Seguici su:

Flash news

Recovery plan: la proposta dell’Udc

Pubblicato

il

Domani alle 18 si svolgerà in video conferenza la seduta monotematjca richiesta dalla maggioranza sul Recovery planDalla richiesta ad oggi è cambiato il governo.Invitato alla seduta in videoconferenza ministri e deputati nazionali e regionali del territorio. In vista del consiglio ecco la proposta elaborata dall’Udc “Partendo da una analisi più generale – dice il segretario provinciale Silvio Scichilone – ci aspettiamo dal Governo una logica e naturale maggiore collocazione di questi fondi a favore del Sud , non bisogna dimenticare che i tanti miliardi ottenuti dall’Europa arriveranno soprattutto “grazie” alle condizioni critiche proprio del Sud. Nella proposta del precedente Governo solamente il 34% dei fondi era destinato al mezzogiorno. Una scelta miope che farà accrescere ancora di più il divario Nord-Sud. Questa potrebbe essere l’ultima occasione per l’Italia di assumere una visione dello sviluppo nuova, per colmare il forte divario territoriale, per sostenere le aree a basso reddito, con un tasso di crescita basso, con bassi investimenti pubblici, con un alto livello di disoccupazione, con un basso livello di benessere e sostenibilità. Insomma questo Governo ha la responsabilità di creare, finalmente, un’unica Italia economica e sociale.”Oltre una richiesta di destinazione adeguata di somme a favore del Sud – continua Scichilone-  insieme al Coordinatore Cittadino Totò Incardona, all’Assessore Danilo Giordano e agli Amici del Gruppo UDC di Gela – abbiamo elaborato una serie di proposte e di riflessioni per la Città di Gela, una città con grandi potenzialità ma anche con enormi difficoltà di cambiamento, di realizzazione e di implementazione”Gela è una città con un insediamento industriale ricco di un patrimonio professionale ed imprenditoriale di alto livello, con un’area industriale di 128 ettari con un retro porto di notevole dimensione, un porto industriale, una città con un ricco patrimonio archeologico, una città con una zona costiera importante, una città con un consolidato patrimonio agricolo. 
” Nello specifico dei fondi del Recovery Plan -sotyolinea il segretario provinciale- riteniamo prioritario evidenziare al Governo Nazionale l’esiguità delle risorse umane disponibili, in particolare le capacità tecniche e amministrative necessarie nella gestione dei processi, bisogna attuare un serio e veloce programma d’inserimento di figure professionali già formate a supporto dell’attuale personale certamente insufficiente per rispondere, in modo tempestivo ed efficiente alla sfida che ci attende. 
Tra l’altro potremmo candidare Gela come scuola nazionale di formazione per la nuova governance della pubblica amministrazione.
Accanto a questa implementazione di risorse umane vanno inserite delle forti misure di snellimento delle procedure in grado di liberare la capacità operativa presente nella Pubblica Amministrazione. In tal senso basterebbe sospendere il Codice Appalti e rifarci esclusivamente alle Direttive Europee, certamente più comprensibili e di più facile attuazione.
Vogliamo evitare, almeno in questa fase, di elencare progetti e idee sparse, riteniamo più proficuo chiedere l’immediata costituzione di un tavolo tecnico-politico in grado di elaborare una proposta di azioni di sistema, coerente con una strategia integrata di lungo periodo, in grado di sapersi completare con la realtà esistente e con tutte le misure agevolative in atto esistenti.
A questo tavolo tecnico-politico dovrebbe affiancarsi una concertazione pubblica con tutte le categorie produttive, le Associazioni, i Sindacati, in generale con tutti i Cittadini. Insomma una richiesta per tutti i Gelesi di partecipare con le proprie idee all’elaborazione di progetti significativi per lo sviluppo socio-economico, una condivisione rapida con la Città per una visione a 360 gradi di Gela”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Sezione scout “Rampulla”, concluso il memorial “Lucia Scicolone”

Pubblicato

il

Si è concluso il primo torneo di calcetto dedicato a Lucia Scicolone. Memorial organizzato per ricordare una donna impegnata nell’associazionismo, nel volontariato, nella cittadinanza attiva. Con una grande affluenza di pubblico si chiudono le finali di tutte le categorie, maschili e femminili, vissute con entusiasmo da tutti i partecipanti.

