere esposte, si avrà la possibilità di portare via sin da subito i propri lavori preferiti.

Artisti: Ilde Barone, Orazio Battaglia, Andrea Mario Bert, Giuseppe Bombaci, Sandro Bracchitta, Davide Bramante, Daniele Cascone, Rita Casdia, Claudio Cavallaro, Luigi Citarrella, Giulia Conoscenti, Giuseppe Costa, Alfredo Covato, Demetrio Di Grado, Giorgio Distefano, Emilia Faro, Franco Fratantonio, Cristina Gardumi, Lorenzo Gnata, Loredana Grasso, Francesco Levoni, Andrea Mangione, Marco Mangione (Gummy Gue), Marilina Marchica, Dario Nanì, Carmelo Nicotra, Francesca Nobile, Riccardo Paternò Castello, Ettore Pinelli, Maurizio Pometti, Linda Randazzo, Francesco Rinzivillo, Salvo Rivolo, Piero Roccasalvo Rub, Manlio Sacco, Gabriele Salvo Buzzanca, Alessia Scarso, Federico Severino, Chiara Sorgato, Alice Valenti, Giuseppe Vassallo, Giovanni Viola, Vlady Art.

Apertura al pubblico: dal martedì al sabato ore 16.30 – 19.30 e le mattine di martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10.30 alle 12.30. Gli altri giorni e fuori orario su appuntamento

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Il presidente Schifani ha annunciato che Gela avrà il suo nuovo ospedale

Pubblicato

il

Il presidente Schifani ha annunciato che  Gela avrà il suo nuovo ospedale.

Lo ha detto il presidente della Regione, Renato Schifani, oggi in Prefettura a Siracusa, a margine dell’insediamento del tavolo tecnico per gli interventi sul depuratore consortile di Priolo Gargallo, alla presenza del nuovo direttore generale dell’ Asp Alessandro Caltagirone, primo ideatore del progetto e da 20 giorni transitato dall’ Asp di Caltanissetta a quella di Siracusa.

In questo modo ha cercato di fugare ogni dubbio sull’ ospedale di Gela dopo le notizie sconfortante degli ultimi giorni che davano per spacciato l’ambizioso progetto.

Il nuovo ospedale comprensoriale dovrebbe servire la parte sud della provincia di Caltanissetta con una serie di specialistiche dedicate al bacino di utenza di parte del territorio.

«Sulla realizzazione del nuovo ospedale di Siracusa andiamo avanti con uno stanziamento aggiuntivo di 100 milioni di euro. Abbiamo individuato le risorse necessarie sui fondi residui ex art. 20 della legge 67/88. Il progetto non è stato accantonato. Nonostante la lievitazione dei costi rispetto a quanto originariamente previsto, la Regione è al fianco della comunità siracusana per dotarla di un’infrastruttura sanitaria necessaria a garantire servizi adeguati a tutto il territorio»..

Continua a leggere

Attualità

Presentata la prima edizione del premio artistico-letterario “Federica Psaila”

Pubblicato

il

Al via la prima edizione del premio artistico-letterario “Federica Psaila”. Sarà dedicata alla promozione della “cultura dell’unità e della fraternità dei popoli” la manifestazione promossa dall’Associazione Ex Allievi del Liceo classico “Eschilo” e dedicata alla giovane dottoranda gelese, prematuramente scomparsa nel dicembre 2022.

Una ragazza innamorata dello studio, della cultura, della sua terra d’origine e del viaggio, inteso come strumento per conoscere e accogliere, scoprire e amare. Proprio il tema del viaggio e del multiculturalismo dovrà essere approfondito dai partecipanti attraverso le due sezioni proposte dal premio, quella dedicata alla narrativa e un’altra dedicata al fumetto.

«L’impegno e la dedizione di Federica meritano di essere conosciuti da tutti – ha detto la presidente dell’associazione Ex Allievi del Liceo classico, Maria Grazia Falconeri -, ed è per questo che abbiamo deciso di istituire il premio che avrà cadenza biennale». A presiedere le due giurie saranno il preside Corrado Ferro, dirigente del Liceo classico dal 2005 al 2012, e il maestro Giovanni Iudice, pittore di fama internazionale.

Di Valentino Granvillano il lavoro di coordinamento tecnico e inserimento del bando nelle piattaforme dedicate ai concorsi nazionali. La prima edizione del premio è stata presentata questa mattina nei locali del Liceo classico, diretto da Maurizio Tedesco, alla presenza dei familiari di Federica Psaila che hanno partecipato con commozione, sostenendo l’iniziativa e le sue finalità.

(Nella foto d’apertura, da sinistra: Giovanni Iudice, Valentino Granvillano, Maria Grazia Falconeri e Corrado Ferro. Nella foto sotto: i familiari di Federica Psaila presenti alla conferenza stampa; nell’ultima foto, Federica Psaila)

Continua a leggere

Attualità

I lati oscuri del Web: incontro alla Quasimodo

Pubblicato

il

Nell’ambito della sicurezza in rete, l’istituto Quasimodo presieduto dalla dirigente Viviana Morello, ha svolto il suo secondo incontro per suggerire ai giovani sui metodi di difesa per affrontare le insidie del Web.

Nel mondo digitale in continua evoluzione, l’aspetto oscuro del Web continua a suscitare preoccupazione e interrogativi. Per affrontare questo tema complesso, i referenti e la dirigente, hanno deciso di invitare il professore Francesco Pira, nonché direttore del master in comunicazione digitale presso l’Università di Messina, e la dottoressa Viviana Cona, psicologa psicoterapeuta.

Il professore Pira ha evidenziato come il lato oscuro del Web sia caratterizzato da varie sfaccettature, tra cui la presenza di siti illegali e comunità virtuali pericolose. Ha raccontato diversi aneddoti riferiti all’iperrealtà esperenziale, eventi legati ad adolescenti morti suicidi perché pensavano di essere nel virtuale e non nel reale.

Il sociologo Pira ha sottolineato l’impatto di queste realtà oscure sui giovani studenti, dove spesso sono attratti dalla sensazione di ‘proibito’ e dalla curiosità di esplorare territori sconosciuti. Tuttavia, questo può esporli a rischi significativi, come il cyberbullismo, il grooming online e l’accesso a contenuti inappropriati. Il professore ha voluto però sottolineare anche l’importanza della rete per scopi lavorativi e di come il metaverso e l’AI possano aiutarci nella quotidianità.

La dottoressa Cona ha parlato tanto dell’utilità quanto dei rischi legati all’uso improprio dei social, ma, soprattutto, come essi possano creare dipendenza proprio perché il nostro cervello riceve stimolazioni esterne eccessive. La psicoterapeuta ha invitato i ragazzi all’autovalutazione sull’uso dei social e ha aggiunto “quando si ha la percezione della mancanza di controllo bisogna cercare di trovare un rapporto nella vita reale”.

Sono susseguite una serie di domande rivolte dagli studenti agli esperti, le risposte ricevute erano per lo più improntate sull’’importanza di un approccio educativo che insegni ai giovani a navigare in modo sicuro nel mondo digitale. Le scuole, infatti, hanno un ruolo cruciale nell’educare gli studenti sull’uso responsabile della tecnologia e sull’identificazione delle minacce online.

In conclusione, l’indagine condotta da questi esperti mette in luce l’importanza di affrontare con serietà e impegno i rischi legati al lato oscuro del Web, fornendo agli individui gli strumenti necessari per navigare in modo consapevole e sicuro in questo ambiente virtuale complesso.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852