Seguici su:

Flash news

Renziani gelesi al primo congresso il 21 marzo

Pubblicato

il

È stato fissato per il 21 marzo il primo congresso cittadino di Italia viva il movimento fondato da Matteo Renzi.Si prevede che venga celebrato di presenza, rispettando  le norme del distanziamento , e con un delegato ogni tre tesserati che eleggerà i due coordinatori, un uomo e una donna.Subito dopo si discuterà delle linee programmatiche da sottoporre all’attenzione del sindaco e della coalizione.In questi giorni il segretario provinciale Giuseppe Ventura è impegnato nella chiusura del tesseramento. Sembra scontata l’adesione dell’assessore all’istruzione Cristian Malluzzo anche se l’ufficialità si avrà durante il congresso.Sembrano buoni al momento i rapporti tra il sindaco e i vertici  renziani regionali e nazionali 

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Pef e Tari: il M5s contro il populismo insipiente

Pubblicato

il

Sulla vicenda Pef e aumento tariffe il gruppo del Movimento 5 stelle guidato da Francesco Castellana prende atto che le forze politiche rimaste fuori dalla contesa elettorale e che oggi non hanno rappresentanza politica in consiglio comunale, hanno praticato un esercizio di populismo insipiente volto a provocare terrorismo e nel tentativo becero di suggestionare negativamente la cittadinanza gelese .

“Tentativo maldestro non riuscito – sottolinea Castellana – perché i cittadini sono ben documentati e ben si aspettavano tale incremento delle tariffe, come atto necessario per uscire fuori dallo stallo del dissesto. Nessuna provocazione riuscita da tali populisti in salsa destrorsa, o da parte di chi ha invocato in campagna elettorale capacità tecnocratiche per poi scivolare in tale grossolana provocazione, con il solo scopo di impressionare il popolo gelese.Ma nessuno si è impressionato e tali provocazioni non sono state raccolte dai cittadini che, ripeto, sono consapevoli del fatto che un tempo di ristrettezze serve per superare lo stallo del dissesto .

” Ma attenzione! – continua Castellana- Siamo ben consapevoli che una rigida e rigorosa procedura normativa deve essere rispettata. Ad esempio è proprio il testo unico degli enti locali a stabilire che, in caso di dissesto i tributi dovranno aumentarsi al massimo della tariffazione e ciò per non provocare altri debiti fuori bilancio. Ecco allora preferiamo il tecnicismo al populismo insipiente, qiando giocoforza la politica deve chiedere aiuto necessariamente e in modo ieratico alla tecnocrazia. Non convince nemmeno il corollario secondo cui chi paga le tasse e’ costretto a pagare di più anche per colpa degli evasori .Volevo ricordare che siamo in dissesto e la legge impone di conteggiare anche i tributi non riscossi ( nel pef )”

Continua a leggere

Attualità

I topi del Lungomare e il sindaco che invita i gelesi a lavare in casa i panni sporchi

Pubblicato

il

La presenza massiccia di colonie di grossi topi al Lungomare è dovuta anche al fatto che all’Orto Paqualello sono stati fatti i lavori di bonifica. Il sindaco Terenziano Di Stefano assicura da domani la derattizzazione della zona balneare.

L’iniziativa giunge dopo un video sui social che è diventato virale con sei topi che gironzolavano indisturbati mentre girando l’angolo c’erano tante persone- anche famiglie con bambini- che passeggiavano al Lungomare.

Il sindaco si è rivolto ai cittadini chiedendo di non fare danni all’immagine della città postando video di quel genere che non si cancellano mai.

Di Stefano chiede che vengano girati a lui e agli assessori assicurando un pronto intervento. Insomma niente social ma più comunicazione diretta con chi governa per segnalare problemi che si verificano ovunque ma che sbattuti sui social fanno danno alla città. I panni si lavano in casa: è il principio del primo cittadino. Ma per farlo deve esserci …l’acqua.

Continua a leggere

Attualità

Appello dell’avv.Capici ai giovani:”divertitevi al mare ma usando sempre intelligenza e saggezza”

Pubblicato

il

Si sfidano con i tuffi dalla testata del pontile una struttura pericolosa ed interdetta al transito di persone.

Ma per i giovanissimi ( uomini e donne) è come se quei cartelli di divieto non esistessero. Pericolante e quindi pericolosa la struttura del pontile, pericolosi pure i fondali marini. Però questo non serve da freno.

Un appello ai giovani lo ha lanciato l’avv.Paolo Capici tetraplegico dopo un tuffo a mare: “Ci vogliamo divertire ma il mare può essere pericoloso e lo dice uno che trascorre da 44 anni la sua vita su una sedia per un tuffo in acque basse quindi raccomando ai giovani di essere molto prudenti e non tuffarsi mai in acque basse perché ne vale la vita o la loro condizione di vita che sarà compromessa e rovinata per sempre. Buon divertimento ma con intelligenza e saggezza”

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852