Tutti hanno ricevuto la medaglia, poi le coppe ai vincitori, la targa ricordo al Presidente di Sezione che l’ha inserita tra i numerosi cimeli della Sezione stessa. Con il canto di Sezione e le preghiere conclusive si è chiuso il torneo: «Adesso – dice il presidente della sezione scout “Rampulla”, Salvatore Vitale – tutti a lanciarsi verso le vacanze dei Branchi Lupetti, del campo degli Scouts e Guide e le attività dei Rovers e Scolte».

Continua a leggere

Flash news

Rinnova cresce e presenta il Gruppo giovani

Pubblicato

il


Il movimento “Rinnova” nato due settimane fa durante una convention ufficiale apre le porte ai giovani dando vita a una coesa rappresentanza riunitasi venerdì pomeriggio.
Un sostanziale gruppo di giovani ha preso parte all’incontro per cercare di discutere le problematiche giovanili,sociali,culturali e politiche provando finalmente a far prevalere la loro volontà,volontà che ad oggi è sempre stata marginale.
Durante il confronto sono state affrontante diverse tematiche riguardanti quelle che ad oggi sono le criticità vissute dalle nuove generazioni nel nostro territorio.
Gli obiettivi principali del gruppo mirano alla risoluzione delle problematiche presenti nella nostra città cercando di sfruttare le opportunità che altresì la stessa può offrire,mirando allo sviluppo del tessuto sociale,economico e culturale.
Sono stati già programmati i prossimi incontri in cui si discuteranno concretamente iniziative ed eventi.
“L’auspicio -dice Guido Amaru- è quello di vedere sempre più giovani coinvolti nel progetto RINNOVA, così che la voce di più soggetti possa prevalere quella del singolo, invitando questi ultimi alla partecipazione”.

Continua a leggere

Flash news

Romina,Lucio e Marco festeggiano senza Michele.Prove tecniche di campagna elettorale?

Pubblicato

il

Romina, Lucio e Marco : un tris da attenzionare.Erano soli, soletti ieri sera all’inaugurazione di viale Mediterraneo. Nessuno di Forza Italia. I rapporti politici tra Lucio Greco e il deputato forzista Marco Falcone sono antichi. Durante la prima candidatura di Greco fu  Falcone a far pendere la scelta di Forza Italia su Greco piuttosto che sull’ex senatore azzurro Pellitteri . Ed è legato a Falcone pure il presidente del consiglio Totò Sammito che si è candidato due volte nella lista civica di Greco, ora correrà per le Regionali ma, chissà perché, non ha ancora concretizzato il pluri annunciato passaggio a Forza Italia. Anche tra Romina Morselli e Marco Falcone c’è un rapporto politico forteA lui sindaco ed assessore si sono rivolti per fare sì che la giunta regionale approvare la delibera sul progetto Una via e tre piazze. Ci sono voluti due mesi ma l’obiettivo è stato centrato. In campagna elettorale, Falcone è venuto a raccogliere i frutti  nella Gela che non gli ha perdonato le vane promesse sul dragaggio del porto.Ma su questa vicenda non è solo. Tanta esultanza da parte del sindaco, della Morselli e del suo movimento per l’arrivo di Falcone con la delibera del progetto Una via, tre piazze in tasca. Ci avevano provato i  forzisti di Mancuso a spostare l’asse verso di lui per il progetto Una via, tre piazze ma la Morselli ebbe una reazione durissima così come il sindaco. Niente meriti a Mancuso e quasi una crisi politica per le fughe in avanti del capogruppo azzurro Saro Trainito.Ora Romina, Lucio e Marco hanno fatto.festa nel mezzo cantiere realizzato e con la delibera di un altro cantiere da aprire. Milena è lontana, Michele pure. Come non leggere nel taglio del nastro di viale Mediterraneo un segnale delle mosse politiche  in fieri  del sindaco e del suo movimento? L’assenza dei forzisti mancusiani la dice lunga.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie